Pubblicazioni

Sin dal 1994 la Fondazione Mediterraneo ha svolto un'articolata attività editoriale e multimediale in più lingue al fine di promuovere, testimoniare e diffondere i valori condivisi delle diverse culture del Grande Mediterraneo.
Con la propria casa editrice Magma ed altre qualificate case editrici, nazionali ed internazionali, sono stati pubblicati centinaia di volumi suddivisi in differenti collane tematiche.

Consulta le pubblicazioni on-line e se sei interessato a ricevere i volumi puoi contattarci scrivendo a info@fondazionemediterraneo.org

 

Leggi le nostre pubblicazioni su ISSUU

a cura di “Civilizzare l’urbano - ETS” (con Patrizia Bottaro e Massimo Pica Ciamarra) e di “NA.ME. - Istituto per le trasformazioni di Napoli Città Metropolitana” (con Pasquale Belfiore, Alessandro Castagnaro, Ottorino Celano, Massimo Clemente, Annalola Geirola, Massimo Pica Ciamarra, Riccardo Rosi) con contributi di Valerio Barone (aspetti istituzionali), Michele Capasso, Livio De Santoli (energia e sostenibilità), Paolo Frascani (storia economica), Claudio Troisi (infrastrutture e mobilità) e di Gennaro Russo e Claudio Voto (Italian Institute for the Future / Center for Near Space).
Video a cura di Michele Capasso (Fondazione Mediterraneo) “verso Napoli Città Metropolitana” 2021  (ed. it.) f.to 20x20 – pp. 80, ill. a colori - ISBN 978-88-944192-3-8

Questi appunti sono un invito a riflettere sul futuro di “Napoli Città Metropolitana”: sulla necessità di riformarne l’assetto istituzionale e di delineare processi di trasformazione ambientali e urbanistici che l’aiutino ad abbandonare posizioni di coda nelle classifiche per qualità della vita. I dati raccolti non sono certo esaurienti: sono i minimi sufficienti a evidenziare vistose anomalie o contraddizioni che spingono a suggerire come abbandonare “l’era dell’ignoranza ingiustificata” e come delineare una idonea riorganizzazione istituzionale e urbanistica.
Sempre in forma sintetica documentano come proprio a Napoli - con il Piano Quadro delle Attrezzature (1974/75) - sia stata formulata una prima organica proposta a scala urbana di quanto verrà poi felicemente teorizzato nel 2003 in “Five Minutes City” dando luogo a principi ed a tecniche, prima del tutto sporadiche, che - dal 2017- cominciano a diffondersi un pò dovunque, dal Canada all’Australia e anche in Europa.
Nelle pagine finali, primi appunti di queste logiche in alcuni e fra loro molto differenti ambiti del territorio di “Napoli Città Metropolitana”.

verso NAPOLI CITTÀ METROPOLITANA
Copertina
Leggilo su ISSUU

Maria Pia Giudici. Edizioni Magma/Fondazione Mediterraneo – Napoli 2018 (ed. it.) f.to 15x21 – pp. 98 - ISBN 88-8127-074-1

Dalla Prefazione di Luigi Accattoli:

Queso libro di Maria Pia Giudici è una favola: o meglio un insieme di favole.
Il meglio di queste favole sono i personaggi e il meglio dei personaggi sono i nomi: c'è la dolce Sofronia, che è una lumaca, e ci sono la talpa Clotidea e la cornacchia Fracchia.
E poi la coccinella Rinella, la farfalla Paolella, la gazza Agilulfo, la talpa Sprofondina, lo scoiattolo Codafluens, la zanzara Zizì ed altri ancora.
Maria Pia Giudici fa come i bambini: li prende al volo che è una meraviglia: lei guarda un bruco che esplora una lattuga ed ecocla che guarda in su e gli da un nome con la sicurezza che fu del creatore: "Dio chiamò laluce giorno".
 

SUL MONTE TALEO

Copertina

 

Maria Pia Giudici. Edizioni Magma/Fondazione Mediterraneo – Napoli 2014 (ed. it.) f.to 17x24 – pp. 110 - ISBN 88-8127-000-0

Dalla Prefazione di Michele Capasso:

Questa Nostra Buona Terra” non è una semplice storia o un romanzo, come l’autrice Maria Pia Giudici lo definisce. È Vita Vera Vissuta.
In queste 3 “V” sta la sintesi di quello che definirei “Elogio alla Semplicità della Vita”: utilizzo le lettere maiuscole perché, in un mondo che ha perduto il riferimento ai Veri Valori della Vita, ancora una volta parlano le 3 “V”! per evocare il delirio dell’avere, del possesso, della “roba” (come l’autrice ama definire).
Le pagine scritte da Maria Pia sono un esempio unico e portante per i giovani, affinché possano trovare, leggendole, le risorse indispensabili per “vivere” e “condividere”: con fede, pace, libertà e solidarietà.

