MAMT||Museo Mediterraneo dell' Arte, della Musica e delle Tradizioni

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

In occasione della visita al Museo della PaceMAMT e, in particolare, alle sezioni dedicate a Don Bosco e Madre Mazzarello, le suore FMA dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice del Vomero (Napoli) hanno donato al presidente Capasso un esemplere della “Laudato si”.

Leggi tutto: ...

Il prof. András Szöllősi-Nagy, tra i massimi esperti della risorsa acqua e responsabile UNESCO, ha visitato la sezione dedicata a Raffaele Capasso del Museo della Pace – MAMT.
Accolto da Pia Molinari e dal presidente Michele Capasso, lo scienziato ha espresso grande apprezzamento per Raffaele Capasso  “Sindaco della ricostruzione”.

Leggi tutto: ...

Olimpia Niglio, ministro della Cultura di “Asgardia” - il regno dello Spazio creato nel 2013 dall’UNESCO e da altri organismi - ha visitato il Museo della Pace - MAMT e la sezione dedicata a Mario Molinari.
“Questo grande artista ha fatto del colore l’essenza della sua vita – ha affermato – e noi contiamo di portare il suo mondo a colori nello spazio”.

Leggi tutto: ...

Il prof. András Szöllősi-Nagy, tra i massimi esperti della risorsa acqua e responsabile UNESCO, ha visitato la sezione dedicata allo scultore Mario Molinari del Museo della PaceMAMT.
Accolto da Pia Molinari e dal presidente Michele Capasso, lo scienziato amante dell’arte moderna ha espresso grande apprezzamento per Mario Molinari: “un grande artista che ho conosciuto negli anni ’80 e che rappresenta un esempio raro di creatività e rigore”.

Leggi tutto: ...

Venerdì 22 marzo 2019, alle ore 16.30, presso la sede della Fondazione Mediterraneo e del Museo della Pace - MAMT si è svolto il Convegno internazionale “La giornata mondiale dell’acqua” in occasione del World Water Day.
In questa occasione è stato presentato in anteprima il Rapporto “World Water Development Report 2019” (WWDR) intitolato “Leaving no onebehind”, che si propone di informare i responsabili politici su come migliorare la gestione delle risorse idriche e l’accesso ai servizi idrici ed igienico-sanitari, allo scopo di superare la povertà e affrontare le disuguaglianze sociali ed economiche.
Nell’allegato programma e nei video integrali  gli interventi e le relazioni.
Il World Water Day viene celebrato il 22 Marzo di ogni anno per rammentare agli Stati Membri delle Nazioni Unite di rafforzare il loro impegno ad espletare le raccomandazioni stabilite dall’Assemblea Generale dell’ONU ed a promuovere attività concrete nei loro Paesi per la salvaguardia della risorsa acqua.
La Fondazione Mediterraneo, nella ricorrenza del suo trentennale, da sempre sostenitrice dei programmi sull’acqua delle Nazioni Unite, ha organizzato questo Convegno – in collaborazione con l’UNESCO, l’Ordine di Malta, la CISE (Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico) e la “Federazione Anna Lindh Italia” - nell’occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua e quale primo evento tra quelli programmati in vista del WORLD PEACE FORUM 2019 organizzato a Napoli dalla stessa Fondazione.
In questa occasione il presidente Michele Capasso ha presentato l’”Appello per l’acqua”.

Leggi tutto: ...

Il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso ha offerto un pranzo nel refettorio del Museo della PaceMAMT in occasione del compleanno del prof. Maurizio Iaccarino, presenti i partecipanti alla Giornata Mondiale dell’Acqua.

Leggi tutto: ...

I partecipanti alla Giornata Mondiale dell’Acqua hanno visitato il Museo della PaceMAMT e, in particolare, il Totem della Pace e la sezione dedicata a Mario Molinari, scultore del colore.
In relatori prof. András Szöllősi-Nagy, dr.ssa Michela Miletto e prof. Lucio Ubertini hanno espresso ammirazione per lo scultore del colore.

Leggi tutto: ...

Il prof. András Szöllősi-Nagy, la dr.ssa Michela Miletto ed il prof. Lucio Ubertini hanno visitato il Museo della Pace - MAMT esprimendo apprezzamento per un luogo definito unico ed emozionale.
Accolti dal presidente Michele Capasso e dai proff. Massimo Pica Ciamarra e Maurizio Iaccarino hanno visitato le varie sezioni del Museo e, in particolare, quelle dedicate a Don Bosco, a Don Diana, alle risorse naturali ed alle religioni.

Leggi tutto: ...