MAMT||Museo Mediterraneo dell' Arte, della Musica e delle Tradizioni

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

L’Associazione  “Noi cittadini per Napoli” di Angelo Colella e la Fondazione Mediterraneo hanno organizzato un incontro con Alessandro Barbano e presentato il suo libro “Troppi diritti. L’Italia tradita dalla libertà” (Mondadori Editori).
I lavori sono stati introdotti dal presidente Michele Capasso e moderati dal prof. Massimo Lo Cicero.
Tra i presenti i proff. Massimo Pica Ciamarra, Maurizio Iaccarino, Nello Polese; i giornalisti Santa Di Salvo Giorgio Gradogna, Said Margoul; gli imprenditori Fulvio Merlino, Ettore Cucari, Bibi Giurazza; i politici Luciano Schifone e Massimo Adinolfi.
L’autore Alessandro Barbano ha sottolineato la necessità di riannodare con la forza della cultura i fili sfilacciati delle nostre coscienze e l’urgenza di equilibrare il rapporto tra diritti e doveri.

Leggi tutto: ...

Giornata speciale al Museo della Pace - MAMT il 5 settembre 2018.
In questo giorno si celebra Santa Teresa di Calcutta, l’anniversario della nascita del giudice Antonino Caponnetto (5 settembre 1920) e l’ottavo anniversario dell’uccisione di Angelo Vassallo, il sindaco-pescatore di Acciaroli.
Dopo la Santa Messa e la visita alla Cappella dedicata a Santa Teresa di Calcutta sono stati proiettati 3 video emozionali sui protagonisti di questa giornata.
Grande apprezzamento dei visitatori per il MUSEO DELLE EMOZIONI.

Leggi tutto: ...

Crocieristi provenienti da tutti il mondo si sono “rifugiati” nel fresco delle sale del Museo per ammirare i video ad altissima definizione del percorso “LA CAMPANIA DELLE EMOZIONI”.
Tutti hanno espresso ammirazione e compiacimento per questa iniziativa unica che ha permesso loro in 2 ore di conoscere le bellezze più importanti della Campania:  Napoli, Salerno, Caserta, Avellino, Benevento, Capri, Ischia, Procida, Sorrento, Amalfi, Positano, Pompei, Ercolano, il Vesuvio, Baia sommersa e via per un lungo elenco.

Leggi tutto: ...

Si è conclusa con un grande successo di visitatori la mostra “Civilizzare l’urbano” in vista dei 60 anni dello studio Pica Ciamarra Associati. Incontri, seminari, conferenze ed eventi hanno caratterizzato due mesi di attività al Museo della Pace - MAMT.

Leggi tutto: ...

I membri del club “Lyons” hanno visitato il Museo della PaceMAMT esprimendo apprezzamento per questa iniziativa unica.

Leggi tutto: ...

Premio "L'ORigano" per il sindaco di Vallo della Lucania (Salerno), Rony Aloia, primo in Italia a disporre l'obbligo dei defibrillatori nel piano urbanistico per le case di nuova costruzione. Il riconoscimento è stato consegnato a Napoli nell'ambito della presentazione del libro di poesie, intitolato "l'ORigano", scritto dalla giornalista Olga Fernandes proprio per l'acquisto di defribillatori da donare.
La cerimonia si è svolta nella sede della Fondazione Mediterraneo e Museo della paceMAMT di Napoli, patrimonio dell’umanità. A consegnare il riconoscimento al sindaco Aloia è stato l' architetto Gennaro Testa.  Presenti il "padrone di casa" Michele Capasso, presidente della Fondazione Mediterraneo, il cantante Peppino Di Capri, Ciro Esposito, comandante della polizia municipale di Napoli e Sabatino Raia, maestro di canto, che durante la serata ha recitato le poesie contenute nel libro di Olga Fernandes. Presente, tra gli altri, anche Antonio Ferrieri, pasticciere tra i più noti di Napoli, inventore della Sfogliatella all'ORigano.

