Totem della Pace

Il “Totem della Pace” è un marchio regolarmente depositato secondo le normative vigenti. Pertanto ogni iniziativa posta in essere da soggetti terzi, volta ad utilizzare tale marchio o la dicitura “Totem della Pace”, in qualsivoglia contesto e per qualsiasi finalità, integra a tutti gli effetti la fattispecie della contraffazione di marchio.

 

La Fondazione Mediterraneo • Organizzazione internazionale non lucrativa d’utilità sociale (Onlus) creata nel 1994 dall’architetto Michele Capasso insieme a studiose e studiosi dell’area euromediterranea, politici di organismi internazionali e diplomatici impegnati in azioni di pace – ha realizzato importanti iniziative per la Pace e lo sviluppo condiviso: tra queste la creazione a Napoli della “Maison de la Paix – Casa Universale delle Culture”, supportata da Capi di Stato e di Governo, da personalità del mondo della cultura, dell'economia e della scienza ed alla quale hanno aderito vari Paesi del mondo ed organismi internazionali come le Nazioni Unite, l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, la Lega degli Stati Arabi, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, la Fondazione Euromediterranea “Anna Lindh”.

Il “Totem della Pace”, opera dello scultore torinese Mario Molinari, è il simbolo della “Maison de la Paix – Casa Universale delle Culture” e rappresenta la Pace nel Mondo e, specialmente, nel Grande Mediterraneo: la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo questo simbolo universale costituendo la rete delle “Città per la Pace”.

Lo scultore Mario Molinari è stato un artista di chiara fama, sensibile alle tematiche di pace e dialogo tra le culture, com'è testimoniato dalle sue numerose opere e dalla sua vita.

Il progetto culturale del "Totem della Pace" è realizzato nel mondo da Michele Capasso: dedito, dal 1990, alla costruzione del dialogo quale strumento per la mediazione dei conflitti, coniuga la sua esperienza internazionale di programmazione e progettazione sociale e interculturale con quella professionale di architetto e ingegnere.


La vela che simboleggia il viaggio, il mare. Questo Nostro Mare che è stato culla della civiltà, teatro di scontri e battaglie tra le genti che lo abitavano ma anche e soprattutto di scambi di merci e di saperi. Un mare celebrato nel mito dove Ulisse si perse, continuando a vagare nella sua disperata ricerca della via del ritorno.La vela che si tinge di rosso, all’alba e al tramonto, alla partenza ed al ritorno nel ritmo, immutabile, dell’Universo.

(M. MOLINARI)

Il Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise prof. Giovanni Cannata in diretta video con i rappresentanti dei vari Paesi per le celebrazioni del “Totem della Pace”.

Leggi tutto: ...

Il Presidente della Fondazione Mediterraneo prof. Michele Capasso, il Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise prof. Giovanni Cannata ed il Direttore del Parco colonnello Luciano Sammarone celebrano il decennale dalla realizzazione dell’opera monumentale “TOTEM DELLA PACE”.

Leggi tutto: ...

Si sono svolte in contemporanea a Pescasseroli, Rabat ed altre città le celebrazioni in occasione del decennale dalla realizzazione - nell’anno 2010 - dell’opera monumentale “Totem della Pace” a Gaeta, Rutino, San Sebastiano al Vesuvio, Pescasseroli, Roma (Ministero degli Affari Esteri), Roma (Presidenza del Consiglio dei Ministri), Rabat (Parlamento del Marocco).
A Pescasseroli il Presidente della Fondazione Mediterraneo prof. Michele Capasso, il Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise prof. Giovanni Cannata ed il Direttore del Parco colonnello Luciano Sammarone hanno celebrato il decennale sottolineando l’importanza del Totem della Pace quale simbolo della salvaguardia dell’ambiente.
In questa occasione il presidente Cannata si è collegato in diretta con le altre città ed ha annunciato le prossime celebrazioni per il centesimo anniversario dalla costituzione del Parco (2022-2023) auspicando un coinvolgimento dei principali parchi del Mediterraneo per un’incontro comune finalizzato allo scambio di esperienze di buona pratica e ad attività di coordinamento.
Il presidente Capasso ha proposto in questa occasione di ospitare per il 2022-2023 una mostra presso il Museo della Pace - MAMT di Napoli dedicata al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise in occasione del centenario, nell’ambito del programma “Italia da scoprire”.

