Tutti gli Eventi e le Iniziative || Anno per Anno

Si è svolta a Tunisi, sotto la presidenza congiunta di Faiza Kefi e Nadir Aziza, la riunione del Comitato Esecutivo Internazionale (CEI) della Fondazione Mediterraneo e del Museo della Pace - MAMT.
Unico punto all’ordine del giorno l’irrisolto problema della sede di Napoli del Museo della Pace - MAMT.
Su tale argomento il CEI ha deliberato di richiedere al Governo italiano - per le parti dell’immobile di proprietà dell’Agenzia del Demanio - la definizione degli impegni assunti a Marsiglia il 6 luglio 2000 e ratificati dalla legge 111/2001. In dettaglio:

  • La concessione di ulteriori immobili del Palazzo Pierce per completare il sistema museale, per garantire la sicurezza e l’unicità della scala di accesso da via Depretis 130 e per il completamento del programma “Italia da scoprire”.
  • La riunificazione delle concessioni in essere con le nuove.
  • L’applicazione del canone ricognitorio o della gratuità.
  • L’applicazione della durata equiparata alle porzioni di immobile concessi dalla Regione Campania per le parti di sua competenza (99anni).

In questa occasione è stato redatto un Appello che, oltre ad essere stato sottoscritto all’unanimità da tutti i presenti, sarà proposto in vari consessi internazionali e, in particolare, nei Paesi partner del Museo.
Il CEI ha incaricato il legale rappresentante del soggetto attuatore – la Fondazione Mediterraneo – di inviare copia dell’Appello ai ministri Franceschini e Gualtieri.
Il CEI ha deliberato, infine, di pubblicare i documenti principali e parte della corrispondenza intercorsa.

Leggi tutto: ...

Il dr. Holger Dix, rappresentante e presidente della Fondazione Konrad Adenauer per la Tunisia e l’Algeria, nel suo intervento introduttivo al “5° Colloquio internazionale sul Mediterraneo” - in presenza del ministro degli esteri tunisino Khemaies Jhinaoui e di rappresentanti di vari Paesi – ha citato il libro “La Grande Méditerranée” del presidente Capasso come “riferimento essenziale per comprendere il Grande Mediterraneo”.
Il presidente Capasso ha ringraziato per l’alta considerazione.

Leggi tutto: ...

Ministri ,delegati, intellettuali, esponenti della società civile di vari Paesi euromediterranei hanno sottoscritto l’Appello per la salvaguardia della sede del Museo della Pace - MAMT a Napoli.
Le richieste in dettaglio sono:

  • La concessione di ulteriori immobili del Palazzo Pierce per completare il sistema museale, per garantire la sicurezza e l’unicità della scala di accesso da via Depretis 130 e per il completamento del programma “Italia da scoprire”.
  • La riunificazione delle concessioni in essere con le nuove.
  • L’applicazione del canone ricognitorio o della gratuità.
  • L’applicazione della durata equiparata alle porzioni di immobile concessi dalla Regione Campania per le parti di sua competenza (99anni).

I sottoscrittori hanno incaricato il legale rappresentante del soggetto attuatore – la Fondazione Mediterraneo – di inviare copia dell’Appello ai ministri Franceschini e Gualtieri ed al presidente della Regione Campania De Luca.

Leggi tutto: ...

Il Presidente Michele Capasso ha partecipato al 5° Colloquio Internazionale "Il Mediterraneo: realtà, sfide e prospettive” organizzato dalla Konrad Adenauer Stiftung e dal Forum dell'Accademia politica.
Il prof. Capasso ha presieduto la Quarta sessione scientifica dedicata alle "Sfide demografiche ed economiche” ed ha preso parte alla sesta sessione scientifica dedicata a "Il Mediterraneo della cultura” con la relazione titolata “2020-2050: il Grande Mediterraneo nelle mutazioni geostrategiche”.
I partecipante nella sessione di apertura, presente il Ministro degli Affari Esteri Khemaies Jhinaoui, hanno sottoscritto all’unanimità l’Appello del Comitato Esecutivo Internazionale del Museo della Pace - MAMT con il quale si richiede alle autorità italiane di garantire la permanenza del Museo - patrimonio dell’umanità - a Napoli.

