WORLD PEACE FORUM

Il World Peace Forum (WPF) si pone come luogo di incontro per analizzare le problematiche alla base dei conflitti e per individuare le migliori strategie per consolidare una coalizione di valori e di interessi condivisi in grado di assicurare la PACE ed uno sviluppo sostenibile.
Il WPF coinvolge i principali esponenti politici, economici, religiosi, culturali e sociali delle diverse società allo scopo di analizzare le cause dei conflitti e riformare i programmi globali e regionali affinché sia assicurata e costruita una PACE durevole con una equa distribuzione delle risorse ed il rispetto dei diritti fondamentali della persona umana: in modo particolare delle donne e dei giovani.

In occasione del  trentennale della Fondazione Mediterraneo  si è svolto presso  il Museo della Pace - MAMT l’incontro internazionale dal tema “MEDITERRANEO DEL FUTURO - ONE BELT ONE ROAD”, promosso dall’Istituto per la Cultura Cinese e dalla Fondazione Mediterraneo.
Questo evento fa parte del “WORLD PEACE FORUM” in programma a Napoli ed in altri Paesi del mondo.
L’obiettivo dell’incontro internazionale è l’istituzione di un Tavolo Tecnico Permanente che porti all’attenzione delle istituzioni nazionali e delle Regioni del Sud dell’Italia la necessità dell’inserimento degli attori economici e scientifici nel processo che va sotto il nome di “Via della Seta”.
Considerato il rischio per i porti del Mar Tirreno di essere esclusi dai traffici più importanti che caratterizzeranno gli anni a venire, appare urgente un’analisi ed una progettualità puntuale in grado di coinvolgere l’intero “Sistema Italia” in questa azione importante e, in particolare, il Mezzogiorno d’Italia.
In presenza di Zheng Xuan, Ministro Consigliere dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, a testimoniare l’importanza della collaborazione tra i due Paesi, l’evento costituisce una tappa importante ed è suddiviso in tavoli istituzionali, scientifici e industriali.
Moderati dal direttore de “Il Mattino” Federico Monga, si sono confrontati il Sen. Vito Petrocelli, Presidente della Commissione Affari Esteri del Senato, e gli Onorevoli Piero De Luca e Gennaro Migliore.
Tanti gli spunti e le proposte scaturite dal tavolo scientifico presieduto da Giuseppe Cataldi (Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”) dove sono intervenuti Elda Morlicchio (Rettrice dell’Università  degli Studi di Napoli “L’Orientale”), Enzo Siviero (Vicepresidente SEWC -Structural Engineers World Congress), Matteo Bressan (Università Lumsa di Roma), Floria Sapio (Università degli studi di Napoli “L’Orientale”), Giancarlo Scalese (Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale), Massimiliano Lega (Fondazione di partecipazione “Osservatorio del Mare e del litorale costiero” della Campania), Nicola Martino (Presidente Associazione Liberi e Forti).
Gli indirizzi di saluto e le conclusioni sono state affidate a Michele Capasso (Presidente della Fondazione Mediterraneo), Davide Antonio Ambroselli (Vicepresidente e Direttore Istituto per la Cultura Cinese) e Domenico Salerno, (Consigliere di Amministrazione Istituto per la Cultura Cinese).

Leggi tutto: ...

La Fondazione Mediterraneo partecipa all’inaugurazione della XXX Universiade, che ha visto a Napoli le delegazioni di 118 Paesi confrontarsi su 18 discipline sportive.
L’intera Regione Campania e la città di Napoli hanno accolto i giovani sportivi universitari provenienti da tutto il mondo, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
“Un momento importante per la città e per la Campania – ha affermato il presidente Michele Capasso – che testimonia l’importanza dello Sport quale strumento concreto per il dialogo e la pace: su questo tema la Fondazione è impegnata in questi giorni proprio con la sessione tematica del World Peace Forum”.

Leggi tutto: ...