Complete list of events

The ASAR-International Conference on Business Management, Economics, Social Science and Humanities (ICBMESSH), which will be held at Istanbul, Turkeyon 23rd January, 2018.
ICBMESSH 2018 is hosted by ASAR- India. The ICBMESSH conference offers a track of quality R&D updates from key experts and provides an opportunity in bringing in the new techniques and horizons that will contribute to advancements in Business Management, Economics, Social Science and Humanities in the next few years. All submitted papers will be under peer review and accepted papers will be published in the conference proceeding.
Both academia and industries are invited to present their papers dealing with state-of-art research and future developments.

Read more: ...

La Fondazione Mediterraneo ha partecipato alle celebrazioni di Roma e di Capua con vari membri impegnati in azioni di solidarietà ed aiuto ai migranti.
“E’ emozionante partecipare a questa Eucarestia tra le bandiere di 49 Paesi; nel mondo sono circa un miliardo le persone in movimento - ha affermato il presidente Michele Capasso - quasi un essere umano su sette; in Italia i migranti arrivati attraverso la rotta mediterranea nel 2017 sono stati 119 mila, il 34% in meno rispetto allo scorso anno. Si stima che i morti o dispersi nella rotta del Mediterraneo centrale dal Nord Africa verso l'Italia siano stati 3.116. Da inizio anno sono oltre 400 i bambini morti in mare,
tentavano la traversata da soli o con parenti, mentre in migliaia sono stati vittime di abuso, sfruttamento e schiavitù nel loro viaggio attraverso la Libia.
Solo nel 2017 - conclude Capasso - circa 15mila bambini non accompagnati hanno raggiunto l`Italia via mare ed i loro viaggi sono stati generalmente gestiti da responsabili di traffico e tratta”.
Prima di partecipare alla S. Messa il presidente Capasso ha sottolineato le emozioni ed il coinvolgimento di oltre 5.000 visitatori al percorso emozionale del Museo della Pace di Napoli dedicato a “VOCI DEI MIGRANTI”.
Celebrando la messa in San Pietro domenica 14 gennaio 2018 Papa Francesco ha detto parole di comprensione per le paure della gente di fronte al fenomeno migratorio: «Avere dubbi e timori non è un peccato. Il peccato è lasciare che questi condizionino le nostre scelte e alimentino l’odio»

Read more: ...

Le Nazioni Unite (ONU) hanno designato il Marocco per ospitare la "Conferenza internazionale sulle migrazioni" (ICD 2018) che si terrà dal 10 all'11 dicembre 2018.
L'Assemblea Generale ha adottato all'unanimità una risoluzione sulle modalità di questo incontro, compresa la scelta del tema: "Conferenza intergovernativa per l'adozione del patto globale per una migrazione sicura, ordinata e regolare".
Completando il lavoro del Forum globale su migrazione e sviluppo, copresieduto dal Marocco e dalla Germania, e l'undicesimo vertice che si terrà dal 5 al 7 dicembre a Marrakech, il CIM 2018 è il più grande evento internazionale sulla questione della migrazione.
Un incontro importante poiché vedrà l'adozione del "Global Compact for Safe, Ordained and Regular Migration", il primo documento delle Nazioni Unite sulla questione della migrazione nel suo complesso.
Una consacrazione per il Regno del Marocco ed il riconoscimento del suo ruolo nella gestione della migrazione nel mondo in generale, e, in particolare in Africa e nell'area euromediterranea.
La Fondazione Mediterraneo parteciperà a questo evento in riconoscimento del suo ruolo, da 30 anni, in favore dei migranti e del dialogo in generale.

Read more: ...

Si è svolto a Roma, a Villa Madama, il vertice dei Paesi dell’Europa meridionale (Portogallo, Spagna, Francia, Italaia, Grecia, Cipro e Malta).
"Se dovessi sintetizzare lo spirito che ci accomuna è che siamo Paesi decisamente europeisti", questo vertice "non si caratterizza per separarsi dal resto d'Europa ma per discutere, ragionare, fare proposte a beneficio dell'Ue perché crediamo nel futuro dell'Ue". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni al vertice di Villa Madama tra i sette Paesi mediterranei della Ue. "La domanda di Europa a livello globale e il momento positivo per tutte le economie europee fanno sì questo sia il momento giusto per fare uno sforzo per una maggiore coesione europea", ha detto il presidente del Consiglio, sottolineando che l'incontro dei Med-7 "vuole ridurre le differenze tra nord e sud Europa, tra est e ovest": "il momento per farlo è questo in cui la congiuntura economica consente investimenti sul futuro".
"Dopo un decennio di crisi economica, l'Europa è tornata a crescere, durante le difficoltà ha sviluppato nuovi strumenti di governance e ha rafforzato la sua capacità di reagire alle sfide globali". Lo si legge nel documento finale del vertice dei paesi dell'Europa del Sud, secondo i quali ora "l'Europa è più forte, ma molto resta da fare".
"La gestione dei flussi migratori sarà una sfida fondamentale per l'Ue nei prossimi anni. I paesi del sud Europa sono particolarmente preoccupati e colpiti, dal momento che sono in prima linea sui confini dell'Ue. Il nostro ruolo fondamentale nella protezione dei confini e il peso di questo compito devono essere riconosciuti e condivisi dall'Ue", afferma il documento finale del vertice.
"Bisogna compiere i passi necessari per completare l'unione monetaria ed economica, per garantire una crescita sostenibile e bilanciata", si legge nel testo finale del vertice. I sette leader sottolineano che "completare l'unione bancaria è una priorità". Consultazioni popolari in tutta Europa dalla prossima primavera per sentire i cittadini sul futuro dell'Unione europea. E' la proposta lanciata dai leader dei paesi del Sud che nel documento finale del vertice di Roma fanno propria la proposta del presidente francese Emmanuel Macron. Sì anche alle liste transnazionali per le elezioni del Parlamento europeo, convinti che questo possa "rafforzare la dimensione democratica dell'Unione".
I leader dei paesi del Med-7 "ribadiscono il sostegno ad un accordo attuabile a Cipro che riunisca Cipro e la sua gente, e che garantisca la sovranità, indipendenza e integrità territoriale di Cipro, senza la necessità di garanti. La Repubblica di Cipro è e resta un membro dell'Ue, e esser parte dell'Ue è la migliore garanzia per una Cipro riunificata", afferma il documento finale del vertice Med-7 di Villa Madama. Il prossimo vertice dei sette paesi del sud dell'Unione europea si terrà proprio a Cipro.

Read more: ...