MAMT||Museo Mediterraneo dell' Arte, della Musica e delle Tradizioni

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

A sette anni dalla morte il Museo della PaceMAMT ha ricordato il Cardinale Carlo Maria Martini.
Video, testimonianze e documenti hanno ripercorso la vita del Cardinale ed il suo impegno per la pace.
In questa occasione è stato ricordato il “Premio Mediterraneo per il Dialogo Interreligioso” che la Fondazione Mediterraneo gli ha attribuito alla memoria il 4 gennaio 2013.

Leggi tutto: ...

In seguito ai devastanti incendi che stanno devastando la foresta dell’Amazzonia -polmone del mondo – si è svolto presso il Museo MAMT una giornata dedicata alle bellezze dell’Amazzonia, con video, testimonianze e reperti.
A conclusione i partecipanti hanno lanciato un appello al presidente del Brasile ed ai prossimi partecipanti al G7 dei Biarritz (Francia) affinché siano immediatamente poste in essere azioni concrete per la difesa della foresta dell’Amazzonia.

Leggi tutto: ...

Grande partecipazione ed emozione per la Santa Messa celebrata nei locali al piano terra del Museo della Pace - MAMT dove sono ospitati l’Oratorio Salesiano Mondiale, la Cappella con le reliquie di Don Bosco e Madre Mazzarello, la Cappella dedicata a Padre Pio da Pietrelcina, la Cappella dedicata a Papa Giovanni Paolo II con la “Biblioteca della Pace” che porta il suo nome.
Una scelta altamente significativa – hanno affermato i membri del Comitato Esecutivo Internazionale del Museo – perché con l’ausilio dei sistemi multimediali è possibile riportare la vita di queste grandi personalità del cattolicesimo tra la gente, nella centrale piazza Municipio.
Tra i partecipanti le Figlie di Maria Ausiliatrice provenienti da varie parti del mondo.

Leggi tutto: ...

Si è svolto presso la sede della Fondazione Mediterraneo – Museo della Pace l’incontro “L’economia dei beni confiscati: destinazione, buone pratiche, valore sociale” nell’ambito del piano strategico regionale per l’utilizzo dei beni confiscati.
Dopo i saluti del presidente Capasso sono intervenuti Enza Amato, Giovanni Allucci, Davide D’Errico, Antonio Esposito, Don Tonino Palmese, Paolo Siani, Leo Annunziata. Ha concluso i lavori Franco Roberti, parlamentare europeo.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo ed il Museo della Pace - MAMT hanno aderito alla Route Napoli Accessibile, inaugurando la prima stazione di mobilità su un circuito certificato “accessibile” per la fruizione turistica di Napoli anche per persone con mobilità ridotta.
Il visitatore del Museo della Pace - MAMT potrà così vivere emotivamente Napoli sia attraverso i contenuti multimediali del Museo, peraltro dichiarati  “Patrimonio “emozionale” dell’Umanità, che percorrendo confortevolmente, a bordo di un emoby scooter, la Route Napoli Accessibile toccando i principali punti di attrazione culturale, museale, monumentale e godendo dei suoni, colori e sapori di una città ricca di emozioni.
TOURINGO ha scelto Napoli per la realizzazione della prima route di turismo accessibile infrastrutturata con stazioni automatizzate 4.0 che erogano emoby scooter, dispositivi sanitari di I classe, a supporto della pedonalità in ogni ambito indoor e outdoor. Sono già in programma  i  circuiti nelle più belle e suggestive località artistiche, monumentali e turistiche del nostro Paese a partire dalla città di Firenze dove tale iniziativa vedrà la luce entro la fine del mese di luglio.

Leggi tutto: ...

In occasione dell’incontro internazionale “Mediterraneo del futuro” il direttore del quotidiano “Il Mattino” Federico Monga ha visitato il Museo della Pace - MAMT.
Accolto dal presidente Michele Capasso e dalla direttrice Pia Molinari ha visitato le sale dei percorsi dedicati ai “Grandi protagonisti”.
In questa occasione è stato fatto dono del volume “Il Mediterraneo Pittoresco” e della borsa realizzata dalle madri siriane in ricordo dei loro figli morti nel recente conflitto.

Leggi tutto: ...

I partecipanti all’incontro internazionale “Il Mediterraneo del futuro” hanno visitato il Museo della PaceMAMT.
Accolti dal presidente Michele Capasso e dalla direttrice Pia Molinari si sono soffermati sui vari percorsi museali: in particolare quelli dedicati a Mario Molinari – scultore del colore – ed ai grandi protagonisti della storia, da Winston Churchill a Totò.

Leggi tutto: ...

Zhou Xiao Yan, chairman del Milanhuaxia Group - accompagnata dal marito Fan Xianwei, dalla parlamentare Marina Berlinghieri e da Alessandro Benatti ha visitato il Museo della Pace - MAMT e la sezione dedicata allo scultore Mario Molinari.
La delegazione è stata accolta da Pia Molinari e da Michele Capasso ed ha espresso apprezzamento per le opere dello scultore del colore e, in particolare, il “Totem della Pace” e la “Casa Museo” di Torino.

Leggi tutto: ...