Pubblicazioni

Sin dal 1994 la Fondazione Mediterraneo ha svolto un'articolata attività editoriale e multimediale in più lingue al fine di promuovere, testimoniare e diffondere i valori condivisi delle diverse culture del Grande Mediterraneo.
Con la propria casa editrice Magma ed altre qualificate case editrici, nazionali ed internazionali, sono stati pubblicati centinaia di volumi suddivisi in differenti collane tematiche.

Consulta le pubblicazioni on-line e se sei interessato a ricevere i volumi puoi contattarci scrivendo a info@fondazionemediterraneo.org

 

Leggi le nostre pubblicazioni su ISSUU

Atti del Convegno Internazionale - Genova, 16-17 febbraio 1996. AA.VV. Edizioni Magma – FLM Napoli 1997 (ed. it.) f.to 17x24 – pp. 128 – ISBN 88-8127-012-9

Il 16 e il 17 febbraio 1996, il Consiglio regionale della Liguria e la Fondazione Laboratorio Mediterraneo hanno promosso il Convegno Internazionale “Voci dal Mediterraneo”. I lavori hanno visto la partecipazione dei più importanti scrittori delle due sponde del Mediterraneo – da Ben Jelloun a Biamonti, da Sanguineti a Djebar, da Matvejevic a Maggiani.
A conclusione dei lavori vi è stata la proposta di istituire il “Parlamento degli Scrittori del Mediterraneo”: un luogo dove sistematicamente riunire le voci “del” e “dal” Mediterraneo.
Questo libro è un’importante testimonianza sul valore e sull’indispensabilità del dialogo tra le diverse culture che la Fondazione Laboratorio Mediterraneo promuove, con la sua rete, sin dalla sua costituzione.

Leggilo su ISSUU

Izet Sarajlic, Prefazione di Predrag Matvejevic. Edizioni Magma - FLM Napoli 1996 (ed. it.) f.to 17x24 - pp. 136 - ISBN 88-8127-014-5

Le pagine qui presentate sono state pubblicate durante l'assedio di Sarajevo. Ne Il libro degli addii il poeta racconta tutto quanto gli era stato più prezioso durante la sua vita: è un addio ai numerosi amici e nemici. I nomi propri divengono metafore, chiavi per la comprensione dell'opera. Questo giornale di bordo scritto da un naufrago contiene molti episodi che riassumono ciascuno una storia. L'autore osserva non tanto la guerra, ma la vita durante la guerra: alla fine la vita prevarrà, ma i sogni neri rimarranno impressi nel tempo, forse indelebili.

Leggilo su ISSUU

Domenico D'alessandro. Edizioni Magma - FLM Napoli 1994 (it.) f.to 13x21 - pp. 184 - ISBN 88-8127-001-3

Gaetano Filangieri ha la capacità di essere maestro senza ostentazione, di muovere le cose con la forza delle proprie idee, di insegnare con l'esempio della sua vita. Egli mette in pratica il suo assunto per cui: "Il filosofo deve essere l'apostolo della verità e non l'inventore dei sistemi". Il dire che: "tutto è detto è il linguaggio di coloro che non sanno cosa alcuna da produrre o che non hanno il coraggio di farlo". È convinto che "se i lumi che egli sparge non sono utili pel suo secolo e per la sua patria, lo saranno per un altro secolo e per un altro paese". Riesce ad essere "cittadino di tutti i luoghi, contemporaneo di tutte le età, l'universo è la sua patria, la terra e la scuola, i suoi contemporanei e i suoi posteri sono i suoi discepoli".

Leggilo su ISSUU

Francesco Alberto Caracciolo. Edizioni Magma - FLM Napoli 1995 (it.) f.to 13x21 - pp. 112 - ISBN 88-8127-002-1

Caracciolo in queste pagine vola, sfiorando scrive, descrive, spazia nell'universo, scende a picchiata. Taglia, recide la storia, gli uomini e le loro opere. Riprende il volo, sempre più in alto…nella speranza di scoprire la relatività del tutto. Percorre le vie della fantasia viaggiando nell'immensità del pensiero, traversando quella del creato. Il tutto si riscopre nelle dimensioni di Lilliput. La Divinità stessa è vista nell'immagine di un Dio che si rivela Dio di 120 universi soltanto. Emerge l'uomo che è nell'uomo. È una spinta a pensare, ad osare.

