Kimiyya ||Le Donne Attrici del Dialogo

Le Donne Attrici del Dialogo

L'Azione comune « KĪMIYYA. Le Donne Attrici del Dialogo » è ideata e realizzata dalla Fondazione Mediterraneo, in collaborazione con 12 Reti nazionali della « Fondazione Anna Lindh »: Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Spagna Francia, Italia, Malta, Mauritania, Repubblica Ceca, Lituania, Slovenia, Tunisia.
L’Azione vuole raccogliere e approfondire il lavoro svolto fino ad oggi, formulando raccomandazioni e linee operative concrete.
La donna è la principale “promotrice” dei collegamenti tra le società civili: sostenendo la sua formazione, l'istruzione e l'accesso ai nuovi strumenti ed alle nuove tecnologie digitali, sarà possibile facilitare l'attuazione del dialogo interculturale nella regione euro mediterranea e ridurre le migrazioni e le cause dei conflitti.
Il nome KĪMIYYA è stato scelto perché nelle antiche lingue del Mediterraneo (amarico, arabo, greco e altre lingue) significa "abbracciare", "fondere", "riunire insieme", "condividere”, “amalgamare”.

L’Assessore Chiara Marciani della Regione Campania con delega alle Pari Opportunità, alla Formazione e alle Politiche Giovanili ha sottoscritto il manifesto “Kimiyya” in difesa dei diritti delle donne, esprimendo apprezzamento per questa azione importante della Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto: ...

La senatrice Emma Bonino ha sottoscritto il manifesto “Kimiyya” in difesa dei diritti delle donne, esprimendo apprezzamento per questa azione importante della Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto: ...

Il direttore generale della Generalitat di Catalogna per l’agricoltura, la pesca e l’alimentazione, dott. Ramon Sentmartì Castané, ha sottoscritto il manifesto “Kimiyya” in difesa dei diritti delle donne, esprimendo apprezzamento per questa azione importante della Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto: ...

Anna Maria Di Napoli, consorte del Comandante della Polizia municipale di Napoli Ciro Esposito, ha sottoscritto il manifesto Kimiyya.

Leggi tutto: ...

La giornalista Brunella Savarese dell’agenzia “Vista Campania” ha sottoscritto il manifesto Kimiyya.

Leggi tutto: ...

L’architetto Luca Zevi firma il manifesto “Kimiyya” in difesa dei diritti delle donne e condivide il programma di attività promosso dalla Fondazione Mediterraneo e dalle 42 Reti Nazionali della Fondazione Anna Lindh.

Leggi tutto: ...

Le Figlie di Maria Ausiliatrice, provenienti da 4 continenti ed in rappresentanza della “Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione AUXILIUM”, rappresentate dalla preside Suor Pina Del Core e dalla Superiora della nuova Visitatoria, Maria Madre della Chiesa, Suor Maria del Carmen Canales Calzadilla, hanno sottoscritto il Manifesto Kimiyya per la difesa dei diritti delle donne.
Le Suore FMA hanno espresso ammirazione per questa iniziativa della Fondazione Mediterraneo e per il manifesto già sottoscritto dalla Superiora Madre Yvonne Reungoat.

Leggi tutto: ...

Daria Alfieri ha sottoscritto il manifesto “KIMIYYA” sui diritti delle donne.

Leggi tutto: ...

Il Questore di Napoli Antonio De Iesu ha sottoscritto il manifesto “KIMIYYA” sui diritti delle donne.

Leggi tutto: ...

L’assessore alle relazioni internazionali ed alla trasparenza del Comune di Napoli avv. Alessandra Sardu ha visitato la Fondazione Mediterraneo ed ha sottoscritto il manifesto “KIMIYYA” in difesa dei diritti delle donne nel mondo.

Leggi tutto: ...