LA MAISON DE LA PAIX

 

CASA UNIVERSALE DELLE CULTURE

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è un luogo altamente rappresentativo, in cui trasmettere la conoscenza delle diverse identità e culture del mondo, strutturando permanentemente iniziative in grado di produrre la pace necessaria per lo sviluppo condiviso.

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture (MdP) è un progetto ideato da Michele Capasso, al quale hanno aderito i principali Paesi del mondo ed organismi internazionali. E' un’architettura in cui viene custodita la memoria delle molteplici iniziative di Pace che hanno caratterizzato la storia, spesso più delle guerre, ma – soprattutto – uno spazio in cui “costruire” la Pace.

Il complesso architettonico ha un valore simbolico importante: rappresenta, infatti, i Paesi del mondo impegnati nel processo di pace, unitamente ai Paesi vittime dei conflitti.

Proposto dalla Fondazione Mediterraneo con la Maison des Alliances – insieme ai principali organismi aderenti, quali l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, la Lega degli Stati Arabi, la Fondazione Euromediterranea Anna Lindh ed altri, la MdP costituisce un punto di riferimento per tutti coloro che intendono abbracciare la pace.

Il suo simbolo è il "Totem della Pace" dello scultore Mario Molinari che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo, costituendo la rete delle "Città per la Pace".

La prima sede della MdP è stata inaugurata il 14 giugno 2010 (Nasce la Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture) nello storico edificio del Grand Hotel de Londres a Napoli.

L'azione della Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è finalizzata a valorizzare le iniziative principali del "Forum Universale delle Culture" di: Barcellona (2004), Monterrey (2007), Valparaiso (2010) e Napoli (2013).

La Maison de la Paix svolge la maggior parte delle iniziative congiuntamente con la Maison de la Méditerranée.

Una delegazione degli Stati Uniti del Mondo ha preso parte nelle varie sessioni alla Conferenza internazionale UNESCO “Cultural Heritage in the 21st Century” svoltasi a Napoli dal 27 al 29 novembre 2023.
In questa occasione sono stati sottolineati gli antichi rapporti con l’UNESCO: dalle visite dei precedenti direttori generali Mayor e Bokova ai programmi sull’acqua e sul patrimonio culturale, coordinati dai membri degli Stati Uniti del Mondo Maurizio Iaccarino (già vicedirettore UNESCO) e Massimo Pica Ciamarra.
II Segretario Generale Michele Capasso ha poi ripercorso le tappe principali dal 1987 e sottolineato l’importanza nella Costituzione degli Stati Uniti del Mondo degli articoli dedicati ai cambiamenti climatici, alla conversione ecologica ed alla tutela del patrimonio culturale - materiale e immateriale - in perfetta armonia con la mission dell’UNESCO e con le tematiche trattate dalla conferenza di Napoli.
Tra l’altro sono state ricordate le numerose visite di André Azoulay - Consigliere del re del Marocco e padre dell’attuale direttore generale UNESCO Audrey Azoulay - presso la sede deli Stati Uniti del Mondo.
Alcuni  delegati hanno visitato la sede degli Stati Uniti del Mondo e del Museo della Pace rimanendo colpiti dalla bellezza del sito, patrimonio emozionale dell’umanità, e dai video in 4K concernenti i siti PATRIMONIO UNESCO della Campania  ed  altri di vari luoghi del mondo.

Leggi tutto: ...

Dopo aver visitato luoghi del centro storico di Napoli, delegati alla Conferenza internazionale UNESCO “Cultural Heritage in the 21st Century” sono stati accolti agli Stati Uniti del Mondo ed al Museo della Pace dal Segretario Generale prof. Michele Capasso e da altri membri dell’istituzione.
In questa occasione sono stati sottolineati gli antichi rapporti con l’UNESCO: dalle visite dei precedenti direttori generali Mayor e Bokova ai programmi sull’acqua e sul patrimonio culturale, coordinati dai membri degli Stati Uniti del Mondo Maurizio Iaccarino (già vicedirettore UNESCO) e Massimo Pica Ciamarra.
II Segretario Generale Michele Capasso ha poi ripercorso le tappe principali dal 1987 e sottolineato l’importanza nella Costituzione degli Stati Uniti del Mondo degli articoli dedicati ai cambiamenti climatici, alla conversione ecologica ed alla tutela del patrimonio culturale - materiale e immateriale - in perfetta armonia con la mission dell’UNESCO e con le tematiche trattate dalla conferenza di Napoli.
Tra l’altro sono state ricordate le numerose visite di André Azoulay - Consigliere del re del Marocco e padre dell’attuale direttore generale UNESCO Audrey Azoulay - presso la sede deli Stati Uniti del Mondo.
I delegati sono rimasti colpiti dalla bellezza del sito, patrimonio emozionale dell’umanità, e dai video in 4K concernenti i siti PATRIMONIO UNESCO della Campania  ed  altri di vari luoghi del mondo.

Leggi tutto: ...

Una Europa unita e federale è sempre stata un sogno dell’uomo occidentale soprattutto a partire dal 17mo e dal 18mo secolo per arrivare in tempi più recenti al gruppo di Ventotene ed a Churchill nel suo discorso a Zurigo dopo la seconda guerra mondiale.
Il progetto di una Europa unita e federale purtroppo ad oggi non è avvenuto, perché si è scelta una strada a tappe che si è inceppata partendo dalla CECA, passando per la CEE e fermandosi ad una Unione Europea che al momento è un modello confederale imperfetto che comporta dei delicati problemi strutturali.
Oggi nello scenario internazionale post pandemico ed in mezzo ad un contesto di guerre in Europa ed in Medio Oriente ci stiamo accorgendo che la Unione Europea non ha peso socio-politico apparendo impotente di fronte agli eventi.
Una Unione Europea che non pesa è una Unione Europea purtroppo inutile. Per questo occorre un cambio di passo, una svolta decisa verso il federalismo.  Se ne accorto persino Mario Draghi delle criticità oggi esistenti e lui sicuramente è uno che se ne intende.
Di questo si parlerà con gli STATI UNITI DEL MONDO nella parte mattutina del Vertice antimafia della Fondazione Antonino Caponnetto che si terrà a Firenze alle ore 10 del 18 novembre presso la Biblioteca delle Oblate.

Leggi tutto: ...

Il Segretario Generale, il Consiglio degli Ambasciatori ed i 16.000 membri degli Stati Uniti del Mondo esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Daisaku Ikeda, Maestro Buddista fondatore della Soka Gakkai.
Il SG Capasso, commosso, ha ricordato il grande contributo per la Pace ed i valori principali per affermare la dignità umana.

Leggi tutto: ...

Il Segretario Generale degli Stati Uniti del Mondo prof. Michele Capasso è stato intervistato nel corso della trasmissione “Porta a Porta” del 2 novembre 2023 condotta da Bruno Vespa.
In questa occasione, parlando di Gustavo Rol, il Segretario Generale Capasso ha ricordato l’incontro e l’amicizia con Rol ed il suo appello ai giovani per gli Stati Uniti del Mondo.

Leggi tutto: ...