Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

MAMT – Mediterranean Museum of Art, Music and Traditions

The MAMT- Mediterranean Museum of Art, Music and Traditions is an institution created by the Fondazione Mediterraneo with the aim “to experience” in an interactive way, the positive emotions of Our Sea through Arts, Music and Traditions. The MAMT is one of the most important initiatives of Fondazione Mediterraneo: an active space created in order to let communicate Arts, Music and Traditions of the Mediterranean contemporary society. The awareness of a past full of ancient traditions is the base for the construction of a rational and connected humanity: the vastness of the Mediterranean area collects together the responsibility, the hard work and intelligence with the ability to share spaces and cultures. Today, more than ever, the sense of future is given by the awareness of the sorrow, of the conflicts and at the same time by the ability to share joys and bond.
Art and Music are since ever the tool of communication and sharing of the humanity that, in a particular “Mediterranean” path, allows us to overtake the violence of the human being that showed itself in his greater brutality in countries as Bosnia, Palestine, Syria and other places: as testify of this there are Bosnia, in order not to forget and Suffering and Hope in the world, exhibitions of the museum.

At the same time there are symbols inviting to meeting and hope appear in lands of desolation and Hush: The Ferrigno Nativity Scene, the exhibition a Sea, three Faiths, the Peace and the Last Neapolitan Supper are part of the Museum.
Near the Totem of Peace and other works by Mario Molinari, sculptor of the color, accompanies the lonely journey of freedom, the Dreamlike World of John Crown and the desire of participation and recognition of the role of women in the Mediterranean in the exhibition “Breaking the Veils, women artists of Islamic World”.
Fado, Flamenco, Tango and Sirtaki, the Song of Naples, the Great Lyric Operas, Arabic Music and the Classics of all the times catch the attention of the audience with the acoustic perfection of the “Music hall” of the Museum.
The section dedicated to Pino Daniele has a particular meaning.
The warm of the Mediterranean human nature and the awareness of the necessity to keep track, the the wealth and the fertility find in the “Section Architecture” – with the Associated presences of Alvaro Siza, Ciamarra Picas, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini and others - and in the Voices of the Migrants and other strong point.
The artworks of Pietro and Rino Volpe mark Mediterranean signs in which the culture and the literature merge with the creativity making a unique collection.
A collection of HD video about the most important sites of the Campania Region will accompany the tourists of cruises and the visitors in the whole building: the ground floor facing on Municipio Square will host an info-point unique in its kind. The MAMT is also an articulated system of services in the heart of the city of Naples: the library, the emeroteque, the music hall, salt conventions, the restaurants, the Euromedcafé, the residences and the bookshop receive the visitor with sympathy and enthusiasm: that enthusiasm of the Mediterranean!

AL MUSEO DELLA PACE UNA GIORNATA DEDICATA ALLO STUDIO PICA CIAMARRA ASSOCIATI

Print
PDF

Il Museo della Pace - MAMT ospiterà una giornata dedicata alle opere di architettura ed ai progetti dello Studio Pica Cimarra Associati.
Tra i progetti “Orbitecture”, dedicato ad una stazione nello spazio.

Read more...

VISITATORI AL MUSEO APPREZZANO I VIDEO SUL MEDITERRANEO

Print
PDF

Grande afflusso di visitatori durante il mese di agosto. In particolare sono stati apprezzati i video emozionali sul Mediterraneo.
La Fondazione ha annunciato la prossima realizzazione di video sui siti minori del Mediterraneo al fine di promuoverli su scala internazionale.

Read more...

