FEDERAZIONE ANNA LINDH ITALIA

 

La Federazione Anna Lindh Italia, senza scopo di  lucro, condivide le finalità della Fondazione Anna Lindh  creata nel 2004 dalla Commissione europea congiuntamente ai 42 paesi euromediterranei. 
L’obiettivo della Federazione è promuovere, sostenere ed attuare l’interazione culturale e sociale tra l’Italia e i paesi euromediterranei in vari campi d’azione tra i quali: arte, architettura, archeologia, ambiente, artigianato, giovani, donne, diritti umani, migranti, mestieri d’arte, occupazione, formazione, educazione, infanzia, sport, dialogo interreligioso, legalità, musica, cultura del cibo, empowerment, tradizione, turismo, solidarietà sociale, scambi economici e culturali, mestieri d’arte.
In particolare la Federazione intende attuare iniziative in favore dei giovani finalizzate specialmente a restituire loro speranza e fiducia attraverso la promozione del “vero”, del “bello” e del “buono”.

La Fondazione Mediterraneo e la Federazione Anna Lindh Italia hanno partecipato all’Incontro internazionale di preghiera per la pace dal tema “Nessuno si salva da solo. Pace e fraternità”, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio.
In questa occasione è stato sottoscritto dai partecipanti l’”Appello per la pace”.
Il presidente Michele Capasso, alla vigilia del trentennale della Fondazione Mediterraneo, ha sottolineato “l’importanza dell’incontro perché proprio in questo momento difficile a causa della pandemia è indispensabile riaffermare lo spirito di fraternità e di unione considerandoci tutti insieme fratelli e sorelle”.

Leggi tutto: ...

In occasione del decennale dell’inaugurazione del “Totem della Pace” dello scultore Mario Molinari alla Farnesina, si è svolta webinar una cerimonia commemorativa con i partecipanti principali a quell’evento: dalla principessa WIjdan Al Hashemi di Giordania a Mons. Fouad Twal, già Patriarca latino di Gerusalemme, ed ai rappresentanti di Governi ed Ambasciatori allora intervenuti.
Il presidente Michele Capasso ha sottolineato l’importanza del “Totem della Pace” come simbolo che riunisce tanti Paesi del mondo: “Proprio alla vigilia degli incontri per la pace in programma a Roma il 20 ottobre 2020,  l’aver ricordato il lungo viaggio dell’opera monumentale che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo costituisce un richiamo alla fratellanza ed all’unità – indispensabile in un momento difficile della nostra storia - anche attraverso i simboli”.

Leggi tutto: ...

Nel pieno rispetto delle regole di distanziamento e protezione per il Covid 19, si è svolta presso la sede  del Museo della Pace - MAMT in Napoli la cerimonia di assegnazione dei “Premi Mediterraneo 2020” che ha inaugurato le attività celebrative per il trentennale della Fondazione Mediterraneo.
Per la sezione “Istituzioni” il premio è stato assegnato all’Isola di Lampedusa, rappresentata dal Sindaco dott. Salvatore Martello, presente webinar.
Presenti in sala rappresentanti del mondo politico, culturale ed istituzionale di vari Paesi del Mediterraneo ed i membri delle giurie.
Il premio, consistente nell’opera “Totem della Pace” dello scultore Mario Molinari, è stato simbolicamente consegnato dal presidente prof. Michele Capasso e dalla dott.ssa Pia Molinari in attesa di svolgere la cerimonia ufficiale a Lampedusa nelle prossime settimane.
Il presidente Capasso ha ricordato, in occasione del trentennale della Fondazione, le tante attività ed i “Laboratori per la pace” svolti a Lampedusa e culminati nella storica visita di Papa Francesco dell’8 luglio 2013 e del contemporaneo appello lanciato a Lampedusa dalla Fondazione lo stesso giorno.
Il Sindaco Martello ha ringraziato per il prestigioso riconoscimento che onora l’Isola ed i suoi abitanti.
In questa occasione è stato proposto di realizzare l’opera monumentale “Totem della Pace” sull’Isola di Lampedusa per rafforzarne il legame anche in considerazione che le reliquie dei migranti presenti nel “Totem della Pace” del Porto di Napoli (inaugurato da Papa Francesco il 21 marzo 2015) furono portate proprio dal Comandante della Guardia Costiera di Lampedusa.
In questa occasione è stato presentato in varie lingue il percorso emozionale del Museo della Pace – MAMT titolato “Voci dei Migranti” e dedicato a Lampedusa.