QUESTA NOSTRA BUONA TERRA

COPERTINA

Michele Capasso. Edizioni Magma – Napoli 1994 (ed. it.) f.to 17x24 – pp. 192, ill. a colori

È la storia del sindaco di un paese del meridione, San Sebastiano al Vesuvio.
Una storia semplice, cui la partecipazione appassionata del figlio-narratore aggiunge sapore familiare.
L'autore, pur sospetto di una giustificata, affettuosa indulgenza nei confronti del genitore, non si accontenta della propria esperienza per delineare la personalità del Signor Niente; al contrario si preoccupa di raccogliere testimonianze e documenti per formare un dossier esaustivo sull'opera del padre: Sindaco per 35 anni, fino alla morte.
Una così lunga vita pubblica del "Signor Niente" testimonia il costante perseguimento di ideali semplici e rari al contempo: il buon-governo, inteso come gestione corretta della cosa pubblica e come tassativa garanzia dei diritti e dei bisogni dei più deboli; la resistenza alle pressioni della criminalità organizzata; il coinvolgimento della intera popolazione nelle motivazioni ideali e nelle realizzazioni pratiche dell'amministrazione municipale.
Passaggio singolare di questa biografia è costituito dalla creatività di questo sindaco e della sua autonomia delle Regole della partitocrazia.
Volpisce, in altre parole, il modo con cui il Sindaco risolve i problemi dell sua comunità utilizzando il metodo del dialogo porta a porta, della schiettezza anche brutale, e, insieme, della rispettosa comprensione dei diritti e delle opinioni altrui.
Questa storia è esempio di ciò che un amministratore pubblico può fare quando non smarrisce ideali e valori indispensabili per perseguire l'interesse generale e il bene comune.

IL VIAGGIO DEL SIGNOR NIENTE
Copertina
Leggilo su ISSUU

La Grande Méditerranée
Conférence de Michele Capasso - Président de la Fondazione Mediterraneo
Edizioni Magma - Fondazione Mediterraneo. À l’occasion de la remise du Premier Doctorat Honoris Causa de l’Université Cadi Ayyad

Marrakech, le 9 mars 2007

Préface
Elisabetta Caponnetto
André Azoulay
Roberto Aliboni
Bichara Khader
Tuomo Melasuo

    Postface
Maria‑Angels Roque

febbraio 2013 (ed. fr) f.to 15x21; pp. 176
ISBN: 88‑8127-044-7

LA GRANDE MÉDITERRANÉE

Copertina
Leggilo su ISSUU

 


NOSTRO MARE NOSTRO
di Michele Capasso
DLibri - prima edizione giugno 2010 (it.) 
f.to 16x24 - pp.576, ill. a colori
ISBN 88-8127-041-2

Opera senza fini di lucro - Il ricavato è destinato alla
"Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture"

Per ricevere il libro + 2cd contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Michele Capasso ripercorre l’esperienza di “architetto del dialogo” alla guida della Fondazione Mediterraneo usando ad artifizio la descrizione di una giornata trascorsa in un ospedale. È un intreccio di sensazioni, emozioni, riflessioni, esperienze, memorie e testimonianze in cui si incastrano pagine del “Diario di bordo” che l’autore ha pubblicato negli ultimi anni su quotidiani e periodici dei Paesi euromediterranei.

È anche il percorso di vita privata dell’autore: ingegnere, pittore, fotografo, ma, sempre più, architetto di pace e di cultura nello scenario euromediterraneo degli ultimi venti anni. È il racconto di una esperienza umanamente singolare, in un momento storico e politico in cui il Mediterraneo assume, a cavallo tra due secoli, un’importanza strategica per la pace e lo sviluppo condiviso.

Guerre fratricide, migrazioni forzate, disastri ecologici, assenza di democrazia e corruzione sono alcune delle cause che attentano la vita della società civile. Contro queste ed altre Michele Capasso agisce invitando a non arrendersi, come testimoniano le storie narrate in questo libro con scrittura semplice ed efficace: è un mix tra racconto e reportage, dove tutto è rigorosamente vero e riscontrabile in documenti e immagini. Il diario scandisce la giornata dando vita a 18 episodi in cui il discorso trae spunto dai protagonisti principali: l’immondizia, l’ambulanza, il cane, i fratelli di Gaza, il grassone, il funerale, il bisturi, gli infermieri, il sondino, il parcheggiatore, l’elicottero, la carezza, il clandestino, l’archivio, la protesi, l’avvocato, l’arcobaleno, l’ultimo bacio.

Il senso complessivo della narrazione è mettere in evidenza, negli incroci della società globale, l’antico sapere che nell’area del Mediterraneo l’essere umano ha saputo sviluppare, nel le-game con la terra, i suoi abitanti e il mare, affrontando le avversità dell’oggi senza perdere la fiducia del domani.

Gli eventi di presentazione

Leggi tutto: ...

RETE ITALIANA/ITALIAN NETWORK 2005-2010
ATTORI IN DIALOGO/ACTORS IN DIALOGUE
Edizioni Magma - Fondazione Mediterraneo
marzo 2010 (ed. it/en) f.to 14x21; pp.480
ISBN: 88-8127-040-4

 

 

 


Il volume racchiude le schede informative di tutti i membri della Rete Italiana della Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture; sono inoltre illustrate attività e progetti dal 2005 al 2010.

 

Leggi tutto: ...