Maison des Alliances

Il diffondersi del terrorismo su scala planetaria, la fase di stallo in cui si trova il processo di pace ed i rischi ecologici impongono sforzi concreti per rispondere a nuove sfide: politiche, culturali, economiche, sociali e ambientali.
Su questi temi la Fondazione Mediterraneo è impegnata sin dal 1994, ponendosi come punto di riferimento per il Partenariato euro-mediterraneo (Unione per il Mediterraneo) e per lo sviluppo delle relazioni tra l’Europa e il Mondo Arabo attraverso la realizzazione di azioni finalizzate a promuovere il dialogo tra le diverse culture.
Per rafforzare le relazioni e la cooperazione tra l’Europa e il Mondo Arabo - specialmente nel momento in cui la crisi globale e l’acuirsi delle tensioni in Medio Oriente rischiano di arrestare il processo di dialogo attivato dagli attori sociali e istituzionali - è indispensabile promuovere una riflessione organica sulle varie tematiche e valorizzare gli esempi di buona pratica al fine di  utilizzare al meglio le risorse disponibili.
Per questi motivi la Fondazione Mediterraneo, con la Lega degli Stati Arabi ed altri partner, ha deciso di costituire la Maison des Alliances,  con l’obiettivo primario di promuovere, nello scenario globale, la vicinanza tra i Popoli dell’Europa, del Mediterraneo e del Mondo Arabo mediante la diffusione della conoscenza e delle memorie storico-culturali che si intrecciano da secoli, al fine di rafforzare sentimenti di comunanza e solidarietà, nonché la presa di coscienza dei valori e degli interessi condivisi.

Guarda il sito della Maison: www.maisondesalliances.org

Le azioni principali che la  Maison des Alliances intende attuare sono:

1. Riunire periodicamente e sistematicamente - in un luogo simbolicamente significativo -  esperti, responsabili e decisori di istituzioni, organismi internazionali, associazioni e reti istituzionalizzate al fine di: analizzare i problemi presenti nelle aree tematiche di riferimento; promuovere e valorizzare gli esempi di buona pratica; produrre soluzioni condivise che abbiano un impatto immediato nel rispetto delle differenti visioni.

2. Riunire esperti di rinomata fama, indicati dal Consiglio scientifico, il cui compito è elaborare un documento composto di 3 parti - analisi, indicazione delle buone pratiche e raccomandazioni -  che sarà indirizzato ai decisori ed ai responsabili delle istituzioni e dei Governi. Il documento sarà oggetto di un suivi,al fine di monitorarne l’impatto operativo.

3. Riunire i componenti del “Comitato di Riflessione” costituito dalla Fondazione Mediterraneo (composto da intellettuali, economisti, artisti, decisori politici, ecc.) al fine di produrre un pensiero innovativo per accompagnare ed arricchire le azioni politiche e strategiche dei responsabili dei Governi e degli organismi internazionali  della regione euro-araba.

4. Costituire un archivio ed una banca dati – su supporto cartaceo e su apposito sito web – contenente  documentazioni ed informazioni concernenti le aree tematiche trattate.

5. Organizzare una riunione plenaria annuale di tutti i partecipanti alle riunioni delle diverse aree tematiche.

6. Produrre un “Rapporto annuale Europa - Mondo Arabo” che sia di riferimento per i decisori.

7. Organizzare, ogni due anni, il Forum des Alliances: questo evento riunirà, intorno ad un tema specifico indicato dal Consiglio scientifico, i rappresentati della politica, del mondo associativo, della cultura e dell’economia provenienti dai paesi dell’Europa e del Mondo Arabo.

Promuovere la cultura come mezzo d’accesso al mondo, ai saperi e alla conoscenza da parte degli uomini e delle donne, fornendo loro i mezzi per esprimere le proprie aspirazioni e costruire un dialogo indispensabile per il futuro dei popoli dell’Europa e del Mondo Arabo.

Realizzare attività che valorizzino l’apporto delle diverse culture al patrimonio e al sapere condivisi, portando alla luce le potenzialità, ancora non sufficientemente espresse, dello scambio di esperienze e diffondendo la conoscenza delle reciproche influenze che hanno alimentato tradizioni, usi e costumi nella progettazione di un nuovo Umanesimo quale base della comprensione tra i Popoli Europei e del Mondo Arabo.

Facilitare la cooperazione tra Istituzioni, Centri di ricerca, Università ed organismi per l’aggiornamento delle conoscenze e la realizzazione di iniziative congiunte volte a contrastare il pregiudizio e a diffondere le innovazioni del pensiero e delle scienze nonché gli esempi di buona pratica connessi a nuove tecnologie applicate alla sostenibilità dello sviluppo.

Promuovere gli studi e l’attivazione di esperienze mirate a facilitare la convivenza e l’interazione di persone e gruppi con differenti backgrounds culturali.

Promuovere, sistematicamente, informazioni e comunicazioni sulle differenti iniziative intraprese per la cooperazione tra l’Europa e il Mondo Arabo al fine di evitare duplicazioni e sprechi di risorse.

Intellettuali e politologi di fama internazionale riuniti per analizzare in tempo reale la situazione in Iran e fornire indicazioni ai politici e ai decisori: è questo l’obiettivo della Maison des Alliances - creata dalla Fondazione Mediterraneo in collaborazione, tra gli altri, con l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, la Lega degli Stati Arabi e la Fondazione Anna Lindh – al fine di produrre “riflessioni” e “pensieri” in grado di costituirsi quale riferimento per lo scenario geopolitico.

Coordinati dal presidente Michele Capasso, studiosi quali il francese Gilles Kepel, il palestinese Khalil Abdelqader Issa, il marocchino Youssef Jerrari, lo spagnolo Nicolas Roser ed altri hanno analizzato la situazione in Iran e proposto un documento che sarà inviato ai responsabili politici internazionali.

Leggi tutto: ...

La Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture, rappresentata dal Presidente Andreu Claret, ha aderito al progetto "Maison des Alliances"proposto dalla Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto: ...

La Lega degli Stati Arabi, rappresentata dal Segretario Generale Amr Moussa ha aderito al progetto "Maison des Alliances" proposto dalla Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto: ...

Su proposta del Presidente Abdelwahed Radi, l´Assemblea Parlamentare del Mediterraneo ha aderito al progetto "Maison des Alliances" proposto dalla Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto: ...

Union des Jeunes Euro-Maghrébins (UJEM) e la Federacion Asociaciones de Jovenes Emprendedores de Castilla y Leon hanno organizzato la 4° Edizione del Forum Euromagrebino della Gioventù a Miranda de Ebro (Spagna).

La Fondazione Mediterraneo ha partecipato con una relazione del Presidente Michele Capasso, che ha preso parte ad una tavola rotonda con Ismail Alaoui, Presidente del Partito del Progresso e del Socialismo marocchino, e Carmen Romero, Presidente del Circulo Mediterraneo.

Al termine del Forum i giovani hanno redatto un documento in cui auspicano la creazione a Napoli presso la sede della FM della "Maison des Alliances", un luogo simbolico in cui riunire in maniera informale i responsabili e i decisori dei diversi organismi internazionali per realizzare azioni comuni, evitando inutili duplicazioni e sprechi di risorse. 

Tra le altre raccomandazioni adottate:
- l´organizzazione della Seconda Carovana Euromagrebina della Gioventù;
- il lancio del Salone Euromagrebino dell´impiego e degli investimenti a Tangeri;
- la creazione di una radio euromagrebina destinata ai giovani;
- l´organizzazione della prossima edizione del Forum a Napoli, presso la sede della Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto: ...