Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

Maison de la Paix

CASA UNIVERSALE DELLE CULTURE

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture est un lieu hautement représentatif, où transmettre la connaissance des différentes identités et cultures du monde, en structurant de manière permanente des initiatives qui puissent produire la paix nécessaire pour un développement partagé.

La Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture (MdP) est un projet conçu par Michele Capasso, auquel ont adhéré les principaux Pays du monde et organismes internationaux. Il s’agit d’une architecture où est gardée la mémoire des nombreuses initiatives de Paix qui ont caractérisé l’histoire, souvent plus que les guerres, mais – surtout – un espace où “construire” la Paix.

L’ensemble architectonique a une valeur symbolique importante : il représente, en effet, les Pays du monde engagés dans le processus de paix et la Pays victimes des conflits.

Proposée par la Fondazione Mediterraneo avec la "Maison des Alliances" – avec les principaux organismes adhérants, tels que l’Assemblée Parlementaire de la Méditerranée, la Ligues des Etats Arabes, la Fondation Euro-méditerranéenne Anna Lindh et autres – la MdP constitue un point de référence pour tous ceux qui veulent “embrasser la paix”.

Son symbole est le "Totem de la Paix" du sculpteur Mario Molinari , que la Fondazione Mediterraneo est entrain de diffuser dans tout le monde, en constituant le réseau des “Ville pour la Paix”.

Le premier siège de la MdP a été inauguré le 14 juin 2010 (Naissance de la Maison de la Paix – Maison Universelle des Cultures) dans l’immeuble historique du Grand Hôtel de Londres à Naples.

L’action de la Maison de la Paix - Casa Universale delle Culture est finalisée à la valorisation des initiative principales du « Forum Universel des Cultures » de : Barcelone (2004), Monterrey (2007), Valparaiso (2010) et Naples (2013).

NELLA TERRA DEGLI EMIRI AI CONFINI CON L’OMAN

Imprimer
PDF

Il presidente Michele Capasso e Jacopo Molinari hanno visitato gli Emirati Arabi Uniti fino ai confini con il Sultanato dell’Oman.

Lire la suite...

CONTINUANO LE INIZIATIVE DELLA FONDAZIONE MEDITERRAENEO IN FAVORE DEI PERSEGUITATI IN SIRIA E IRAQ

Imprimer
PDF

Nel corso di una missione in Siria e Iraq il presidente Michele Capasso e Jacopo Molinari hanno visitato i centri di accoglienza dei perseguitati vittime dei massacri, continuando l’azione di solidarietà attivata nel mese di agosto 2014.

Lire la suite...

LA FONDAZIONE PARTECIPA AGLI EVENTI PER IL VENTESIMO ANNIVERSARIO DELL’ECSSR

Imprimer
PDF

Il Presidente della Fondazione Michele Capasso e Jacopo Molinari sono intervenuti agli eventi celebrativi del ventesimo anniversario dell’Emirates Center for Strategis Studies and Research.
Nel corso di vari incontri sono stati rinsaldati i rapporti tra i due organismi in termini fi geopolitica e dialogo nell’area del Grande Mediterraneo.
Il Direttore Generale dr. Jamal Sanad Al-Suwaidi ha espresso gratitudine al Presidente Capasso per la sua azione in favore della pace.

Lire la suite...

IL PRESIDENTE CAPASSO INTERVIENE ALLA CONFERENZA INTERNAZIONALE “THE ROLE OF RESEARCH CENTERS IN SUPPORTING PUBLIC POLICY”

Imprimer
PDF

Il presidente Capasso è intervenuto alla Conferenza internazionale “The Role of Research Centers in Supporting Public Policy”.
Nelle nazioni avanzate lo sviluppo procede secondo una visione strategica multidimensionale, sostenuto da contributi di centri di ricerca prestigiosi e affidabili. In occasione del suo 20 ° anniversario, e in considerazione dell'importanza del ruolo dei centri di ricerca nei processi decisionali nazionali e formulazione delle politiche pubbliche, il Centro Emiratino per gli Studi Strategici e le Ricerche ha organizzato questa conferenza scientifica dal titolo: The Role of Research Centers in Supporting Public Policy.
La conferenza ha affrontato diversi argomenti - in particolare l'importanza del ruolo dei centri di ricerca nel sostenere e perfezionare l'ordine pubblico - e ha presentato esempi internazionali da Stati Uniti, Europa, Asia e  mondo arabo sul ruolo che i centri di ricerca svolgono nell'assistenza ai decisori. La conferenza ha affrontato le sfide elaborate dai centri di ricerca arabi, compreso il modo di stimolare sia i loro specifici ruoli e le attività di ricerca, in generale, nel mondo arabo. Sono stati discussi i ruoli dei centri di ricerca per il raggiungimento della sicurezza e della stabilità e presentata una visione per guidare i futuri studi dei centri di ricerca arabi.
La conferenza ha cercato di stabilire un collegamento tra i centri di ricerca strategici e scientifici, al fine di capitalizzare le loro capacità nello sviluppo di nuove prospettive che aiuteranno la pianificazione politica pubblica ed il processo decisionale. L'evento ha coinvolto la partecipazione di alto livello all'interno degli Emirati Arabi Uniti e all'estero, con un gruppo elitario di accademici, esperti e funzionari di centri di ricerca arabi e internazionali.

Lire la suite...

LA FONDAZIONE PARTECIPA ALLE CELEBRAZIONI PER IL 43° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DEGLI EMIRATI ARABI UNITI

Imprimer
PDF

Il presidente della Fondazione Michele Capasso ha reso omaggio all’opera di H.H. Shaikh Zayed Bin Sultan Al Nahyan, leader fondatore degli Emirati Arabi Uniti nel 1971, in occasione del 43° anniversario.
“Un uomo con una visione precisa del Bene Comune - ha affermato il presidente Capasso - che ha saputo coniugare tradizione e modernità, valorizzando saperi e culture come risorsa fondamentale dei popoli”.
H.H. Sheikh Abdullah bin Zayed Al Nahyan, ministro degli Esteri, in una dichiarazione in occasione del 43 ° Giornata Nazionale, ha detto: "La nostra celebrazione della 43 ° Giornata Nazionale coincide con la preparazione del nostro progetto storico e strategico per entrare nella esplorazione dello spazio, costruendo  la sonda “Mars”: sarà il primo passo per il mondo arabo islamico in questo campo e sarà guidata da un team degli Emirati per raggiungere Marte nei prossimi anni. Il progetto è una chiara prova dei risultati ottenuti dagli Emirati in vari campi e allo stesso tempo riflette le capacità avanzate degli Emirati nell’affrontare le ultime evoluzioni tecniche, scientifiche e tecnologiche”.

Lire la suite...