Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

Fondazione Anna Lindh Rete Italiana

Rete Italiana della Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture

La Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture (ALF) è un’organizzazione unica nel suo genere creata dall'Unione europea e dai Paesi Partner Mediterranei nell'ambito dell'Unione per il Mediterraneo. E' una rete di reti di organismi della Società Civile e delle Istituzioni (Università, Collettività locali, ecc.).

La Fondazione Mediterraneo è Capofila della Rete Italiana dal 2004

Il nostro ruolo è stato ed è quello di svolgere funzione di connessione tra i vari membri che agiscono attivamente per la promozione del dialogo tra le culture, favorendo la visibilità e l’azione del Partenariato Euromediterraneo a livello nazionale ed internazionale.


LE RETI ITALIANA ED ALBANESE DELLA FONDAZIONE ANNA LINDH INSIEME PER LE DONNE E I GIOVANI

Stampa
PDF

Le Reti italiana ed albanese della Fondazione Anna Lindh sono impegnate congiuntamente in iniziative in favore delle donne e dei giovani.
Su questo argomento incontri ed accordi sono stati sottoscritti con il capofila prof. Besnik Mustafaj e con Laura Xhaxhiu dell’associazione “Open Doors Center”.

Leggi tutto...

KATER I RADES. IL NAUFRAGIO

Stampa
PDF

Il presidente Michele Capasso ha partecipato alla rappresentazione dell'opera "KATËR I RADËS. Il NAUFRAGIO" coprodotta dalla Biennale di Venezia e dal Teatro Koreja di Lecce, membro della Rete Italiana ALF.
L'evento che ha inaugurato la prebiennale di Bari, ha coinvolto i giovani artisti provenienti da vari Paesi.
Il presidente Capasso si è felicitato con il regista Salvatore Tramacere e con Georgia Tramacere per la qualità emotiva dell'opera teatrale dedicata alla tragedia dei migranti.

Leggi tutto...

LEB SARD A BEIRUT

Stampa
PDF

Preceduto dalla conferenza stampa del 6 marzo 2017, si è svolta a Beirut la prima tappa di LEB SARD FESTIVAL: l’iniziativa sostenuta dalla Fondazione Anna Lindh che vede la partecipazione di membri delle reti libanese e italiana in un festival in cui la musica costituisce il “Ponte” per il dialogo tra diverse culture.
Presenti nella chiesa di St. Louis le massime autorità libanesi per ascoltare le voci e le contaminazioni del soprano Hiba Al Hawas e di Fabio Furìa, con la partecipazione del Conservatorio libanese e della “Rafiq Hariri Foundation Choir”.
Apprezzamento per le associazioni Anton Stadler e Open med per l’impegno profuso.

Leggi tutto...

LOTTA ALLE MAFIE. MAGISTRATI E CANTANTI IN CAMPO PER LA LEGALITÀ

Stampa
PDF

Da San Luca, piccolo paese alle pendici dell'Aspromonte, parte un messaggio di speranza nella battaglia in favore della legalità e contro la criminalità con l'iniziativa "In campo per il futuro”,  che rappresenta l'epilogo di un'intensa attività nelle scuole della provincia reggina andata avanti per tutto l'anno con incontri tra studenti e magistrati e che si è concretizzata con l'inaugurazione del nuovo stadio del paese. Un gesto simbolico, certo, che rappresenta un segnale ben preciso dice il sottosegretario Boschi: "Lo stato e le istituzioni ci sono, qui a San Luca, e ovunque. Non ci sono territori in cui lo Stato rinunci a esserci e a combattere una battaglia di legalità contro la 'ndrangheta".
Un messaggio ripreso e ribadito pressoché in coro da tutti gli intervenuti al dibattito in una scuola di San Luca che ha fatto da prologo all'inaugurazione del campo di calcio con la partita tra la nazionale cantanti e quella dei magistrati (per la cronaca vinta dai cantanti 4-3): a parlare sono stati il vice presidente del Csm Giovanni Legnini, il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, il segretario della Cei Nunzio Galantino, i procuratori di Reggio Calabria e Catanzaro Federico Cafiero de Raho e Nicola Gratteri. Tutti concordi nel sottolineare la presenza costante della squadra-Stato sul territorio ma anche la necessità di una collaborazione della popolazione. "Siamo qui oggi - è stato il messaggio ai ragazzi - per dire che le cose possono cambiare, anche a San Luca. Vogliamo costruire un paese diverso ma per farlo abbiamo bisogno di voi".
Molti i rappresentanti della “Federazione Anna Lindh Italia” partecipanti. Il presidente Capasso ha sottolineato il ruolo svolto dall’OMCOM (l’Osservatorio mediterraneo sulla criminalità organizzata e le mafie costituito con la Fondazione Caponnetto) ed il messaggio di Nino Caponnetto che sottolineava come “la mafia tema di più la cultura che la giustizia”. Di qui il ruolo importante della scuola affinché i giovani possano combattere le mafie, “cancro che corrode il futuro”.

Leggi tutto...

PUBBLICATO IL BOLLETTINO "NOUVELLES DU RESEAU" DELLA FONDAZIONE ANNA LINDH

Stampa
PDF

È stato pubblicato il Bollettino della Fondazione Anna Lindh "Nouvelles du Reseau", in francese e inglese.

Leggi tutto...