Tutti gli Eventi e le Iniziative || Anno per Anno

La Fondazione Mediterraneo ed il Museo della Pace - MAMT hanno accolto - nel quadro di un partenariato - i partecipanti al progetto “Bridge over opened minds (Boom)” coordinato dall’Istituto Comprensivo Statale “Adelaide Ristori” di Napoli nell’ambito del programma Erasmus+.
I docenti, appartenenti ad istituti scolastici dell’italia, della Romania, della Croazia e della Polonia, sono stati accolti dal presidente Michele Capasso ed hanno espresso apprezzamento per un luogo unico ed altamente rappresentativo.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ed il Museo della Pace - MAMT hanno accolto - nel quadro di un partenariato - i partecipanti al progetto “Bridge over opened minds (Boom)” coordinato dall’Istituto Comprensivo Statale “Adelaide Ristori” di Napoli nell’ambito del programma Erasmus+.
I docenti, appartenenti ad istituti scolastici dell’italia, della Romania, della Croazia e della Polonia, sono stati accolti dal presidente Michele Capasso dalla dirigente scolastica Immacolata Iadicicco.
A conclusione dell’incontro vi è stata la consegna degli attestati ed i riconoscimenti.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso e Pia Molinari hanno partecipato all’incontro presso lo studio PICA CIAMARRA ASSOCIATI.

Leggi tutto: ...

Le principali reti televisive della Romania hanno trasmesso servizi sul Museo della PaceMAMT definendolo luogo unico per emozioni e testimonianze.

Leggi tutto: ...

La storia di un’agricoltura derubata, di una mafia che ha incassato milioni di euro di contributi europei grazie ai terreni del Parco dei Nebrodi, e non solo. Terreni lasciati in stato di abbandono, sottratti ad agricoltori onesti, che hanno fruttato un patrimonio alle cosche mafiose. Un business facile in sostanziale assenza di controlli, un giro vorticoso di denaro, spezzato dal Presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, grazie al Protocollo di Legalità, il cosiddetto “Protocollo Antoci”. Un’opera forte di contrasto alle mafie, un percorso di legalità che da quei Nebrodi è partito risalendo lo stivale, fino a diventare patrimonio del Paese, legge dello Stato.
È la “mafia dei pascoli” che dà il titolo al libro che Antoci ha scritto a quattro mani con il giornalista Nuccio Anselmo presentato lunedì 20 maggio a Napoli nell’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino nell’ambito dell’iniziativa promossa da Fisac Cgil CampaniaFlai Cgil Campania e Advisora, la comunità professionale che opera nell’ambito dell’amministrazione giudiziaria di beni ed aziende sequestrati e confiscati.
Antoci ha incontrato gli studenti dell’istituto Profagri di Angri e Sarno – coinvolti attraverso un protocollo d’intesa nella gestione del bene confiscato “Fondo Agricolo Nicola Nappo” di Scafati, concesso all’Ats “Terra Viva” in collaborazione con l’Alpaa e la Cgil – e ha partecipato  alla tavola rotonda su “Legalità, sviluppo economico e Mezzogiorno” e alla firma del protocollo d’intesa tra Advisora e la Cgil, finalizzato ad un’azione comune sui temi della educazione alla legalità, del riutilizzo a fini sociali dei beni e delle aziende sequestrate e confiscate alle mafie e, più in generale, del contrasto alla criminalità organizzata.
L’iniziativa segue le cerimonie del PREMIO MEDITERRANEO che la Fondazione Mediterraneo ha assegnato ad Antoci, al generale Angelosanto, alla memoria di Luciano Tavazza e ad Annella Prisco.

Leggi tutto: ...

Dopo il successo delle edizioni 2017 e 2018, il Museo della Pace – MAMT ha aderito a “PORTO APERTO 2019” con un’apertura straordinaria del Museo e dei percorsi emozionali dedicati ai “Migranti” ed a “La Campania delle emozioni”.
Partendo dal TOTEM DELLA PACE (Molinari scultore) con l’urna del Migrante ignoto – visitato da Papa Francesco – i visitatori si sono immersi nei 107 videowalls ad alta definizione dove sono stati proiettati i video de “La Campania delle emozioni”: i porti e le risorse del mare di una regione unica al mondo hanno affascinato i turisti provenienti da tutto il mondo.

Leggi tutto: ...

In occasione dell’evento “Napoli Porto Aperto” il “Totem della Pace” (Molinari scultore) con l’urna del Migrante Ignoto diventa il simbolo dei rifugiati che lanciano un appello contro la chiusura dei porti, per una politica di accoglienza e di integrazione di tutti quanti scappano dalle guerre.
Il “Totem della Pace” - che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo – rappresenta sempre di più i rifugiati, i deboli, i poveri e quanti sono vittime di ingiustizia e di illegalità.
In particolare, l’opera monumentale realizzata dinanzi alla Stazione Marittima del Porto di Napoli – donata al Corpo della Guardia Costiera in occasione del 150° anniversario – contiene le reliquie del Migrante Ignoto, portate dagli ufficiali della Guardia Costiera di Lampedusa il 21 marzo 2015 in presenza di Papa Francesco.

Leggi tutto: ...

I partecipanti al Vertice sugli “Stati Uniti d’Europa” hanno visitato il Museo della Pace - MAMT.
Accolti dal presidente Michele Capasso e da Pia Molinari hanno espresso apprezzamento specialmente per le sezioni dedicate alle religioni del Mediterraneo ed alla legalità.

Leggi tutto: ...

La “Medaglia d’Onore Istituzioni” del PREMIO MEDITERRANEO è stata attribuita dalle giurie internazionali al generale Pasquale Angelosanto, comandante del Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri (ROS).
Il riconoscimento è stato consegnato dal presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e dal presidente della Fondazione Caponnetto Salvatore Calleri in presenza di rappresentanti di vari Paesi e delle istituzioni.

Leggi tutto: ...

Gli assegnatari ed i partecipanti alla cerimonia del Premio Mediterraneo hanno visitato il Museo della Pace - MAMT.
Accolti dal presidente Michele Capasso e da Pia Molinari hanno espresso apprezzamento specialmente per le sezioni dedicate alle religioni del Mediterraneo ed alla legalità.

Leggi tutto: ...