EVENTI PRINCIPALI

Dieci anni fa veniva inaugurato il “Totem della Pace” a San Sebastiano al Vesuvio.
L’opera monumentale dello scultore Mario Molinari - che la Fondazione Mediterraneo sta diffondendo in tutto il mondo - fu installata dinanzi al Comune di San Sebastiano al Vesuvio e dedicato a Raffaele Capasso, Sindaco per 35 anni del paese ed artefice della ricostruzione dopo l’eruzione del Vesuvio del 1944.
A pochi giorni dal trentennale della morte di Raffaele Capasso, il prefetto Valentini viene in visita istituzionale al Comune di San Sebastiano al Vesuvio anche per constatarne la diversità dall’hinterland, grazie proprio all’opera pionieristica di Raffaele Capasso e degli amministratori che si sono succeduti.
Al suo arrivo in Municipio il prefetto Valentini è stato accolto dal Sindaco Salvatore Sannino, dalla Giunta Comunale e dai Consiglieri Comunali, alla presenza delle Autorità Militari, Civili e Religiose.
Dopo un breve colloquio nell'Ufficio del Sindaco, il Prefetto di Napoli ha partecipato alla cerimonia di saluto, organizzata (nel rispetto delle attuali misure di distanziamento) presso la Sala Consiliare "Raffaele Capasso", dove è stato accolto dal saluto del Presidente del Consiglio Comunale Gianluca Sannino.
Durante la cerimonia, il Sindaco Salvatore Sannino ha voluto ringraziare il Prefetto Valentini per aver scelto il Comune di San Sebastiano al Vesuvio come sede della sua visita ed ha svolto un intervento nel corso del quale ha illustrato le tante attività dell'Amministrazione Comunale, mettendo in evidenza il contributo delle associazioni di volontariato e il ruolo fondamentale per la Comunità della Parrocchia di San Sebastiano Martire.
Il Prefetto di Napoli ha ringraziato il Sindaco e la Comunità per l'accoglienza ricevuta, evidenziando come San Sebastiano al Vesuvio, dai dati in possesso della Prefettura, rappresenti uno degli esempi di Comuni virtuosi, in controtendenza rispetto alle diverse criticità che si riscontrano nella provincia. In tal senso ha auspicato che l'esempio di San Sebastiano al Vesuvio possa "contagiare" anche altre realtà.
Il Prefetto Valentini ha voluto anche evidenziare come la cura del territorio e le politiche locali rappresentino uno dei primi elementi per promuovere la sicurezza urbana, non potendosi ridurre il tema al solo intervento delle forze dell'ordine.
Al termine della cerimonia il Sindaco Salvatore Sannino ha omaggiato il Prefetto di una targa in pietra lavica, mentre la Sezione Locale dell'Associazione Nazionale Carabinieri e l'UNIPAN hanno offerto alcuni doni.