Leggi tutto: ...

Nel pieno rispetto delle regole di distanziamento e protezione per il Covid 19, si è svolta presso la sede  del Museo della Pace - MAMT in Napoli la cerimonia di assegnazione dei “Premi Mediterraneo 2020” che ha inaugurato le attività celebrative per il trentennale  della Fondazione Mediterraneo. Riconosciuto tra i Premi più importanti grazie anche alla qualità delle giurie rappresentanti 43 Paesi euro mediterranei, quest’edizione del Premio ha visto l’assegnazione di una nuova sezione denominata “Città del dialogo”.
Numerosi i collegamenti webinar (*) con diversi paesi euromediterranei.
Tra i presenti il presidente dell’Ordine degli ingegneri prof. Edoardo Cosenza, i membri della giuria, i premiati, il prof. Massimo Pica Ciamarra e rappresentanti del mondo accademico, artistico e culturale del Mediterraneo.
L’artista Ciccio Merolla si è esibito in un concerto di “Musiche par la Pace”.
In questa occasione sono stati assegnati i PREMI MEDITERRANEO CITTÀ DEL DIALOGO, il PREMIO MEDITERRANEO ISTITUZIONI, la TARGA D’ONORE ed i PREMI ARCHITETTURA E CITTÀ.
Tra i premiati:

  • PREMIO MEDITERRANEO ISTITUZIONI ALL’ ISOLA DI LAMPEDUSA
    (Rappresentata dal Sindaco dott. Salvatore  Martello)
    Presentazione di Michele Capasso, presidente della Fondazione Mediterraneo

  • PREMIO MEDITERRANEO CITTÀ DEL DIALOGO ALL’ ARCHITETTO VINCENZO LATINA
    (Risanamento e restauro ambientale della ex Cava di Lampedusa)
  • PREMIO MEDITERRANEO CITTÀ DEL DIALOGO
    (menzione speciale) AGLI ARCHITETTI  FRANCESCO SCARDACCIONE E ISHIMOTO
    (Facoltà di Ingegneria a San Giovanni a Teduccio)

  • PREMIO MEDITERRANEO CITTÀ DEL DIALOGO
    (menzione) ALL’ARCHITETTO PASQUALE TIERNO
    (Teatro Urbano a Calvanico - Salerno)
  • TARGA D’ONORE ALLA BIBLIOTECA DEI GIROLAMINI
    (Rappresentata dalla dottoressa Antonella Cucciniello, Direttrice della Biblioteca e Complesso monumentale dei Girolamini)

(*) La parola “webinar” è un neologismo nato dall'unione di due termini inglesi:  “web” e “seminar” e si riferisce a partecipazioni in diretta a eminari o conferenze a distanza attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie web.

Leggi tutto: ...

Nel pomeriggio di sabato 3 ottobre 2020 al Museo della PaceMAMT diretta con Assisi e con papa Francesco per la firma della nuova Enciclica “Fratelli tutti” sulla fraternità e l’amicizia sociale. Il Santo Padre al Sacro Convento ha celebrato la Santa Messa presso la Tomba di San Francesco e, al termine, ha firmato l’Enciclica.
A motivo della situazione sanitaria, è stato desiderio del Santo Padre che la visita si svolgesse in forma privata, senza alcuna partecipazione dei fedeli.
Il presidente Michele Capasso ha sottolineato l’importanza dell’Enciclica proprio in un momento difficile per la storia dell’umanità.

Leggi tutto: ...