MAMT||Museo Mediterraneo dell' Arte, della Musica e delle Tradizioni

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

Si è svolto presso la sede centrale degli Stati Uniti del Mondo e del Museo della Pace il seminario dal tema “L’identità occidentale nel 2022”.
Sono intervenuti, tra gli altri, il Segretario Generale degli Stati Uniti del Mondo Michele Capasso, il Presidente dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo Gennaro Migliore, Paolo Macry, Geremia Gaudino, Peppino Ossorio, Annarita Patriarca, Gianfranco Savino, Antonio Solano e Luigi Caramiello.

Leggi tutto: ...

Frédéric Rosmini, già parlamentare europeo, membro del Consiglio Regionale della Regione “Provenza - Costa Azzurra” e delle Città per la Pace ha visitato la sede centrale degli Stati Uniti del Mondo e del Museo della Pace.
Accolto dal Segretario Generale Michele Capasso ha espresso apprezzamento per un luogo in cui la pace si respira auspicando di poter ritornare perché occorre molto tempo “per apprezzare le meraviglie del luogo”.
Particolare emozione nelle sale dedicate a Raffaele Capasso. Sindaco socialista di San Sebastiano al Vesuvio ed artefice della ricostruzione.

Leggi tutto: ...

Una folta rappresentanza degli allievi dell’Istituto Superiore “Margherita di Savoia” di Napoli ha visitato la sede degli “Stati Uniti del Mondo” e del “Museo della Pace” esprimendo apprezzamento per le alte finalità dell’organismo internazionale.
Accolti dal Segretario Generale Michele Capasso e da altri membri dell’istituzione i giovani hanno ripercorso le varie tappe che a partire dal 1989 hanno caratterizzato la costituzione degli “Stati Uniti del Mondo”.
Particolarmente attenti al video originale con l’appello ai giovani per gli “Stati Uniti del Mondo” rivolto da Gustavo Rol nel gennaio 1987.
A conclusione della visita i ragazzi si sono esibiti in un concerto per la pace.

Leggi tutto: ...

Gli allievi dei vari corsi dell’Istituto Musicale “Margherita di Savoia” di Napoli – coordinati tra gli altri dalla prof.ssa Valentina Crimaldi – si sono esibiti in un bellissimo concerto dedicato all’Ucraina dal titolo “MAI PIU’ FUCILI…STRUMENTI IN MUSICA CONTRO TUTTE LE GUERRE”. Prima del concerto il Segretario Generale degli Stati Uniti del Mondo prof. Michele Capasso ha rivolto un appello ai giovani collegandosi con la città di Odessa e raccomandando di agire con le tre “A”: Ascolto, Accoglienza, Amore.
Particolarmente attenti gli studenti al video originale con l’appello ai giovani per gli “Stati Uniti del Mondo” rivolto da Gustavo Rol nel gennaio 1987 e che il prof. Capasso ha fatto visionare prima del concerto.

Leggi tutto: ...

Rappresentanti della Fondazione Mediterraneo e degli Stati Uniti del Mondo sono intervenuti ad Acerra per le celebrazioni del 25 aprile, presente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Il Segretario Generale degli Stati Uniti del Mondo Michele Capasso ha sottolineato l’importanza simbolica delle celebrazioni ad Acerra “perché è proprio dal riconoscimento della verità storica che potrà nascere uno spirito di collaborazione e mutuo rispetto quale base fondamentale per la coesistenza pacifica”.

Leggi tutto: ...