Leggi tutto: ...

Un libro di poesie, intitolato "l'ORigano" finanzierà l'acquisto di strumenti per la sopravvivenza, i defribillatori: a scrivere il volume è stata la giornalista Olga Fernandes che lo ha presentato al Museo della paceMAMT”.
"In Italia - spiega la scrittrice - le vittime di arresto cardiaco sono oltre 70.000 ogni anno, e oltre l’80% dei decessi avviene lontano da ospedali e strutture sanitarie. In tal senso è significativo come nel 65% dei casi l’arresto cardiaco colpisca in presenza di testimoni e il 60% di questi eventi accada per strada. Dati dai quali risulta evidente l’importanza della presenza di defibrillatori sul territorio, che porta indubbi benefici sul fronte della sopravvivenza. Il defibrillatore è uno strumento preziosissimo, perché consente un intervento tanto immediato quanto fondamentale, poiché per la persona colpita da arresto cardiaco, ogni minuto che passa è di vitale importanza: in soli sessanta secondi, infatti, si abbassano del 10% le sue possibilità di restare in vita. Dopo soltanto 5 minuti di tempo, le possibilità di salvezza scendono al 50%. Ma si può morire solo perché manca un defibrillatore?" Olga Fernandes ha quindi avviato una campagna per la massima diffusione dei defibrillatori e sta dedicando tutte le sue energie nel tentativo di reperire il maggior numero possibile di questi strumenti, e di metterli a disposizione della popolazione.
"Il dolore ci cambia", dice la giornalista, "cambia le nostre percezioni. Siamo anime divise in due, tra generosità e diffidenza. Bisogna trovare il coraggio di cambiare, di dedicarci ad aiutare il prossimo. Attraverso la mia campagna per i defibrillatori sto conoscendo persone straordinarie, pronte a impegnarsi per gli altri, per le quali dare, aiutare, sostenere è fonte di gioia. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno collaborato e stanno collaborando a questa campagna”. Dal prossimo settembre Olga Fernandes condurrà su Crc Targato Italia la trasmissione "l'ORigano informa", dedicata a questi argomenti.
Del libro e della necessità di diffondere il più possibile i defibrillatori ne hanno parlato, insieme all’autrice Rony Aloia sindaco di Vallo della Lucania (il primo in Italia a inserire nel piano regolatore l'obbligo dei defibrillatori nei palazzi di nuova costruzione ed assegnatario del “Premio l’ORigano”); l’architetto Gennaro Testa, l’ architetto Patrizia Bottaro, l’architetto Emma Buondonno, Giovanny Block, cantautore; Michele Capasso, presidente della Fondazione Mediterraneo e “padrone di casa”, Stella Cervasio, giornalista di Repubblica, l’architetto Massimo Pica Ciamarra, Antonella De Cesare, conduttrice, Peppino di Capri, cantautore, Ciro Esposito, comandante della polizia municipale di Napoli, i Naea, gruppo musicale e Sabatino Raia, maestro di canto. Presente all’evento Antonio Ferrieri, pasticciere tra i più noti di Napoli e inventore della Sfogliatella all’ORigano, nata proprio per sostenere l'iniziativa.

Leggi tutto: ...

Il Comandante della Polizia municipale di Napoli Ciro Esposito accompagnato dalla consorte Anna Maria Di Napoli ha visitato il Museo della Pace - MAMT.
Accolto dal presidente Michele Capasso e dalla direttrice Pia Molinari gli ospiti hanno visitato specialmente i percorsi emozionali dedicati alle tre fedi monoteiste: la Moschea, la Sinagoga e le Cappelle dedicate a Don Bosco, Madre Mazzarello, Papa Giovanni Paolo II°, Padre Pio e Madre Teresa di Calcutta.
Molto apprezzata la sezione dedicata allo scultore Mario Molinari, autore del Totem della Pace.

Leggi tutto: ...