Maison de la Paix || Casa Universale delle Culture

CASA UNIVERSALE DELLE CULTURE

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è un luogo altamente rappresentativo, in cui trasmettere la conoscenza delle diverse identità e culture del mondo, strutturando permanentemente iniziative in grado di produrre la pace necessaria per lo sviluppo condiviso.

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture (MdP) è un progetto ideato da Michele Capasso, al quale hanno aderito i principali Paesi del mondo ed organismi internazionali. E' un’architettura in cui viene custodita la memoria delle molteplici iniziative di Pace che hanno caratterizzato la storia, spesso più delle guerre, ma – soprattutto – uno spazio in cui “costruire” la Pace.

Il complesso architettonico ha un valore simbolico importante: rappresenta, infatti, i Paesi del mondo impegnati nel processo di pace, unitamente ai Paesi vittime dei conflitti.

Proposto dalla Fondazione Mediterraneo con la Maison des Alliances – insieme ai principali organismi aderenti, quali l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, la Lega degli Stati Arabi, la Fondazione Euromediterranea Anna Lindh ed altri, la MdP costituisce un punto di riferimento per tutti coloro che intendono abbracciare la pace.

Il suo simbolo è il "Totem della Pace" dello scultore Mario Molinari che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo, costituendo la rete delle "Città per la Pace".

La prima sede della MdP è stata inaugurata il 14 giugno 2010 (Nasce la Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture) nello storico edificio del Grand Hotel de Londres a Napoli.

L'azione della Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è finalizzata a valorizzare le iniziative principali del "Forum Universale delle Culture" di: Barcellona (2004), Monterrey (2007), Valparaiso (2010) e Napoli (2013).

La Maison de la Paix svolge la maggior parte delle iniziative congiuntamente con la Maison de la Méditerranée.

 

Nel corso di un incontro presso la sede della Fondazione Mediterraneo, il presidente Michele Capasso ha incontrato il presidente della “Fondazione Europa Mezzogiorno Mediterraneo” Mario Oliverio, accompagnato da Adriana Toman e da una delegazione.
In questa occasione sono state ripercorse le tappe principali della collaborazione tra le due Fondazioni sin dal 2005 ed è stato predisposto un calendario di iniziative da realizzare.
Tra queste i video “La Calabria delle emozioni” (parte integrante del Museo della Pace – MAMT), la realizzazione dell’opera monumentale  “Totem della Pace” in Calabria, seminari ed eventi sul dialogo o dopo la pandemia ed altre iniziative.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso ha partecipato al seminario moderato da François Delerue, cyber defence e ricercatore di diritto internazionale presso l'Istituto di ricerca strategica dell'Ecole Militaire, Francia.
Gli altri oratori:

  • Papa Assane TOURE, magistrato, segretario generale aggiunto del governo, Senegal.
  • Alexander SEGER, capo divisione, Ufficio programmi per la criminalità informatica, Consiglio d'Europa.
  • Sidi RALIOU, direttore dell'economia digitale presso il Ministero delle poste e delle telecomunicazioni e dell'economia digitale, Niger.
  • Layla EZZOUINE, capo del servizio per la lotta al crimine legato alle nuove tecnologie presso la direzione della polizia giudiziaria del Marocco.
  • Issa Saferiba FAYAMA, magistrato, direttore del gabinetto del ministro della giustizia, Burkina Faso.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso ha pubblicato un testo sulla “Carta europea del volontariato” nel volume di Renato Frisanco (Associazione Luciano Tavazza) dal titolo “La solidarietà è reato? Le nuove profezie del Volontariato”.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ha sostenuto a Napoli, Roma ed altre città la “Manifestazione nazionale” titolata “Libertà e giustizia per la Palestina”, contro l’annessione dei Territori palestinesi occupati da parte di Israele e per il riconoscimento di due Popoli (Israeliani e Palestinesi) in due Stati (Israele e Palestina).
Sin dalla nascita nel 1990 la Fondazione ha sostenuto la causa palestinese con numerosi iniziative ed incontri: solo come esempio si citano le visite di Arafat ed Abu Mazen alla Fondazione, i convegni gli appelli, i seminari e tante iniziative come quella del 2002 che vide una gigantesca bandiera della Palestina aprire un corteo dalla sede della Fondazione a Napoli.

Leggi tutto: ...

Una delegazione della Fondazione Mediterraneo ha ricordato Suor Maria Pia Giudici scomparsa il 20 febbraio di quest’anno.
In questa occasione è stato riproposto webinair il film di Michele Capasso dal titolo “MARIA PIA GIUDICI . LA GIOIA IN UNA VITA SEMPLICE”.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ha partecipato ad un seminario internazionale svoltosi webinair tra esperti di 26 Paesi: oggetto la valutazione della gestione della crisi da COVID 19 in vari Paesi.
Il presidente Capasso ha evidenziato la gravità della pandemia ma anche l’opportunità per ristabilire un nuovo sistema di valori basato sulla solidarietà, sul rispetto del creato e sulla competenza.
“Concretezza” e “Visione” sono i due pilastri – secondo Capasso – su cui fondare una nuova umanità basata su capacità progettuali ed organizzative finalizzate esclusivamente al bene comune.

Leggi tutto: ...

Si è svolta una cerimonia celebrativa in occasione del 18° anniversario della costituzione della sede per la Riva Sud della Fondazione Mediterraneo con l’Accademia del Mediterraneo – Maison de la Méditerranée.
Collegato in videoconferenza il presidente Michele Capasso ha ripercorso le tappe principali inerente la sede di Marrakech evidenziando grandi eventi – Forum, Conferenze internazionali, la Chaire Averroès, ecc. – e la leale duratura amicizia con il popolo marocchino e con il re Hassan II prima e Maometto VI oggi.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo sostiene Papa Francesco ed il suo messaggio per la giornata mondiale del rifugiato.

Leggi tutto: ...