FEDERAZIONE ANNA LINDH ITALIA

 

La Federazione Anna Lindh Italia, senza scopo di  lucro, condivide le finalità della Fondazione Anna Lindh  creata nel 2004 dalla Commissione europea congiuntamente ai 42 paesi euromediterranei. 
L’obiettivo della Federazione è promuovere, sostenere ed attuare l’interazione culturale e sociale tra l’Italia e i paesi euromediterranei in vari campi d’azione tra i quali: arte, architettura, archeologia, ambiente, artigianato, giovani, donne, diritti umani, migranti, mestieri d’arte, occupazione, formazione, educazione, infanzia, sport, dialogo interreligioso, legalità, musica, cultura del cibo, empowerment, tradizione, turismo, solidarietà sociale, scambi economici e culturali, mestieri d’arte.
In particolare la Federazione intende attuare iniziative in favore dei giovani finalizzate specialmente a restituire loro speranza e fiducia attraverso la promozione del “vero”, del “bello” e del “buono”.

Si è svolta presso il Museo della PaceMAMT la conferenza “EMOZIONI IN ERA DIGITALE” organizzata dal CIRN (Centro Interuniversitario di Ricerca in Neuroscienze) in collaborazione con l’Università Vanvitelli della Campania, l’Università Federico II di Napoli, il Coordinamento Napoletano Donne della Scienza, il Conservatorio di Musica Giuseppe Martucci di Salerno, la Federazione Anna Lindh Italia e la Fondazione Mediterraneo.
Dopo gli indirizzi di saluto di Marina Melone e Michele Capasso sono intervenuti: Carla Perrone Capano, Dario Grossi, Enrico Cheli, Umberto Di Porzio, Donatella Caramia, Imma Battista, Rosanna Cianniello, Mariano Oliva, Simone Sampaolo.

Leggi tutto: ...

Luoghi comuni della mafia e investimenti nel mondo delle opere d'arte: sono stati questi i temi affrontati nel XXV Vertice Nazionale Antimafia che si è tenuto sabato 1 dicembre a Firenze e a Bagno a Ripoli. Organizzato dalla Fondazione Antonino Caponnetto, in collaborazione con Osservatorio Mediterraneo sulla Criminalità organizzata e la mafia (OMCOM), Fondazione Mediterraneo, Federazione Anna Lindh Italia onlus, Ordine dei Giornalisti della Toscana e Euromedia, il vertice si conferma ormai un appuntamento consolidato nel panorama della lotta alla mafia e alla criminalità.
Nella mattinata di sabato, dalle 9 alle 12, all'Auditorium CRF di Firenze si è tenuto il corso di formazione per giornalisti dal titolo “Investimenti criminali nelle opere d'arte”: a confrontarsi sono stati Claudio Loiodice, criminologo ed esperto in riciclaggio internazionale, Nicola Candido, colonnello comandante del N.O. Carabinieri T.P:C., Claudio Metzger, storico e consulente, avv. Lavinia Savini, esperta di diritto della proprietà intellettuale e diritto del mercato dell'arte e il senatore Giuseppe Lumia, già presidente della Commissione Parlamentare. Ha moderato il dibattito la giornalista del TG1 Daria Mondini.
Nel pomeriggio, dalle ore 15, a Bagno a Ripoli, si è tenuto il vero e proprio Vertice, incentrato sul tema “Un morto ogni tanto, i luoghi comuni sulla mafia”.
Il Vertice Nazionale antimafia è stato presieduto da Salvatore Calleri, presidente della Fondazione Caponnetto, e Victoria Allegra Boga. Ad intervenire sono stati i migliori esponenti che lottano la mafia tra giornalisti investigativi, esponenti delle forze dell'ordine, magistrati, sociologi, esperti di arte, esperti di antiriciclaggio ed i politici. 
Nel pomeriggio sono stati assegnati i premi:

  • Omcom-Sbirro: Gen.le Giuseppe Vadalà, Cap. Davide Colangeli e Sost. Comm. Fabrizio Giacalone;
  • Omcom-Scomodo: Ciro Troiano, Grandangolo Agrigento, Franco Castaldo;
  • Omcom - Creatività: Edoardo Ceragioli
  • Libro anomalo: “Un morto ogni tanto” di Paolo Borrometi, “La mafia é buona” di Paolo Chiariello e Catello Maresca, “Caccia agli invisibili” di Carmine Gatti (idea) e Francesco Romeo.

Leggi tutto: ...

Si è svolta a Napoli, presso la sede del Museo della Pace - MAMT, la conferenza “EUROPA, MEZZOGIORNO, MEDITERRANEO: L’ORA DELLE SCELTE”: un incontro importante con rappresentanti della politica, delle istituzioni e della società civile per riaffermare i valori dell’Europa e la necessità di adeguare le attuali regole burocratiche per lo sviluppo delle fasce più deboli delle popolazioni e per lo sviluppo delle regioni del sud dell’Europa.
L’evento si è svolto in collaborazione con la “Federazione Anna Lindh Italia”.

Leggi tutto: ...

Si è riunita a Napoli l’Assemblea dei membri fondatori della “Federazione Anna Lindh Italia onlus”: associazione alla quale aderiscono più di mille membri che operano in Italia per il dialogo e la cooperazione euromediterranea condividendo le finalità della Fondazione Anna Lindh.
L’intera riunione è stata dedicata all’incresciosa situazione creatasi con il capofila designato e non riconosciuto della Rete italiana.
Su questo argomento all’unanimità è stato approvato il documento dell’Assemblea dei soci fondatori del 24.11.2018 con il quale viene  deliberato di intraprendere ogni iniziativa, anche di carattere giudiziario, per ristabilire il rispetto della legalità e della democrazia.

Leggi tutto: ...

A conclusione dell’Assemblea dei soci fondatori della “Federazione Anna Lindh Italia” Emma Bonino è stata proclamata all’unanimità presidente onorario della “Federazione” che raggruppa più di mille organismi italiani che promuovono il dialogo e la pace con iniziative concrete.
La nomina è stata presentata alla senatrice Bonino dai proff. Massimo Pica Ciamarra e Maurizio Iaccarino, membri del comitato esecutivo.

Leggi tutto: ...