Trecento studenti delle varie scuole si sono avvicendati nella sede degli “Stati Uniti del Mondo” e del Museo della Pace per celebrare la Festa della Liberazione del 25 aprile 2022. In collegamento con Acerra è stata trasmessa sui grandi videowall in diretta la cerimonia ufficiale in presenza del Presidente Sergio Mattarella.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ed il Museo della Pace – MAMT hanno celebrato la “52a Giornata Mondiale della Terra” dal tema “INVESTIAMO PER IL PIANETA” via web e con numerose iniziative: videoconferenze, collegamenti, chat e – soprattutto – l’invio di 1.000 copie del volume “Questa nostra buona terra” edito nel 2014 dalla Fondazione e scritto da Suor Maria Pia Giudici, scomparsa il 20.02.2020 proprio il giorno in cui si diffondeva in Italia il coronavirus.
Attraverso video multimediali di grande qualità, dote del Museo patrimonio dell’umanità, è stato possibile compiere un viaggio virtuale attraverso i 5 continenti, dando voce ai popoli che quotidianamente custodiscono la nostra casa comune, vivendo e lottando per la tutela ed il riconoscimento dei diritti di ciascun popolo in ogni angolo della Terra.
In un mondo troppo spesso schiacciato dall’interpretazione europea dell’ambiente e delle sue funzioni, emerge l’impegno di organizzazioni e realtà che, istaurando rapporti positivi con la natura, tutelano i popoli originari che da sempre preservano il polmone della terra. Lottano insieme a chi quotidianamente si impegna a servizio e per promuovere la conservazione, delle foreste amazzoniche o della foresta del Congo.
Prendersi cura di questi popoli significa prendersi cura dell’intero ecosistema, del mondo, della nostra casa comune.
Appare chiara l’interrelazione tra i popoli della terra, l’interdipendenza che ci fa protagonisti di un destino comune, il quale dipende dalle azioni degli uomini e delle donne di ogni angolo del pianeta. Con delicata ferocia, è l’attualità a svelarci il sottile ma costante legame che ci rende tutti parte ed artefici del futuro del nostro pianeta.
Un solo popolo che condivide un solo pianeta.
Il viaggio virtuale del Museo della Pace – MAMT ci permette di ascoltare chi quotidianamente tutela la terra per tutelare ognuno di noi.
Il presidente Michele Capasso ha ripercorso le tappe del suo impegno in favore della terra: all’età di 16 anni, quel 22 aprile del 1970, partecipò alla prima edizione della giornata mondiale. Un impegno che per mezzo secolo lo ha visto diffondere, con ogni mezzo, l’allarme sulle condizioni della nostra casa comune, come testimoniano centiaia di interventi relazioni e pubblicazioni.
Come ricordo per Suor Maria Pia Giudici di seguito la prefazione del presidente Michele Capasso al volume “Questa nostra buona terra”.
In questa occasione è stato presentato "L'APPELLO PER GLI STATI UNITI DEL MONDO".

Leggi tutto: ...

Ecco gli eventi della settimana 11-17 aprile 2022.

  • Piano 4° - SALA VESUVIO - Lunedì 11 aprile 2022  h. 10-18
    COLLEGAMENTI CON LA CITTÀ DI ODESSA PER AIUTI UMANITARI
  • Piano 2° - SALA SIRIA - Lunedì 11 aprile 2022 h.15 -20
    RIUNIONE DEL COMITATO PER IL COVID
  • Piano terra - BIBLIOTECA PACE - Lunedì 11 aprile 2022  h. 10-18
    ACCOGLIENZA PARTECIPANTI CAROVANA “PACE IN UCRAINA”
  • Piano 5° - SALA PALESTINA - Martedì 12 aprile 2022  h. 10
    COLLEGAMENTO CON AMMAN PER LE ATTIVITÀ DELLA SEDE DISTACCATA SULL’ARTE E CREARTIVITA COME ANTIDOTO ALLA GUERRA
  • Piano 5° - SALA PALESTINA - Mercoledì 13 aprile 2022  h. 09-18
    SESSIONI DI LAVORO “STATI UNITI DEL MONDO”
  • Piano 4° - SALA VESUVIO - Giovedì 14 aprile 2022  h. 10-16
    EVENTO ALMAMED: UNIVERSITÀ PER LA PACE
  • Piano 4° - SALA VESUVIO - Venerdì 15 aprile 2022  h. 10-16
    EVENTO ALMAMED: UNIVERSITÀ PER LA PACE
  • Piano 5° - SALA PALESTINA - Sabato 16 aprile 2022  h. 10-18
    COLLEGAMENTI CON ODESSA E ALTRE CITTÀ UCRAINE
  • Piano 5° - CAPPELLA DON BOSCO - Domenica 17 aprile 2022  h. 11
    SANTA MESSA DI PASQUA E MOMENTI DI PREGHIERA PER L’UCRAINA

Leggi tutto: ...