MAMT||Museo Mediterraneo dell' Arte, della Musica e delle Tradizioni

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

Il Gruppo MECA, in collaborazione con la Segreteria del Turismo del Governo del Campeche, di Puerto Vallarta, del Caribe Mexicano e della Fondazione Mediterraneo, ha svolto un seminario sul Messico suddiviso in 3 parti:

  1. Città del Messico, l’era precolombiana e la Riviera Maya.
  2. Il Messico coloniale, Puerto Vallarta e la Riviera Nayarit.
  3. Barranca del Cobre e la Bassa California.

Leggi tutto: ...

Il Museo della Pace - MAMT celebra la giornata dedicata a San Francesco d’Assisi, Patrono d’Italia.
Video, documenti e testimonianze hanno accolto i tanti visitatori che hanno voluto testimoniare l’affetto e la fede nel Santo che ha fatto dell’umiltà e del dialogo i pilastri fondamentali della sua vita ed un esempio per tutti.
Al piano terra del Museo molti giovani per la Santa Messa in onore del Santo di Assisi.

Leggi tutto: ...

L'anniversario della strage di Lampedusa quando 368 migranti morirono nel mare della baia dei conigli è stato celebrato al Museo della Pace - MAMT. Testimonianze, video e documenti hanno caratterizzato la giornata al Museo.

Leggi tutto: ...

Alcuni dirigenti di Poste Italiane - Enrico Menegazzo, Roberta Sarrantonio, Giacomo Bonsignore, Mariagrazia Paris – hanno visitato il Museo della PaceMAMT.
Accolti dal presidente Michele Capasso gli ospiti hanno visionato alcuni video emozionali sulle bellezze della Campania e dei vari Paesi del Mediterraneo e la sezione dedicata a Pino Danile Alive dove Alessandro e Cristina Daniele hanno illustrato le tappe fondamentali della vita artistica e personale del musicista scomparso.

Leggi tutto: ...

Si è svolta al Museo della Pace - MAMT la cerimonia del primo annullo filatelico del francobollo dedicato a Pino Daniele.
Enrico Menegazzo - responsabile filatelia commerciale di Poste Italiane – con Michele Capasso, Alessandro Daniele e Pasquale Scialò ha annullato il primo esemplare del francobollo che Poste Italiane ha dedicato a Pino Daniele.

Leggi tutto: ...

In anteprima nazionale al Museo della Pace - MAMT è stato presentato il francobollo che Poste Italiane ha dedicato a Pino Daniele.
Sono intervenuti Enrico Menegazzo, responsabile filatelia commerciale di Poste Italiane; Michele Capasso, presidente della Fondazione Mediterraneo; Alessandro Daniele, presidente della Pino Daniele Trust Onlus; Pasquale Scialò, docente al Conservatorio di Napoli; Massimo Pica Ciamarra, Accademia del Mediterraneo.
A conclusione dell’evento i partecipanti hanno visitato il Museo e la sezione dedicata a “Pino Daniele Alive”.

Leggi tutto: ...

Allievi e docenti del Liceo Scientifico Statale “Carlo Urbani” di San Giorgio a Cremano hanno visitato il Museo della PaceMAMT.
Il presidente Michele Capasso ha accolto la dirigente Mariarosaria De Luca, i docenti e gli allievi guidandoli in un percorso emozionale del Museo.
In questa occasione Alessandro Daniele, figlio del musicista scomparso, ha illustrato la sezione dedicata a “Pino Daniele Alive”.

Leggi tutto: ...

Grande afflusso di giovani e di migranti al Museo della Pace per celebrare la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, voluta dalla Chiesa dal 1914. È sempre stata un’occasione per dimostrare la preoccupazione per le diverse categorie di persone vulnerabili in movimento, per pregare per le sfide e aumentare la consapevolezza sulle opportunità offerte dalla migrazione.
Papa Francesco ha scelto il tema “Non si tratta solo di migranti” per mostrarci i nostri punti deboli e assicurarci che nessuno rimanga escluso dalla società, che sia un cittadino residente da molto tempo, o un nuovo arrivato.
Il presidente Capasso ha ricordato l’impegno trentennale della Fondazione Mediterraneo e suo personale in favore dei migranti, sintetizzato nel percorso emozionale del Museo dal titolo “Voci dei Migranti”.
Momenti di preghiera con la celebrazione della Santa Messa si sono svolti al piano terra del Museo nelle Cappelle dedicate a Don Bosco, Madre Mazzarello, Padre Pio, Madre Teresa di Calcutta e Papa Giovanni Paolo II.
Le comunità islamiche hanno svolto momenti di preghiera comune nella Moschea del Museo della Pace.

Leggi tutto: ...