Leggilo su ISSUU

Atti del 5° Convegno di studio “Lorenzo Vivaldo” - Savona, 10-12 ottobre 1997. AA.VV. a cura di Michele Brondino. Edizioni Magma – FLM Napoli 1999 (ed. it.) f.to 17x24 pp. 68 - ISBN 88-8127-024-2

Il libro presenta gli atti del Convegno di studio organizzato grazie al sostegno e all’apporto scientifico dell’Associazione internazionale SECUM (Science, Education et Cultures en Méditerranée) e della Fondazione Laboratorio Mediterraneo. La riflessione proposta parte dall’indagine della dimensione religiosa come humanitas e naturalmente dalla compresenza delle tre religioni monoteistiche più diffuse nella regione mediterranea. Ebraismo, Cristianesimo e Islàm, sono presenti da secoli sulle rive del Mediterraneo: possiamo però noi uomini del XX secolo dire che sia esistita una vera conoscenza e quindi un vero dialogo tra queste tre religioni? Oppure c’è stato soltanto un susseguirsi di scontri a tutti i livelli che ci hanno impedito di conoscerci e dialogare come uomini liberi? Questi gli interrogativi che ha posto il Convegno e ai quali relatori cattolici, musulmani ed ebraici hanno cercato di rispondere.

Leggilo su ISSUU

Predrag Matvejevic, fotografie di Alberto Ramella, prologo di Czeslav Milosz, epilogo di Josif Brodskij, Edizioni Magma - FLM Napoli 1995 (it.) f.to 17x24 - pp. 124, ill. a colori – ISBN 88-8127-004-8

Un diario iniziato insieme alla guerra, cresciuto con essa come annotazione. È il libro di un uomo coinvolto, che parla del paese dov'è nato, del popolo con il quale ha vissuto con passione e riflessione; un libro che si sgrana, di capitolo in capitolo, dai sintomi presentiti, dal timore incerto, dall'incredulità attonita alla ricerca insoddisfatta delle cause lontane e recenti tentando di trovare una risposta nel momento e una chiave nella storia che diano ragione di tanta ottusità e ferocia.

Leggilo su ISSUU

Federico Bugno, prefazione di Predrag Matvejevic, postfazione di Adriano Sofri. Edizioni Magma - FLM Napoli 1998 (it.) f.to 17x24 - pp. 258
ISBN 88-8127-018-8

La guerra nell'ex-Jugoslavia e il drammatico assedio di Sarajevo raccontati in diretta da uno dei maggiori inviati speciali. Federico Bugno, del settimanale "L'Espresso", ha seguito gli avvenimenti balcanici per l'intera loro durata - da Belgrado a Zagabria alla Bosnia a Bihac alla visita del Papa - e li propone in questo libro nella loro versione originale arricchita da una serie di note che li ripercorrono "a posteriori", col senno di oggi. Dove peraltro si dimostra che, a un attento osservatore, i rischi di un conflitto terribile e criminale erano evidenti fin dall'inizio della crisi. Nelle sue corrispondenze, Federico Bugno denuncia l'atteggiamento passivo e complice delle grandi potenze occidentali e delle Nazioni Unite che non hanno saputo fermare la guerra ma, soprattutto, va alla ricerca della Sarajevo più autentica, quella che il crudele assedio durato 1.300 giorni ha esaltato e che il mondo intero ha imparato a conoscere. Una Sarajevo che, non domata dalla guerra, ha cominciato a cambiare (in peggio) nel momento in cui il processo di pace, sancito dagli accordi di Dayton, si è messo in moto.

Leggilo su ISSUU

Barcellona, 29-30 novembre e 1° dicembre 1995. AA.VV. Edizioni Magma – FLM Napoli 1997 ( it.) f.to 17x24 – pp. 434 - ISBN 88-8127-011-0

Questo libro rappresenta una “grande radiografia” del Mediterraneo. Il 29-30 novembre e il 1° dicembre 1995 si è svolto a Barcellona il Fòrum Civil Euromed. Per la prima volta più di mille rappresentanti della società civile, provenienti dai Paesi del Mediterraneo del sud e dell’est e dall’Unione Europea, si sono riuniti per istituire un contesto permanente per il dialogo e la cooperazione.
La Conferenza euromediterranea, convocata dalla presidenza spagnola della Ue prima del Fòrum, ha gettato le basi politiche di questo processo. La presente opera riassume i contenuti del Fòrum e i progetti elaborati per la realizzazione del partenariato euromediterraneo.

Leggilo su ISSUU