Maison de la Paix || Casa Universale delle Culture

CASA UNIVERSALE DELLE CULTURE

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è un luogo altamente rappresentativo, in cui trasmettere la conoscenza delle diverse identità e culture del mondo, strutturando permanentemente iniziative in grado di produrre la pace necessaria per lo sviluppo condiviso.

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture (MdP) è un progetto ideato da Michele Capasso, al quale hanno aderito i principali Paesi del mondo ed organismi internazionali. E' un’architettura in cui viene custodita la memoria delle molteplici iniziative di Pace che hanno caratterizzato la storia, spesso più delle guerre, ma – soprattutto – uno spazio in cui “costruire” la Pace.

Il complesso architettonico ha un valore simbolico importante: rappresenta, infatti, i Paesi del mondo impegnati nel processo di pace, unitamente ai Paesi vittime dei conflitti.

Proposto dalla Fondazione Mediterraneo con la Maison des Alliances – insieme ai principali organismi aderenti, quali l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, la Lega degli Stati Arabi, la Fondazione Euromediterranea Anna Lindh ed altri, la MdP costituisce un punto di riferimento per tutti coloro che intendono abbracciare la pace.

Il suo simbolo è il "Totem della Pace" dello scultore Mario Molinari che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo, costituendo la rete delle "Città per la Pace".

La prima sede della MdP è stata inaugurata il 14 giugno 2010 (Nasce la Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture) nello storico edificio del Grand Hotel de Londres a Napoli.

L'azione della Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è finalizzata a valorizzare le iniziative principali del "Forum Universale delle Culture" di: Barcellona (2004), Monterrey (2007), Valparaiso (2010) e Napoli (2013).

La Maison de la Paix svolge la maggior parte delle iniziative congiuntamente con la Maison de la Méditerranée.

 

Il presidente emerito della Bosnia Erzegovina Haris Silajdžić nel corso di un incontro con il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso ha ricordato i momenti fondamentali della guerra in ex Jugoslavia e l’impegno personale del presidente Capasso e della Fondazione Mediterraneo nell’aiuto alle vittime innocenti della più grande tragedia dopo la seconda guerra mondiale.

Leggi tutto: ...

“Oggi è stato veramente un compleanno ‘speciale’ per me!
TANTE COINCIDENZE: la ricorrenza dei 30 anni della nascita della FONDAZIONE MEDITERRANEO e della ALBABTAIN FOUNDATION del Kuwait; l’anniversario della Convenzione de L’Aja per la tutela del patrimonio culturale in zone di guerra, stipulata proprio 65 anni fa, stesso giorno della mia nascita.
Un’occasione per ricordarlo proprio a L’Aja, proprio alla Corte internazionale di Giustizia, con tanti amici che mi hanno accompagnato in 30 anni di impegno per il dialogo e la pace: dal PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI MALTA GEORGE VELLA all’ex PREDIDENTE DELLA BOSNIA HERZEGOVINA HARIS SILAJDZIZ; dal PRESIDENTE EMERITO DELLA TURCHIA ABDULLAH GUL ad AMR MUSA, storico SEGRETARIO DELLA LEGA DEGLI STATI ARABI; dal PRINCIPE SAUDITA TURKI AL FAISAL ALSAUD al presidente ABDULAZIZ SAUD ALBABTAIN; dal Presiente dell’Assemblea Nazionale del Kuwait MARZOUQ AL-GHANIM al presidente della riforma e della ricostruzione dell’Iran AMMAR AL-HAKIM; dal presidente della Repubblica Centro Africana FAUSTIN-ARCHANGE TOUADERA alla parlamentare europea TOKIA SAIFI e via per un lungo elenco di personalità presenti a L’Aja.
Desidero ringraziare il PRESIDENTE DELLA CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA ABDULQAWI AHMED YUSUF per le belle parole e la considerazione.
Una giornata da ricordare!”
Michele Capasso

Leggi tutto: ...

Il presidente della Fondazione Mediterraneo prof. Michele Capasso ha incontrato il presidente della Repubblica Centrafricana prof. Faustin Archange Touadera con il quale si è intrattenuto in cordiale colloquio.
Nel corso dell’incontro sono state analizzate le principali questioni riguardanti lo scenario internazionale e, in particolare, quelle concernenti il paese africano.
Il presidente Capasso ha accettato l’invito a recarsi nella Repubblica Centraficana nei prossimi mesi.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo partecipa al 220° anniversario del “Fatto di VIgliena” quale riferimento morale e civico della storia di Napoli.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ha partecipato all'edizione 2019 di AI Paris, che mira a supportare i decision-maker, nella necessaria transizione dei loro modelli organizzativi, preparandoli a progetti di trasformazione futuri: Competenza, trasparenza, gestione del cambiamento, governance, agilità, pianificazione delle risorse... Come ridimensionare rapidamente e rendere l'Intelligenza Artificiale (IA) un forte progetto imprenditoriale pur ispirando la fiducia degli utenti? Come accompagnare il cambiamento e diffondere una cultura dell'IA che sia condivisa da tutti? Come definire il tuo ecosistema techno adottando un approccio etico e responsabile all'IA?
L'evento di quest'anno ha proposto:

  • Una panoramica completa delle opportunità e delle tecnologie dell'intelligenza artificiale
  • Una cassetta degli attrezzi tecnica accessibile a tutti
  • Casi di usi concreti e feedback non pubblicati
  • Condivisione di metodologie, tabelle di marcia e buone pratiche
  • Un laboratorio di innovazione e ispirazione
  • Incontri ad alto livello con gli attori che fanno l'intelligenza artificiale in Francia ed in Europa.

Maggiori informazioni su: ActuLa

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ha partecipato al 15th INSME ANNUAL MEETING dal tema “Fintech and Logistics: New technologies and Markets for SMEs”.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso e Pia Molinari hanno partecipato allapresentazione del volume di Alessandro Castagnaro dal titolo “Napoli e la cultura architettonica internazionale – 1974 – 1991”.
Presenti i protagonisti dell’architettura napoletana e internazionale.

Leggi tutto: ...

In occasione del 73° anniversario della Repubblica Italiana la Fondazione Mediterraneo ha partecipato agli eventi commemorative in varie città italiane.
Da Napoli a Torino, da Roma a Chieti membri della Fondazione hanno reso omaggio alla Repubblica Italiana, custode dei valori della democrazia, della libertà e della giustizia sociale.

Leggi tutto: ...