Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

Fondazione Anna Lindh Rete Italiana

Rete Italiana della Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture

La Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture (ALF) è un’organizzazione unica nel suo genere creata dall'Unione europea e dai Paesi Partner Mediterranei nell'ambito dell'Unione per il Mediterraneo. E' una rete di reti di organismi della Società Civile e delle Istituzioni (Università, Collettività locali, ecc.).

La Fondazione Mediterraneo è Capofila della Rete Italiana dal 2004

Il nostro ruolo è stato ed è quello di svolgere funzione di connessione tra i vari membri che agiscono attivamente per la promozione del dialogo tra le culture, favorendo la visibilità e l’azione del Partenariato Euromediterraneo a livello nazionale ed internazionale.


I MEMBRI DELLA RETE ITALIANA ALF IN VISITA AL MAMT

Stampa
PDF

I membri della Rete Italiana della “Fondazione Anna Lindh” riuniti nell’Assemblea Generale – ospitata al "Museo della Pace - MAMT" – hanno visitato il Museo ed il Centro di documentazione inaugurato dalla presidente Guigou, esprimendo apprezzamento per l’iniziativa realizzata dalla Fondazione Mediterraneo.

Leggi tutto...

GIORNATA MONDIALE DEI SCIENCE CENTER E DEI MUSEI DELLA SCIENZA. GIORANTA MONDIALE DELLA SCIENZA PER LA PACE E LO SVILUPPO

Stampa
PDF

La “Federazione Anna Lindh Italia” con il Museo della Pace – MAMT sono partner dell’evento organizzato da Città della Scienza (membro fondatore della “Federazione”).

Leggi tutto...

ASSEMBLEA GENERALE DELLA “RETE ITALIANA DELLA FONDAZIONE ANNA LINDH”

Stampa
PDF

Si è svolta a Napoli presso la Fondazione Mediterraneo l’Assemblea Generale della “Rete Italiana della Fondazione Anna Lindh”, costituita dai rappresentanti di organismi ed istituzioni italiani impegnati per il dialogo e la pace.
L’Ordine del Giorno - predisposto dal Comité de Pilotage – si è sviluppato intorno alle raccomandazioni e conclusioni del MED FORUM di Malta (23 – 25 ottobre 2016) e delle riunioni dei Capofila delle Reti Nazionali e dei 5+5 di Marsiglia (26 e 28 ottobre 2016) affinchè le medesime possano trovare compimento nella realtà italiana proprio attraverso la Rete Nazionale ALF.
A tal fine si è svolta una sessione per lo sviluppo delle capacità (9 novembre 2016) e sono stati presentati i progetti più significativi in corso di realizzazione da parte dei membri molti dei quali hanno  predisposto il progetto “La Città interculturale” con una presentazione de “La Città del dialogo” a cura del prof. Massimo Pica Ciamarra.
A conclusione dei lavori sono stati predisposti e condivisi due documenti: uno concernente la dichiarazione di principi e l’altro le conclusioni operative.
L’associazione RIDE ha svolto una sessione autogestita sullo sviluppo della Rete Italaiana ALF nell’ultimo anno.

Leggi tutto...

ASSEMBLEA GENERALE DELLA RETE ITALIANA ALF: SESSIONE AUTOGESTITA DALL’ASSOCIAZIONE RIDE

Stampa
PDF

Nell’ambito dei lavori dell’Assemblea Generale della Rete Italiana ALF, su richiesta dell’Associazione RIDE – i cui membri fanno tutti parte della Rete italiana – si è svolta una sessione autogestita sugli sviluppi recenti della Rete italiana e della RIDE ( in luogo dell’originaria Assemblea Generale e della riunione del Comitato esecutivo originariamente programmati).
Il legale rappresentante dell’associazione RIDE dott. Enrico Molinaro ed il Min. Pl. Enrico Granara del MAECI hanno illustrato gli sviluppi intercorsi negli ultimi mesi: in particolare il Min. Pl. Granara ha confermato il particolare interesse del MAECI per la RIDE e la considerazione ed il sostegno per le sue attività ed il suo rilancio, nel quadro della legge 125 dell’11.08.2014 e delle attività UNAOC delle Nazioni Unite.
I membri presenti hanno dato luogo ad un dibattito dal quale è scaturita la necessità di indipendenza e libertà d’azione per la Rete italiana e l’opportunità di un ruolo equilibrato e fondato sulla terzietà da parte dello stesso MAECI.

Leggi tutto...

RETE ITALIANA ALF: ATTIVITÀ DI SVILUPPO DI CAPACITÀ

Stampa
PDF

Nell’ambito delle azioni programmate nello Step 7 della Fondazione Anna Lindh per le Reti nazionali, si è svolta una sessione di attività dedicata allo sviluppo di capacità e cooperazione interna ed esterna alla rete.
Hanno partecipato 48 membri - di cui 44 aderenti alla “Federazione Anna Lindh Italia”, 2 aderenti alla RIDE e 2 alla sola Rete italiana - provenienti da varie regioni italiane che hanno presentato 30 progetti con esempi di buona pratica, alcuni dei quali finanziati dalla Fondazione Anna Lindh attraverso apposite call of proposal.
A conclusione dei lavori, suddivisi in 2 gruppi, i membri hanno definito le strategie ed i programmi futuri ed altresì recepito l’azione prioritaria della “Federazione Anna Lindh Italia Onlus” dal tema “La Città interculturale”: in tale ambito sono state analizzate le potenzialità dei membri e gli esempi di buona pratica che tale azione intende raccogliere, in modo particolare per quanto concerne gli “Spazi relazionali nelle città”, il “Bioterritorio intelligente”, il “Recupero delle identità territoriali”, i “Laboratori di buone pratiche per la formazione dei migranti”, i “Giovani in condizioni di disagio”, l’ “Educazione dei giovani alla pace”, l’ “Educazione alla religione dell'altro (educazione alla reciprocità), il “Recupero e la formazione su antichi mestieri”, la “Formazione dei migranti e la loro integrazione nelle società”, la promozione della “Cittadinanza attiva e responsabile”, la “Gestione dei conflitti”, l’”Educazione non formale”, il sostegno ai  “Giovani quali strumento del dialogo nelle città”, la promozione di una “Narrativa positiva dei media nelle città”, lo sviluppo dell’ “Imprenditorialità giovanile e degli immigrati”, la valorizzazione delle “Donne attori dell’impresa creativa e solidale”, la  promozione della “Banca del tempo e della dinamica dell’accoglienza”, l’“Editoria sostenibile”, l’istituzione del “41° Consigliere Comunale” destinato al rappresentante delle comunità d’immigrati, l’identificazione di una città “Capitale interculturale dei giovani” (a livello regionale, nazionale e mediterraneo) con un processo identico a quello per le Capitali europee della cultura”.
Tale progetto è stato proposto alla “Rete maltese della Fondazione Anna Lindh”, rappresentata durante l’Assemblea dal capofila avv. Cynthia Tomasuolo che ha condiviso la proposta assicurando il sostegno del Governo di Malta nel corso della sua prossima presidenza del Consiglio Europeo.

Leggi tutto...