AL MUSEO DELLA PACE SI CELEBRA LA GIORNATA MONDIALE CONTRO LA TRATTA DEGLI ESSERI UMANI

Print
PDF

Grande emozione tra i visitatori del Museo della Pace e del percorso emozionale dedicato alle “Voci dei Migranti” ed alla tratta degli esseri umani, in occasione della “giornata mondiale contro la tratta degli esseri umani”.
In collaborazione con le “Missioni Don Bosco” nel mondo i visitatori hanno potuto vedere video e documenti che testimoniano questa catastrofe dei nostri giorni che produce 21 milioni di vittime!
In collegamento con Piazza San Pietro l’appello di Papa Francesco: “Desidero richiamare l’impegno di tutti affinché questa piaga  aberrante, forma di schiavitù moderna, sia adeguatamente  contrastata. Preghiamo insieme la Vergine Maria perché sostenga le vittime della tratta e converta i cuori dei trafficanti».
E poi a bracciò conclude: “sembra che ci siano così abituati da considerarla una cosa normale. Questo è brutto, è crudele, è criminale!”.
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella usa parole forti per condannare la tratta di esseri umani che sta provocando migliaia di vittime. Nella sua nota si legge: "La comunità internazionale non può assistere, imbelle, a queste tragedie. Gran parte delle vittime della tratta sono donne e bambini. Il loro grido di dolore non resti inascoltato. Il loro diritto alla vita e i loro diritti fondamentali sono strettamente connessi ai nostri. Nessun popolo o cittadino può restare indifferente finché uno solo tra gli esseri umani è costretto a vivere come schiavo. Nel Mediterraneo questo impegno ha molta attinenza con il contrasto alle bande criminali che gestiscono il traffico di migranti e profughi".
"La tratta delle persone è un crimine atroce e inaccettabile, che si riaffaccia periodicamente nella storia dell'umanità e sfida le nostre coscienze - ha proseguito il capo dello Stato - È importante che le Nazioni Unite abbiano deciso di dedicare una Giornata mondiale contro il traffico di esseri umani, con l'obiettivo di sensibilizzare cittadini e istituzioni, richiamando ciascuno al dovere morale e alla dignità civile di una lotta senza frontiere contro queste forme di schiavitù. È necessario combattere questo traffico anti-umano con tutte le energie necessarie, e anche con una visione di insieme".
Mattarella individua le azioni da intraprendere con urgenza: "Occorre promuovere cooperazione e sviluppo per prosciugare i bacini dell'estrema indigenza che inducono ad affidarsi a organizzazioni criminali prive di scrupoli. Occorre fermare le armi che destabilizzano intere società, per promuovere pace, diritti, civiltà. Al tempo stesso occorre individuare e colpire con strumenti adeguati le organizzazioni dei trafficanti, spezzando reti di complicità e connivenza".
"Nel diritto internazionale la tratta degli esseri umani è distinta dal traffico illegale dei migranti, che tuttavia è sostenuto e alimentato anch'esso da spietate e sanguinarie bande che sospingono le loro vittime verso condizioni di servitù e di annichilimento personale. La solidarietà e la civiltà degli europei vanno messe a servizio di un contrasto efficace di questi mercanti di morte", conclude il presidente della Repubblica.

 

Read more...

BEATRICE DI BORBONE DELLE DUE SICILIE IN VISITA AL MUSEO DELLA PACE - MAMT

Print
PDF

S.A.R. Beatrice di Borbone delle Due Sicilie ha visitato il nostro Museo esprimendo compiacimento per l'opera realizzata che è di esempio soprattutto per i giovani.
Accolta da Michele Capasso e Pia Molinari ha visitato i vari percorsi emozionali del Museo soffermandosi soprattutto su quelli dedicati ai grandi protagonisti della storia.

Read more...

I CAPOFILA DI 12 RETI NAZIONALI DELLA FONDAZIONE ANNA LINDH IN VISITA AL MUSEO DELLA PACE ED AL CENTRO DOCUMENTAZIONE ALF

Print
PDF

I Capofila delle Reti nazionali di Francia, Spagna, Malta, Algeria, Albania, Slovenia, Bosnia-Herzegovina, Mauritania, Tunisia, Lituania, Repubblica Ceca hanno visitato il Museo della PaceMAMT esprimendo grande apprezzamento per questa iniziativa e per l’impegno del presidente Capasso nel costituire e sostenere la Fondazione Anna Lindh.

Read more...