Maison de la Paix || Casa Universale delle Culture

CASA UNIVERSALE DELLE CULTURE

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è un luogo altamente rappresentativo, in cui trasmettere la conoscenza delle diverse identità e culture del mondo, strutturando permanentemente iniziative in grado di produrre la pace necessaria per lo sviluppo condiviso.

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture (MdP) è un progetto ideato da Michele Capasso, al quale hanno aderito i principali Paesi del mondo ed organismi internazionali. E' un’architettura in cui viene custodita la memoria delle molteplici iniziative di Pace che hanno caratterizzato la storia, spesso più delle guerre, ma – soprattutto – uno spazio in cui “costruire” la Pace.

Il complesso architettonico ha un valore simbolico importante: rappresenta, infatti, i Paesi del mondo impegnati nel processo di pace, unitamente ai Paesi vittime dei conflitti.

Proposto dalla Fondazione Mediterraneo con la Maison des Alliances – insieme ai principali organismi aderenti, quali l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, la Lega degli Stati Arabi, la Fondazione Euromediterranea Anna Lindh ed altri, la MdP costituisce un punto di riferimento per tutti coloro che intendono abbracciare la pace.

Il suo simbolo è il "Totem della Pace" dello scultore Mario Molinari che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo, costituendo la rete delle "Città per la Pace".

La prima sede della MdP è stata inaugurata il 14 giugno 2010 (Nasce la Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture) nello storico edificio del Grand Hotel de Londres a Napoli.

L'azione della Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture è finalizzata a valorizzare le iniziative principali del "Forum Universale delle Culture" di: Barcellona (2004), Monterrey (2007), Valparaiso (2010) e Napoli (2013).

La Maison de la Paix svolge la maggior parte delle iniziative congiuntamente con la Maison de la Méditerranée.

 

Nel corso di un incontro con Ida Collu, Presidente Ente Nazionale Sordi e Urbano Stenta, Responsabile Ufficio Esteri, è stata concordata una cooperazione con la Fondazione Mediterraneo per creare l'Unione dei Sordi del Grande Mediterraneo e realizzare a Napoli il II Summit dei Sordi del Mediterraneo, che ha l'obiettivo di creare una solidarietà mediterranea.

Da uno studio condotto da "Think Thanks", società di ricerca e comunicazione guidata da Lucio Iaccarino, e pubblicato sulla newsletter "Grazie del Pensiero", la Fondazione Mediterraneo, insieme alle Fondazioni SUDD, Mezzogiorno Europa, IDIS-Città della Scienza e Tatro San Carlo, risulta essere tra le prime 5 di Napoli e Provincia, su 183 organismi accreditati, per trasparenza, contenuti ed interattività.

 

Un risultato - afferma il Presidente Capasso - reso possibile dalla forte interazione con il territorio che ha visto, fin dal 1998, la costituzione di bureau tematici che hanno valorizzato il partenariato tra le collettività di Napoli e Provincia e quelle dei Paesi euromediterranei.

 

 

Leggi tutto: ...

Il Direttore del TG3 Campania Massimo Milone ha visitato la sede della Maison de la Paix esprimendo il vivo apprezzamento per le attività svolte e, in particolare, per il Totem della Pace.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo e la Fondazione Valenzi hanno organizzato, in collaborazione con il Festival del Giornalismo di Perugia, il Ciclo di conferenze “Il secolo di Marshall McLuhan” nell’ambito del progetto “Per Napoli”.

 

Sabato 19 febbraio dalle ore 11, presso la sede della Fondazione Mediterraneo, via Depretis 130 Napoli, in occasione della presentazione del nuovo libro di Michele Mezza "Sono le News, Bellezza! Vincitori e vinti nella guerra della velocità digitale - Donzelli Editore, si è svolto un Confronto fra protagonisti a Napoli del mondo dell'informazione: L'ha detto Internet: anche i giornali come Mirafiori?

Leggi tutto: ...

Il Presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso ha svolto una conferenza dal titolo "Destino Mediterraneo" presso l'Hotel Royal di Napoli, organizzata dal Rotary Club Napoli 1924.

Leggi tutto: ...

Presso l'Aula magna del Liceo Scientifico Da Procida è stato presentato il libro di Michele Capasso "Nostro Mare Nostro". Presente il Governatore del Rotary, docenti e studenti che hanno mostrato unanime apprezzamento per l'impegno svolto da Michele Capasso per la pace. In particolare, gli studenti hanno dichiarato di "aver vissuto un'esperienza emozionante, che li ha segnati nel loro percorso formativo".

Leggi tutto: ...

La prima delle quattro porte della città di Napoli è aperta. Porta San Gennaro, la più antica secondo la tradizione, riapre, restaurata, nella giornata dedicata al Giubileo per Napoli, voluto dal cardinale Crescenzio Sepe, per il riscatto della città.
 “E’ la porta della condivisione, della solidarietà – ha detto Sepe – apriamo la porta per far entrare la giustizia, per riconsegnare Napoli ai suo abitanti nella veste della convivenza civile”.

Dopo l’apertura della Porta tra San Gennaro, il cui simulacro è stato realizzato in cartapesta dai giovani di Procida, una lunga fiaccolata ha percorso le strade della città fino ad arrivare al Duomo.

Leggi tutto: ...

Le sorelle Tatiana e Andra Bucci, che hanno ricevuto il premio "Totem della Pace" per la sezione Memorie della Shoah (nell'ambito dell'evento "Memoriae") hanno visitato la sede della Fondazione Mediterraneo accolte dal Presidente Michele Capasso.

Lungo e cordiale l'incontro, durante il quale il Presidente Capasso "ha stimolato" le sorelle superstiti del campo di Birkenau a scrivere un libro con le voci e gli occhi di due bambine che per un anno hanno vissuto in un campo di concentramento, ricordando come una grande gioia un pacco di biscotti che un militare tedesco delle SS offrì loro in un raro atto di compassione.

Leggi tutto: ...