Maison de la Paix || Casa Universale delle Culture

CASA UNIVERSALE DELLE CULTURE

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è un luogo altamente rappresentativo, in cui trasmettere la conoscenza delle diverse identità e culture del mondo, strutturando permanentemente iniziative in grado di produrre la pace necessaria per lo sviluppo condiviso.

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture (MdP) è un progetto ideato da Michele Capasso, al quale hanno aderito i principali Paesi del mondo ed organismi internazionali. E' un’architettura in cui viene custodita la memoria delle molteplici iniziative di Pace che hanno caratterizzato la storia, spesso più delle guerre, ma – soprattutto – uno spazio in cui “costruire” la Pace.

Il complesso architettonico ha un valore simbolico importante: rappresenta, infatti, i Paesi del mondo impegnati nel processo di pace, unitamente ai Paesi vittime dei conflitti.

Proposto dalla Fondazione Mediterraneo con la Maison des Alliances – insieme ai principali organismi aderenti, quali l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, la Lega degli Stati Arabi, la Fondazione Euromediterranea Anna Lindh ed altri, la MdP costituisce un punto di riferimento per tutti coloro che intendono abbracciare la pace.

Il suo simbolo è il "Totem della Pace" dello scultore Mario Molinari che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo, costituendo la rete delle "Città per la Pace".

La prima sede della MdP è stata inaugurata il 14 giugno 2010 (Nasce la Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture) nello storico edificio del Grand Hotel de Londres a Napoli.

L'azione della Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è finalizzata a valorizzare le iniziative principali del "Forum Universale delle Culture" di: Barcellona (2004), Monterrey (2007), Valparaiso (2010) e Napoli (2013).

La Maison de la Paix svolge la maggior parte delle iniziative congiuntamente con la Maison de la Méditerranée.

 

Si è svolta a Bagno a Ripoli, nella Sala Consiglio del Comune, la cerimonia di assegnazione dei “Premi OMCOM 2019”.
L’OMCOM è l’”Osservatorio Mediterraneo sulla Criminalità Organizzata e le Mafie” costituito dalla Fondazione Antonino Caponnetto e dalla Fondazione Mediterraneo.
I premiati di questa edizione sono:

Sezione “OMCOM SBIRRO”
- Luogotenente GDF Salvatore Pizzo
- M.M. CC Luca Bencivenga
- M.M. CC Luca Tofanicchio
- M.C. Giuseppe Tranchida
- Commissario PDS Gaspare Graffeo Iannone
- Sov. Capo Filippo Conticello

Sezione  “OMCOM ALLA MEMORIA”
- Maresciallo Giuliano Guazzelli

Sezione “OMCOM SCRITTORE”
- Prof. Luciano Armeli Iapichino

Sezione “OMCOM LIBRO”
- Galassia Islamica di Sandro Menichelli
- No Mafia di Gianluca Cali
- Malapuglia di Andrea Leccese (27 novembre camera deputati)

Sezione “OMCOM GIORNALISTA”
- Sara Lucaroni

Sezione “OMCOM OPERATIVITÀ”
- Giusy Badalamenti

Sezione “OMCOM AMBIENTE”
- Don Pasquale Aceto

Sezione “OMCOM SPECIALE”
- Il volume “L'affare Modigliani” di Dania Mondini e Claudio Loiodice

Leggi tutto: ...

“Idee, parole ed azioni antimafia”: è stato questo il tema affrontato nel XXVII Vertice Nazionale Antimafia che si è tenuto sabato 30 novembre 2019 a Bagno a Ripoli. Organizzato dalla Fondazione Antonino Caponnetto, in collaborazione con Osservatorio Mediterraneo sulla Criminalità organizzata e la mafia (OMCOM), Fondazione Mediterraneo, Federazione Anna Lindh Italia onlus, Ordine dei Giornalisti della Toscana e Euromedia, il vertice si conferma ormai un appuntamento consolidato nel panorama della lotta alla mafia e alla criminalità.
In questa occasione sono stati assegnati i premi Omcom a chi si è distinto contro la mafia.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso e Pia Molinari sono intervenuti presso l’Università di Chieti alla presentazione del volume di Don Luigi Ciotti “Lettera ad un razzista del terzo millennio”.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso ha avuto un cordiale incontro con l’arcivescovo di Pescara-Penne S.E. Monsignor Tommaso Valentinetti.
Il presidente Capasso ha donato un esemplare del volume “La Grande Méditerranée”.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso ha avuto un cordiale incontro con l’arcivescovo di Chieti-Vasto S.E. Monsignor Bruno Forte.
Durante il colloquio è stata ricordata l’antica amicizia e collaborazione sui temi del dialogo interreligioso e della teologia.
IL presidente Capasso ha ricordato lo straordinario intervento di Mons. Forte sul Mistero della Croce dell’11.9.2018 e quello sul Cardinale Carlo Maria Martini.
A conclusione dell’incontro vi è stato uno scambio di libri scritti da entrambi.

Leggi tutto: ...

Il presidente Capasso ha visitato il Nord della Tunisia: da Sejnane a Biserta; da Bezina a Cap Serrat.
Attraverso gli incontri con le popolazioni residenti è stato possibile comprendere le grandi potenzialità della regione che, in massima parte, ha conservato la sua struttura e la sua bellezza originaria.

Leggi tutto: ...

Il Presidente Michele Capasso  ha presieduto la Quarta sessione scientifica dedicata alle "Sfide demografiche ed economiche” del colloquio internazionale "Il Mediterraneo: realtà, sfide e prospettive” organizzato dalla Konrad Adenauer Stiftung e dal Forum dell'Accademia politica. Sono state presentate le seguenti ralazioni:

  • "Perspectives démographiques transméditerranéennes", Pr. Zeïneb Ben AMMAR MAMLOUK.
  • "Délimitation maritime en Méditerranée orientale", Mme Nesrin SINGIL - Assistant de recherche à l'Université d'Istanbul, département de droit international.
  • "Rôle de l'entrepreneuriat féminin dans le renforcement des relations nord-sud méditerranéennes", Mme Leila Belkhiria JABER - Présidente de la Chambre nationale des femmes chefs d'entreprises (CNFCE).

Leggi tutto: ...

Il dr. Holger Dix, rappresentante e presidente della Fondazione Konrad Adenauer per la Tunisia e l’Algeria, nel suo intervento introduttivo al “5° Colloquio internazionale sul Mediterraneo” - in presenza del ministro degli esteri tunisino Khemaies Jhinaoui e di rappresentanti di vari Paesi – ha citato il libro “La Grande Méditerranée” del presidente Capasso come “riferimento essenziale per comprendere il Grande Mediterraneo”.
Il presidente Capasso ha ringraziato per l’alta considerazione.

Leggi tutto: ...