Tutti gli Eventi e le Iniziative || Anno per Anno

Sua Altezza Reale la Principessa Lalla Meryem ha ricevuto dalle mani del prof. Michele Capasso, Presidente-Fondatore della Fondazione Mediterraneo per la Pace, il « Premio Mediterraneo ‘Rita Allamprese’ per l’Infanzia ».
Questo prestigioso riconoscimento è stato attribuito dal Comitato Internazionale della Fondazione Mediterraneo, composto da personalità di spicco, in segno di riconoscenza per l’opera svolta in favore della difesa dei diritti dell’infanzia.
« Con questo prestigioso riconoscimento la Fondazione intende egualmente rendere omaggio  a Sua Maestà Maometto VI per la sua scelta risoluta di condurre il suo popolo verso  una società basata sul diritto e sulla giustizia, dove l’infanzia potrà godere di tutte le forme di protezione » ha sottolineato il presidente Capasso.
L’attribuzione del « Premio Mediterraneo ‘Rita Allamprese’ per l’Infanzia » - che inaugura questa sezione proprio con SAR la PRincipessa Lalla Meryem, - testimonia l’alta stima a livello internazionale per le opere svolte in favore dell’infanzia in qualità di Presidente dell’Osservatorio Nazionale dei Diritti dell’Infanzia (ONDE) dal 1995, del Parlamento dell’Infanzia e dell’Associazione Marocchina di sostegno all’Unicef.
Per questo è stata nominata Ambasciatrici dei buona volontà dell’UNESCO nel luglio 2011.
SAR la Principessa Lalla Meryem è altresì  Presidente della Fondazione Hassan II per le Opere Sociali degli ex Combattenti e Militari e della Fondazione Hassan II per i Marocchini residenti all’estero.
Il « Premio Mediterraneo » è stato creato nel 1996 dalla Fondazione Mediterraneo ed è attribuito annualmente a personalità di alto livello del mondo politico, culturale e artistico che hanno contribuito, attraverso la loro azione, all’affermazione dei valori di solidarietà e dialogue nell’area euromediterranea.
Questo prestitgioso Premio è stato attribuito nel 1999 alla memoria di Sua Maestà Hassan II per il suo ruolo di precursore nella diffusione degli ideali di dialogo e tolleranza.
Il Presidente Capasso ha altresì manifestato lap ropria emozione perché questa sezione del Premio Mediterraneo è titolata alla memoria della sua defunta moglie Rita Allamprese, in riconosciemnto del suo ruolo nell’ambito della Fondazione Mediterraneo e delle sue azioni in favore dell’infanzia abbandonata.

Leggi tutto: ...

In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, Michele Capasso e Pia Molinari hanno offerto al re del Marocco Mohammed VI  un esemplare del “Totem della Pace Tricolore”.
In questa occasione è stato avviato il progetto per realizzare, anche in Marocco, l’opera monumentale dello scultore Mario Molinari con i colori della bandiera marocchina.
 

Leggi tutto: ...

Il Presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e la responsabile dell’area “giovani, donne e creatività” Pia Molinari hanno avuto un incontro ufficiale con l’Osservatorio Nazionale dei Diritti dell’Infanzia del Marocco al fine di sottoscrivere partenariati in difesa dell’infanzia nel Mediterraneo.
Capasso e Molinari sono stati accolti dal direttore esecutivo Said Raji e dalla vicepresidente Amina El Malki Tazi.

 

Leggi tutto: ...

Il Presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e la responsabile dell’area “giovani, donne e creatività” Pia Molinari sono stati accolti presso l’Osservatorio Nazionale dei Diritti dell’Infanzia da fanciulli che hanno cantato l’Inno Nazionale.

 

Leggi tutto: ...

Il Presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e la responsabile dell’area “giovani, donne e creatività” Pia Molinari hanno avuto un incontro ufficiale con  il direttore esecutivo dell’Osservatorio Nazionale dei Diritti dell’Infanzia del Marocco Said Raji e con la vicepresidente Amina El Malki Tazi al fine di sostenere la creazione dell’Osservatorio Mediterraneo per l’Infanzia. Tra le tematiche trattate quelle concernenti l’ascolto (soprattutto delle violenze verso i bambini), l’educazione (contro l’analfabetismo), la protezione e la salute.

 

Leggi tutto: ...