Leggi tutto: ...

Nel corso di un incontro con la direttrice del Museo all’aperto di Paterno Calabro è stata esaminata la possibilità di realizzare l’opera monumentale “Totem della Pace” dello scultore Mario Molinari a Paterno Calabro nel 2021.

Leggi tutto: ...

Suor Maria Pia Giudici è salita al cielo questa notte. Da sempre è stata ardua sostenitrice del “Totem della Pace” di Mario Molinari definendolo come “la Vela Rossa che rappresenta il sangue della vita e della speranza”.

Leggi tutto: ...

Il presidente Michele Capasso, la direttrice Pia Molinari - unitamente a tutti i membri della Fondazione Mediterraneo, della Federazione Anna Lindh Italia e del Museo della Pace - MAMT - ricordano con AMORE Suor Maria Pia Giudici sottolineando il Suo sostegno al Totem della Pace ed alle attività dei sodalizi, le visite al Museo, gli incontri con i giovani ed i poveri provenienti da vari Paesi, la partecipazione all’incontro “Kimiyya” per i diritti delle donne e tanti altri momenti che hanno caratterizzato l’ultimo decennio lasciando l’impronta indelebile di una Grande Amica.
Il presidente Capasso piange la Madre, la Sorella e l’Amica custodendo nel cuore la sua definizione di “Cacciatore del positivo e di tutto ciò che è Vero, Bello, Buono”.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo, in partnership con accademie, università e vari Paesi del mondo, ha presentato al Museo della Pace - MAMT “LA REPUBBLICA DELLO SPAZIO”: un progetto di lunga portata  finalizzato a proteggere,  custodire, valorizzare e promuovere i patrimoni dell’umanità nelle principali categorie.

Viviamo in un momento difficile della nostra storia – ha affermato il presidente Michele Capasso – in cui la dimensione fluida sembra essere predominante: valori, cambiamenti climatici, arte, creatività, mestieri, memorie collettive e tanto altro sembrano non avere più significato e tutto appare in balia di un ‘onda “anomala” in grado di sconvolgere il mondo portando via tutto.
Per salvare l’immenso patrimonio materiale ed immateriale mondiale è necessario agire “Oltre” ed “Altro”: creando una dimensione reale al di fuori del nostro pianeta, nello Spazio appunto, dove proteggere, custodire, valorizzare e promuovere la parte più significativa dei patrimoni mondiali dell’umanità. Dal patrimonio artistico - a rischio di terremoti, alluvioni ed eventi climatici - alle memorie collettive immateriali, dai documenti più significativi della storia alle poesie, dagli antichi saperi alle nuove tecnologie: un elenco nutrito di cose da custodire  e proteggere, sia a livello immateriale che materiale”
.

In occasione delle celebrazioni del trentesimo anniversario della nascita della Fondazione Mediterraneo – in programma per tutto il 2020 – sarà presentato in vari Paesi il progetto esecutivo ed i criteri generali de “La Repubblica dello Spazio”.

Leggi tutto: ...

Nel corso di un incontro con Pia Molinari nella prefettura di Chieti, Don Luigi Ciotti ha ricordato l’antica amicizia con Mario Molinari sottolineando la grandezza dell’artista e la sua grande umanità nel voler aiutare gli altri e trasportare le opere monumentali tra la gente.
In questa occasione ha dedicato a Jacopo Molinari una t-shirt dell’associazione”LIBERA”.

Leggi tutto: ...