Chaire Averroès

La Chaire Averroès è nata dall’iniziativa congiunta della Fondazione Mediterraneo e dell’Università Cadi Ayyad di Marrakech, desiderose di fondare, con la partecipazione di altre istituzioni del Mediterraneo, una Chaire che potesse coordinare gli studi riguardanti la regione euromediterranea nelle diverse discipline.

Si tratta, nello spirito dei fondatori, di contribuire ad una più ampia circolazione di idee e di conoscenze nel Mediterraneo con lo scambio interculturale, culturale e scientifico e di rafforzare i legami tra le due rive, in modo che la conoscenza reciproca diventi una delle chiavi per il rafforzamento della pace tra i popoli di questa regione.

Si è scelto di darle il nome di AVERROES, per coinvolgere nel dialogo tra le culture i Popoli del bacino mediterraneo.

La Chaire Averroès si pone come obiettivi:

  1. Lo scambio di conoscenze ed esperienze. Ogni mese verrà data la parola ad una personalità proveniente da uno dei diversi Paesi mediterranei, così da creare una struttura permanente di scambio di conoscenze ed esperienze.
  2. Ricerca e dottorato: per gli studenti iscritti ai dottorati saranno organizzati seminari per approfondire aspetti delle loro ricerche che riguardano l’area mediterranea.
  3. La diffusione di una pubblicazione annuale comprendente i testi delle conferenze svolte ogni anno e un riassunto delle discussioni da esse scaturite.

Una convenzione firmata da Koïchiro MATSUURA, Direttore Generale dell’UNESCO e da Mohamed KNIDIRI, allora Rettore dell’Università Cadi Ayyad e Direttore della Sede di Marrakech della Fondazione Laboratorio Mediterraneo con l'Accademia del Mediterraneo, ha istituito nel settembre 1999, la "Chaire Averroès", CHAIRE UNESCO di Studi Mediterranei.

Si è svolta dal 5 al 7 luglio presso la sede della Fondazione  Mediterraneo  la riunione dei partner del progetto PANORAMED finanziato nell'ambito dell'asse IV del Programma di Cooperazione Transnazionale Interreg Mediterranean 2014-2020. Il progetto ha l'obiettivo di individuare strumenti condivisi di governance nei settori strategici del turismo costiero e marittimo e della sorveglianza marittima.
Partner del progetto sono i 13 paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo, dal Portogallo a Cipro, partecipanti al programma e rappresentati nella riunione svolta nel Museo della PaceMAMT, sede della Fondazione Mediterraneo a Napoli.
L'incontro, promosso dall'Agenzia per la Coesione territoriale - Area progetti e strumenti, Ufficio 6, parte della Country Coordination Unit italiana, insieme alle Regioni Marche e Lazio, si prefigge l'obiettivo di condividere strategie ed attività del progetto, in vista dell'emanazione di un bando per progetti strategici che sarà lanciato a partire dal 2019.
Il progetto PANORAMED è ritenuto strategico dell'Agenzia per la Coesione territoriale ed intende inserirsi nell'attuale dibattito sul futuro dell'Unione Europea, sulla definizione del periodo di programmazione della politica di coesione post 2020 e sul ruolo delle politiche per il Mediterraneo che l'Unione Europea e i paesi membri dovranno attuare nei prossimi anni.
L'ambizione che i paesi partner del progetto perseguono, grazie anche all'attuazione del progetto PANORAMED, che ha preso avvio proprio in questa occasione, è quella di promuovere una visione sistemica delle iniziative, dei programmi e dei progetti che interessano il Mediterraneo al fine di individuare orientamenti condivisi per lo sviluppo sociale ed economico sostenibile dell'intera area.
Le conclusioni dei lavori sono state illustrate nella Commissione Intermediterranea della CRPM che ha svolto i lavori nella medesima sede.
La Fondazione Mediterraneo ha presentato il Museo della Pace - MAMT e la Chaire Averroes.

Leggi tutto: ...

Grande apprezzamento per la presenza del Marocco al Museo della PaceMAMT: in particolare la “Sala Marrrakech” custodisce oggetti di preghiera di grande significato e tutti gli atti della "Chaire Averroes" rilanciata nella sua importanza lo scorso anno.
Entusiasta il Ministro Consigliere Mohammed Asri intervenuto alla cerimonia inaugurale.

Leggi tutto: ...

La "Chaire UNESCO Averroès" di Alti Studi Mediterranei - fondata nel 1999+ dalla Fondazione Mediterraneo e dall'Università Cadi Ayyad di Marrakech (UCAM) - riprende il suo cammino. Nel corso di un incontro tra il presidente Michele Capasso, il presidente dell'UCAM Abdellatif Miraoui ed il vicepresidente Bougadir Blaïd, sono state definite le linee guida per il rilancio della "Chaire" che, nel corso di oltre 10 anni, ha coinvolto personalità di vari paesi e migliaia di studenti.

Leggi tutto: ...

Nel quandro dell´11a Edizione della Chaire Averroès dell´anno accademico 2009-2010 sul tema: "Giovani e creatività, tra innovazione e tradizione" , il professor Albert Jacquard: conferenziere, scrittore e umanista francese ha coordinato, presso il Centro di Conferenze della Facoltà di Medicina e Farmacia di Marrakech, una conferenza intitolata: "La costruzione reciproca delle persone e dell´umanità".

Leggi tutto: ...

Con un intervento sul tema “Unione per il Mediterraneo: bilanci e prospettive”, il Presidente della Fondazione Mediterraneo, Michele Capasso è intervenuto alla 4a Conferenza della 10a Edizione della Chaire Averroès presso l’Università Cadi Ayyad di Marrakech, che ha celebrato quest’anno i 30 anni di attività.

La Chaire Averroès è nata dall’iniziativa congiunta della Fondazione Mediterraneo e dell’Università Cadi Ayyad di Marrakech, desiderose di fondare, con la partecipazione di altre istituzioni del Mediterraneo, una Chaire che potesse coordinare gli studi riguardanti la regione euromediterranea nelle diverse discipline.

La Conferenza è stata seguita dalla consegna del Premio Mediterraneo Delfino d´Argento alla memoria dell´ex Presidente dell´Università Ahmed Jebli. (vai all'evento)

Leggi tutto: ...

La 3a conferenza della 10a edizione della Chaire Averroès (Chaire UNESCO d´Etudes Méditerranéennes) dell´anno accademico 2008-2009 è stata tenuta da Mohammed Arkoun, Professore emerito a La Sorbonne (Paris III) e Direttore di ricerca all´Istituto di studi Islamici di Londra. 
La conferenza dal titolo "Penser la tolérance, l´intolérance et l´intolérable depuis 1945" ha avuto luogo martedì 7 aprile al Centro Conferenze della Facoltà di Medicina e Farmacia di Marrakech.

Leggi tutto: ...