Kimiyya ||Le Donne Attrici del Dialogo

Le Donne Attrici del Dialogo

L'Azione comune « KĪMIYYA. Le Donne Attrici del Dialogo » è ideata e realizzata dalla Fondazione Mediterraneo, in collaborazione con 12 Reti nazionali della « Fondazione Anna Lindh »: Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Spagna Francia, Italia, Malta, Mauritania, Repubblica Ceca, Lituania, Slovenia, Tunisia.
L’Azione vuole raccogliere e approfondire il lavoro svolto fino ad oggi, formulando raccomandazioni e linee operative concrete.
La donna è la principale “promotrice” dei collegamenti tra le società civili: sostenendo la sua formazione, l'istruzione e l'accesso ai nuovi strumenti ed alle nuove tecnologie digitali, sarà possibile facilitare l'attuazione del dialogo interculturale nella regione euro mediterranea e ridurre le migrazioni e le cause dei conflitti.
Il nome KĪMIYYA è stato scelto perché nelle antiche lingue del Mediterraneo (amarico, arabo, greco e altre lingue) significa "abbracciare", "fondere", "riunire insieme", "condividere”, “amalgamare”.

L’Università di Salerno aderisce al programma “Kimiyya” della Fondazione Mediterraneo in difesa dei diritti delle donne.
Su delega del Rettore prof. Aurelio Tommasetti  la prof. Maddalena Della Volpe ha sottoscritto nella sede della Fondazione Mediterraneo il manifesto di “Kimiyya”.

Leggi tutto: ...

La segretaria generale della Campania di UIL TEMP Denise Carbone, la presidente dell’Unione italiana degli immigrati in Campania Luciana del Fico, le delegate Enza Preziosi, Maria Rosaria Cuocolo, Assunta Langella ed altre hanno sottoscritto il Manifesto “KIMIYYA” in segno di solidarietà con le donne di tutto il mondo in difesa dei diritti e dell’eguaglianza di genere.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ha accolto nel Museo della PaceMAMT l’ “EVS TRAINSERS FORUM”: un incontro di alto livello tra i formatori del “Servizio Volontario Europeo” (Erasmus +) organizzato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani.
Accolti dal presidente Michele Capasso, dalla direttrice del Museo Pia Molinari e dal direttore generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani dott. Giacomo D’Arrigo i delegati di oltre 35 Paesi euro mediterranei si sono distribuiti nei vari piani e nelle varie sale del Museo utilizzando l’alta tecnologia ed i sistemi multimediali per meglio finalizzare le attività formative.
In questa occasione hanno visitato  il Museo e sottoscritto il Manifesto Kimiyya.

Leggi tutto: ...

Le parlamentari Stefania Covello ed Assunta Tartaglione, nel corso della visita alla Fondazione Mediterraneo ed al “Centro di documentazione della Fondazione Anna Lindh”, hanno espresso apprezzamento per l’attività svolta, in particolare per l’azione interrete “Kimiyya” sottoscrivendo il manifesto prodotto dai partecipanti nel settembre 2017 in difesa dei diritti delle donne.

Leggi tutto: ...

Il Ministro per i Beni e le Attività culturali ed il Turismo Dario Franceschini, nel corso della visita alla Fondazione Mediterraneo ed al “Centro di documentazione della Fondazione Anna Lindh”, ha espresso apprezzamento per l’attività svolta, in particolare per l’azione interrete “Kimiyya” sottoscrivendo il manifesto prodotto dai partecipanti nel settembre 2017 in difesa dei diritti delle donne.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ha partecipato ai seminari del Percorso formativo sulla Violenza di Genere organizzati dalla Scuola di Alta Formazione SSP.
La difesa dei diritti delle donne contro la violenza di genere è tra le azioni principali che la Fondazione promuove da 30 anni con varie azioni e, in particolare, con il programma “KIMIYYA”.

Leggi tutto: ...

Il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e Pia Molinari hanno incontrato a Palazzo San Giacomo l’Assessore ai Giovani Alessandra Clemente.
In questa occasione sono stati discussi i prossimi programmi comuni con la Fondazione ed è stata consegnata all’Assessore un esemplare delle borse di “Kimiyya” realizzate da donne siriane che hanno avuto figli assassinati dalla guerra civile.
L’Assessore ha sottoscritto il manifesto di “Kimiyya. Le Donne attrici del Dialogo” firmato da donne di 82 Paesi impegnate nei vari settori.

Leggi tutto: ...

La presidente della Fondazione Anna Lindh Elisabeth Guigou nel corso di un incontro con il presidente Michele Capasso e con la prof. Caterina Arcidiacono ha espresso apprezzamento per i risultati dell’azione comune “Kimiyya”, ritenuta anche dall’ONU una delle iniziative principali in favore delle donne.
Il presidente Capasso ha confermato il programma per la seconda edizione (2018) dedicata a “Donne e migranti” e che coinvolgerà oltre 70 paesi.
In questa occasione è stata consegnata alla presidente Guigou una delle borse realizzate per “Kimiyya” dalle donne siriane che hanno avuto figli uccisi nel conflitto.

Leggi tutto: ...

Nel corso di un cordiale incontro con il Prefetto di Napoli Carmela Pagano, il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso ha illustrato il progetto “Kimiyya” in favore della legalità e delle donne e consegnato una delle borse realizzate dalle donne siriane che hanno avuto figli o mariti uccisi nel recente conflitto.
Il prefetto ha espresso apprezzamento per l’iniziativa affermando che sarà sua cura illustrarne al Ministro degli Interni l’importanza e la rilevanza internazionale.

Leggi tutto: ...

In occasione del “23° VERTICE ANTIMAFIA”, il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso ed il presidente della Fondazione Caponnetto Salvatore Calleri hanno presentato i risultati dell’attività interrete “KIMIYYA. LE DONNE ATTRICI DEL DIALOGO” svoltasi a Napoli dal 12 al 15 settembre 2017.
I partecipanti al vertice - dal giornalista Paolo Borrometi all’europarlamentare Sonia Alfano, da Giuseppe Antoci al giudice Catello Maresca, dai Procuratori della Repubblica delle principali procure ai responsabili delle Forze dell’Ordine - hanno firmato il manifesto di “KIMIYYA” riconoscendo all’azione intrapresa l’alto significato di valorizzare il ruolo delle donne nella lotta alla criminalità ed alle mafie.

Leggi tutto: ...