Leggi tutto: ...

Presente a Tunisi, il presidente Michele Capasso ha assistito al discorso di insediamento del neoeletto presidente della Tunisia Kais Saied.
“Ho apprezzato il riferimento alla competenza e non all’appartenenza politica - afferma Capasso - come criterio per la scelta dei nuovi Ministri e, in generale, dei responsabili della cosa pubblica”.
Kais Saied è stato eletto presidente della Repubblica tunisina con il 72,7% delle preferenze lo scorso 13 settembre. Pochi minuti dopo la chiusura dei seggi e la diffusione dei primi exit poll, per le strade di Tunisi sono scese migliaia di persone, che tra caroselli di auto e bandiere si sono riversate sulla Avenue Bourguiba. Sulla via simbolo della capitale e della rivoluzione del 2011 i festeggiamenti sono andati avanti fino a notte inoltrata. Un assembramento trans-generazionale e culturale che a molti dei partecipanti ha ricordato proprio il clima della rivoluzione dei gelsomini.
«Oggi avete dato una lezione al mondo intero. Si tratta di una rivoluzione sotto una nuova forma: una rivoluzione all’interno del quadro costituzionale, legittimata dalla costituzione» ha affermato Saied nella sua prima dichiarazione da presidente, aggiungendo che la Tunisia «ha aperto una nuova pagina della sua storia» nella quale «le relazioni all’interno del paese si dovranno basare sulla fiducia e la responsabilità». L’obiettivo primario, conclude il neo-presidente, è quello di «restaurare la fiducia tra governanti e governati, operando nel quadro della costituzione e della competenza».

Leggi tutto: ...

Alla vigilia del Forum Internazionale "Il Mediterraneo: Realtà, Sfide e Prospettive" il presidente Michele Capasso è stato intervistato dalla TAP e da altre agenzie arabe sulle tematiche del Mediterraneo.
In questa occasione si svolgerà anche la riunione Internazionale del Comitato Esecutivo della Fondazione Mediterraneo e del Museo della Pace - MAMT che affronterà il problema della sede di Napoli.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ha partecipato all'inaugurazione dell'Expo del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci svoltasi al Museo Louvre di Parigi.
La mostra presenta circa 120 opere tra dipinti, disegni, manoscritti, sculture e oggetti d'arte provenienti da diverse tra le più importanti istituzioni museali in Europa e negli USA con l'obiettivo di documentare in modo approfondito la particolare tecnica pittorica dell'artista, ma anche l'approccio alla conoscenza del mondo da studioso curioso e libero.
A latere dell'evento il presidente Capasso ha presentato le prossime attività del Museo della Pace - MAMT.

Leggi tutto: ...

Visita al Museo di una delegazione messicana guidata dall’architetto Luis Alberto Parra.
Accolti dal presidente Michele Capasso e dalla direttrice Pia Molinari i delegati hanno espresso apprezzamento per un luogo unico patrimonio dell’umanità.
In questa occasione è stato concordato di realizzare l’opera monumentale “Totem della Pace” dello scultore Mario Molinari a La Paz in terra compattata.

Leggi tutto: ...

Visitatori e fedeli hanno celebrato nel Museo della Pace - MAMT la festa di S. Giovanni Paolo II.
Video, testimonianze, documenti, reliquie e Sante Messe hanno caratterizzato la giornata al museo.

Leggi tutto: ...

Si sono svolti a Napoli gli stati generali della cultura con la presenza del Ministro Franceschini. Il presidente Capasso ha sottolineato l'importanza della cultura per civilizzare l'urbano e restituire alle periferie nuova vita.
In questa occasione è stato ricordata la visita del Ministro Franceschini al Museo della Pace - MAMT ed il suo apprezzamento.

Leggi tutto: ...