MAMT||Museo Mediterraneo dell' Arte, della Musica e delle Tradizioni

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

Da Londra Mario e Nicolò Saggese hanno a lungo visitato il Museo della Pace.
Accolti dal presidente Capasso hanno espresso emozione ed apprezzamento per un luogo unico patrimonio dell’umanità.

Leggi tutto: ...

Andrea vive per Pino Daniele. La sua patologia si cura con le musiche di Pino. Il presidente Capasso lo ha accolto a lungo facendolo sentire insieme allo staff del museo “ a casa di Pino”.
Grazie Andrea ed a prestissimo!

Leggi tutto: ...

Si è svolta la cerimonia di “Procida Capitale Italiana della Cultura 2022” in presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e delle autorità civili, religiose e militari.
In questa occasione la Fondazione Mediterraneo ed il Museo della Pace hanno trasmesso nei grandi videowall prospicienti la Piazza Municipio la diretta del TG2 - ampliando la platea ai turisti ed ai napoletani – e riproposto nei 107 schermi dei vari piani il film “Procida delle emozioni”.
Il Presidente Michele Capasso ha ricordato il ruolo di Procida nella Fondazione Mediterraneo, la presenza del Totem della Pace e tutte le iniziative in programma per valorizzare i significato dell’isola partenopea nell’ambito degli Stati Uniti del Mondo.

Leggi tutto: ...

Riapre alla città, liberata dal cantiere, la passeggiata di piazza Municipio che dal porto conduce verso Palazzo San Giacomo.
L'ultima parte di piazza Municipio riapre alla città dopo oltre 20 anni. La zona era occupata dai cantieri per la realizzazione della stazione "Municipio" della Linea 1 della Metropolitana di Napoli.
Il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso, commosso, osserva la semplice cerimonia dal balcone del suo ufficio che prospetta sulla piazza e, intorno alle 13,30, saluta Gaetano Manfredi, Edoardo Cosenza, Antonio De Jesu, Filippo Cavuoto, Ennio Cascetta ed altri.
“Il giorno dopo l’insediamento della Fondazione nel Palazzo Pierce sono cominciati i lavori della Metro Municipio – afferma Capasso – quasi 22 anni fa. Tutti i giorni ho fotografato i lavori documentandone l’evoluzione e la complessità. Ricordo i tanti incontri con il fraterno amico Alvaro Siza e poi le tante “sofferenze” che abbiamo dovuto subire e che ci hanno limitato l’attività. Ma ne è valsa la pena: un’opera di alta ingegneria che restituisce un nuovo significato alla piazza. Stiamo lavorando a livello internazionale perché possa assumere il ruolo di Piazza della Pace”.
Con la direttrice del Museo Pia Molinari, il senatore Giuseppe Lumia ed altri membri del Comitato Esecutivo Internazionale Capasso ripercorre le tappe fondamentali dei lavori e riporta le interviste e gli incontri con Alvaro Siza.
Il sindaco Manfredi afferma: "Animeremo questa parte della piazza con una serie di iniziative culturali ed attività espositive. Piazza Municipio rappresenta uno dei luoghi più importanti della città, non solo dal punto di vista simbolico, ma anche perché è uno dei nodi di trasporto più significativi. Con l'apertura della Linea 6 diventerà uno snodo fondamentale. Poi ci sarà il collegamento con il quale ci stiamo avvicinando alla stazione marittima e questo è un altro elemento di connessione che avvicina Napoli al mare”.
L’assessore Cosenza conclude: "La parte pedonale finalmente riapre. C'è chi non ha mai visto questa piazza senza cantieri, essendo passati oltre 20 anni. Si vede una piazza da sopra e tutti si chiedono: 'Perchè ci sono voluti 20 anni per fare questo?', ma in realtà sotto c'è un'ingegneria che non finisce più. Ci sono due linee della metropolitana, c'è il percorso archeologico, quindi diamo onore al merito".

Leggi tutto: ...

Il Comitato esecutivo internazionale degli "Stati Uniti del Mondo" (SUM) ha designato la città di Odessa Capitale del "Grande Mediterraneo": la macroarea geopolitica degli SUM che comprende i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, sul Mar Nero e sul Golfo.
Il sindaco di Odessa ha ringraziato per l'alto riconoscimento inviando un documento ufficiale di adesione.
Il presidente Michele Capasso ha ricordato le iniziative di solidarietà per Odessa coordinate dal senatore Giuseppe Lumia - responsabile della Commissione Giustizia e diritti umani degli SUM – assicurando l’intervento della Fondazione presso l’UNESCO per l’inserimento del Centro storico della città nella lista del patrimonio mondiale.
Un ringraziamento particolare all’ambasciatore per l’Italia di Odessa Attilio Malliani.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso e la direttrice del Museo della Pace Pia Molinari hanno visitato il Museo del Corallo “Liverino”.
Accolti da Enzo ed Andrea Liverino sono state esaminate possibili collaborazioni.
In questa occasione è stata ricordata l’amicizia fraterna tra il presidente Michele Capasso e Basilio Liverino e la realizzazione del Museo del Corallo curata con amore proprio dall’architetto Michele Capasso.
Importante fu la visita al Museo da parte della signora Mubarak nel 2003 accompagnata da vari Ministri della Cultura di Paesi mediterranei.

Leggi tutto: ...

Ecco gli eventi della settimana 04-10 aprile 2022.

  • Piano 4° - SALA VESUVIO - Lunedì 04 aprile 2022  h. 10-18
    COLLEGAMENTI CON LA CITTÀ DI ODESSA PER AIUTI UMANITARI
  • Piano 2° - SALA SIRIA - Lunedì 04 aprile 2022 h.15 -20
    RIUNIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLA FONDAZIONE
  • Piano terra - BIBLIOTECA PACE - Lunedì 04 aprile 2022  h. 10-18
    ACCOGLIENZA PARTECIPANTI CAROVANA “PACE IN UCRAINA”
  • Piano 5° - SALA PALESTINA - Martedì 05 aprile 2022  h. 10
    COLLEGAMENTO CON MARRAKECH PER LE ATTIVITÀ DELLA SEDE DISTACCATA SULL’ARTIGIANATO E SULLA PESCA
  • Piano 5° - SALA PALESTINA - Mercoledì 06 aprile 2022  h. 09-18
    SESSIONI DI ESAMI DELL’UNIVERSITÀ “UNINETTUNO”
  • Piano 4° - SALA VESUVIO - Giovedì 07 aprile 2022  h. 10-16
    EVENTO EUROMEDCITY: PACE È AZIONE
  • Piano 4° - SALA VESUVIO - Venerdì 08 aprile 2022  h. 10-16
    EVENTO EUROMEDCITY: PACE È AZIONE
  • Piano 5° - SALA PALESTINA - Sabato 09 aprile 2022  h. 10-18
    COLLEGAMENTI CON ODESSA E ALTRE CITTÀ UCRAINE
  • Piano 5° - CAPPELLA DON BOSCO - Domenica 10 aprile 2022  h. 11
    SANTA MESSA E MOMENTI DI PREGHIERA PER L’UCRAINA

Leggi tutto: ...

Ogni settimana bravi giovani falconieri intervengono presso il Museo per allontanare i gabbiani e gli altri volatili causa di danni gravi alle coperture.
GRAZIE a nome di tutti noi!

Leggi tutto: ...