MAMT||Museo Mediterraneo dell' Arte, della Musica e delle Tradizioni

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

I partecipanti al “XXVII° Vertice Antimafia” svoltosi a Firenze - tra essi il procuratore antimafia Cesare Sirignano, Giuseppe Antoci, rappresentanti della magistratura, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, della Polizia di Stato e delle istituzioni democratiche - hanno condiviso all’unanimità l’Appello per la sede del Museo della Pace - MAMT sottoscritto dai rappresentanti di vari Paesi del mondo.
Il presidente della Fondazione Caponnetto Salvatore Calleri, in una dichiarazione alla stampa, ha sottolineato che “ il XXVII Vertice ha dato mandato pieno a tutti i membri della Fondazione Caponnetto - rappresentanti varie istituzioni - a tutelare la Fondazione Mediterraneo in tutti i  modi democratici al fine di mantenere la sede del Museo della Pace - MAMT e dell’”Osservatorio Mediterraneo sulla Criminalità Orgaizzata e le Mafie” a Napoli nel Palazzo Pierce”.

Leggi tutto: ...

Accompagnati dal presidente Michele Capasso, i “compagni di strada” di Pino DanieleTullio De Piscopo, Elisabetta Serio, Ciccio Merolla, Valentina e Leandro Zurzolo – hanno visitato la sezione “Pino Daniele Alive” del Museo, ripercorrendo le tappe principali di una storia comune.
Grandi emozioni intervallate da performance di Tullio e da alcune “incursioni” del grande Antonio De Curtis, principe-poeta: a testimonianza della grandezza di una città come Napoli che ha dato i natali a personaggi indimenticabili: da Pino Daniele a Totò, da Massimo Troisi a Renato Carosone.

Leggi tutto: ...

Si è svolta nella Sala Musica del Museo della PaceMAMT la presentazione del libro “Rino Zurzolo. Tecnica a dita sciolte per contrabasso”.
Dopo gli indirizzi di saluto ed il ricordo del presidente Michele Capasso e del sindaco di Napoli Luigi De Magistris, sono intervenuti Valentina Crimaldi Zurzolo, Livia e Leandro Zurzolo, Francesco Cirillo, Bruno Crimaldi, Tullio De Piscopo, Ciccio Merolla, Valerio Mola, Roberto Panucci, Elisabetta Serio.
In questa occasione sono stati presentati brani musicali dedicati a Rino Zurzolo a cura di Valentina Crimaldi Zurzolo (flauto), Elisabetta Serio (pianoforte) e Ciccio Merolla (percussioni).

Leggi tutto: ...

Tullio De Piscopo con Elisabetta Serio ed altri amici ha visitato il Museo della PaceMAMT esprimendo apprezzamento per l’opera di Mario Molinari “Scultore del colore e delle meraviglie”.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso con altri membri del Comitato Esecutivo Internazionale hanno consegnato al sindaco di Napoli Luigi De Magistris,  in visita al Museo, una copia dell’Appello sottoscritto in vari Paesi e delle interrogazioni parlamentari presentate al Senato ed alla Camera dei Deputati per mantenere la sede del Museo della Pace - MAMT a Napoli nel Palazzo Pierce.
I presenti - tra i quali musicisti ed amici di Pino Daniele - hanno condiviso l’appello auspicando che un luogo unico al mondo di grande valore demo etnoantropologico possa essere mantenuto nella sede del Palazzo Pierce (una porzione è stata messa in vendita dall’Agenzia del Demanio): in particolare è stata sottolineata la straordinaria importanza della sezione dedicata a Pino Daniele realizzata personalmente dal grande musicista scomparso insieme al presidente Capasso ed al figlio Alessandro.

Leggi tutto: ...

Si è svolto nella sede del Museo della PaceMAMT il Convegno “Flebologia oggi”, sotto la direzione scientifica del prof. Lanfranco Scaramuzzino.
Nelle varie sale del Museo sono stati allestiti gli spazi per gli stand espositivi, la conferenza ed il percorso “bellezza e benessere delle gambe”.

Leggi tutto: ...

Il senatore Luigi Zanda Loy, accolto dal presidente Capasso ed accompagnato dal senatore Lumia, ha visitato il Museo della Pace - MAMT.
In questa occasione il senatore Zanda – tra i primi firmatari dell’interrogazione parlamentare per la salvaguardia della sede del Museo nel Palazzo Pierce di Napoli – ha espresso compiacimento per l’Appello sottoscritto a livello internazionale da Capi di Stato e di Governo e da rappresentanti dei vari Paesi.
Il presidente Capasso, durante la visita alla sezione “Memorie”, ha ricordato un episodio che coinvolse il genitore Raffaele con il padre del senatore Zanda, all’epoca Capo della Polizia, mostrando gli scambi di corrispondenza del 1973.

Leggi tutto: ...

Si è svolta al Museo della Pace - MAMT la “Giornata Mondiale dei poveri” voluta da Papa Francesco.
Nel refettorio e in altri spazi del Museo sono state accolte con riservatezza persone povere e indigenti quale piccolo segno di solidarietà.

Leggi tutto: ...