Il Presidente della Fondazione Anna Lindh André Azoulay ha ricevuto a Mentone dalle mani di Leila Shahid – rappresentnate  della Palestina all’Unione europea -  il premio “Olivo d’Oro per la Pace” da parte dell’associazione “Medici per la Pace”.
Andrè Azoulay e Leila Shahid hanno ricevuto nel 2010 e 2011 il Premio Mediterraneo.
 

Leggi tutto: ...

Si è svolta a Napoli la cerimonia di assegnazione del “Mare Nostrum Award 2011”.
Creato da “Grimaldi Magazine” Mare Nostrum Awards è dedicato alla promozione delle Autostrade del Mare. L’obiettivo è quello di valorizzare questa eccezionale opportunità di scambi, collegamenti e sviluppo sostenibile per tutti i paesi dell’area Mediterranea. Il montepremi di Mare Nostrum Awards ammonta, come ogni anno, a 50.000 euro suddiviso tra i primi cinque classificati.
La Giuria Internazionale del Premio è composta da esponenti di spicco del giornalismo e della cultura. Il Presidente Folco Quilici è infatti affiancato da Brahim Aouam, Console della Repubblica di Tunisia a Napoli, Vassiliki Armogeni, giornalista greca della rivista Efoplistis, Michele Capasso, Presidente della Fondazione Mediterraneo, Diana De Feo, giornalista RAI, Mimmo Jodice, fotografo, Enric Juliana, vice direttore del quotidiano spagnolo La Vanguardia, Paul Kyprianou, già Presidente Associazione Armatori RoRo Europei, Virman Cusenza, Direttore de Il Mattino. Segretario del Premio è Luciano Bosso, giornalista e direttore della rivista Grimaldi Magazine Mare Nostrum.
Durante la serata, condotta da Massimo Giletti, il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso ha premiato il fotografo spagnolo Antonio Péres e sottolineato la necessità, in questo momento difficile, di “osare” in tutti i campi per promuovere pace e sviluppo.

 

Leggi tutto: ...

Il Forum des Jeunes Marocains du 3ème Millénaire e l’Association d’Etudes et de Recherches pour le Développement hanno organizzato a Dakhla, dal 1 al 4 dicembre 2001, in partenariato con l’Agence du Sud, il Groupe OCP, la Wilaya di Dakhla , il Ministero della Gioventù e dello Sport, la la Royal Air Maroc, la World Peace Organisation e la Fondazione Mediterraneo  un incontro internazionale dal tema  “I giovani e la sicurezza umana”.
Questo incontro - che si è svolto in un momento in cui il Marocco conosce riforme politiche, sociali ed economiche di portata storica ed in un contesto mondiale  segnato da profonde trasformazioni -ha visto la partecipazione di oltre 220 attori militanti per la pace, tra i quali 200 giovani dai 18 ai 35 anni, provenienti dall’Africa, dal Mondo Arabo, dall’Asia, dall’Europa e dall’America del Nord e del Sud.
Durante quest’incontro si sono svolte conferenze animate da specialist in material di sicurezza umana e da personalità di livello mondiale; si sono altresì svolte attività culturali, artistiche e di solidarietà nei confronti delle popolazioni di Dakhla. Sono stati sottoscritti accordi in favore dei giovani delle province del Sud del Marocco.
A conclusion dell’incontro, I giovani rappresentanti dei 5 continenti hanno sottoscitto un Memorandum con il quale si è deciso di costituire la  Rete mondiale dei giovani per la sicurezza umana.
Driss Guerraoui, Coordinatore nazionale del  Forum des jeunes marocains pour le troisième millénaire e membro della Fondazione Mediterraneo, è stato l’animatore di questo incontro.

Leggi tutto: ...

Il Presidente Capasso ha partecipato alla cerimonia per il gemellaggio tra il Rotary club Napoli Est ed il Rotary Club Erenkoy Istanbul, portando il saluto della Fondazione Mediterraneo e ricordando le attività che ha svolto in favore della Turchia.

La Fondazione Mediterraneo partecipa alla mostra “La primavera araba in Egitto” che si inaugura martedì 29 novembre alle ore 15.00 presso il foyer dell'aula magna dell’Università degli Studi Roma Tre – Facoltà di Lettere e Filosofia – in via Ostiense 234.
Seguirà una Tavola rotonda sullo stesso tema che avrà luogo dalle ore 15.30 presso la Sala Conferenze del Dipartimento di Linguistica - Facoltà di Lettere e Filosofia.

La locandina