Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

Fondazione Anna Lindh Rete Italiana

Rete Italiana della Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture

La Fondazione Euromediterranea "Anna Lindh" per il Dialogo tra le Culture (ALF) è un’organizzazione unica nel suo genere creata dall'Unione europea e dai Paesi Partner Mediterranei nell'ambito dell'Unione per il Mediterraneo. E' una rete di reti di organismi della Società Civile e delle Istituzioni (Università, Collettività locali, ecc.).

La Fondazione Mediterraneo è Capofila della Rete Italiana dal 2004

Il nostro ruolo è stato ed è quello di svolgere funzione di connessione tra i vari membri che agiscono attivamente per la promozione del dialogo tra le culture, favorendo la visibilità e l’azione del Partenariato Euromediterraneo a livello nazionale ed internazionale.


RIUNIONE DEI MEMBRI SARDI DELLA RETE ITALIANA ALF

Stampa
PDF

Si è svolta presso la sede di Open Med una riunione di lavoro con membri della Rete Italiana ALF della Sardegna e con rappresentanti di organismi ed associazioni della società civile della Sardegna interessati a farne parte.
Daniele Cocco di OPEN MED ha introdotto i lavori e successivamente vi è stata la presentazione dei singoli partecipanti e dei rispettivi organismi rappresentati.
Il presidente Michele Capasso, capofila della Rete Italiana ALF, ha illustrato le attività dell’ALF e, in modo particolare, i lavori del MEDFORUM di Malta e dell’Assemblea generale svoltasi a novembre 2016.
In questa occasione sono state illustrate le varie linee progettuali dell’ALF e dell’ENI CBC che saranno sviluppate nel corso del seminario formativo che si svolgerà a Napoli il 15 e 16 giugno 2017.

Leggi tutto...

MEETING CON LA DG DEL PROGRAMMA ENI - CBC MED ANNA CATTE

Stampa
PDF

Si è svolto presso la sede del programma ENI – CBC MED un meeting tra il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e la Direttrice Generale del programma ENI – CBC MED Anna Catte.
In questa occasione il presidente Capasso ha illustrato alla DG Catte la trentennale attività della Fondazione Mediterraneo al servizio del Partenariato euro-mediterraneo ed offerto la disponibilità a contribuire alla diffusione, promozione e valorizzazionesia dei progetti realizzati che delle prossime azioni del programma ENI – CBC MED: attraverso la rete della Fondazione nei paesi della Riva Sud del Mediterraneo ed appositi spazi con alta tecnologia multimediale e comunicativa pressoil Museo della Pace - MAMT di Napoli.
In questa occasione il presidente Capasso ha riassunto le principali azioni intraprese dalla Fondazione dal 1991: dai Forum Civili Euromed ai programmi Cinemamed e Medpride fino alla costituzione di importanti organismi quali la Fondazione Anna Lindh e l’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo. A conclusione dell’incontro è stato illustrato il programma del Seminario formativo di Napoli (15-16 giugno 2017) dove, tra l’altro, sarà illustrato il programma ENI – CBC MED.
Hanno accompagnato il presidente Capasso Emanuele Cabras e Daniele Cocco di Open Med.
Presenti all’incontro, per ENI – CBC MED, il coordinatore del segretariato tecnico congiunto Roberto Carpano e l’esperto del programma Luca Palazzo.

Leggi tutto...

WORKSHOP PREPARATORIO AL SEMINARIO DI FORMAZIONE

Stampa
PDF

Si è svolto presso la sede di Open Med un workshop preparatorio per il “Seminario sulle opportunità di finanziamento Euro-Mediterranee” in programma a Napoli il 15 e 16 giugno 2017.
In questa occasione è stato finalizzato il programma con i contenuti del Seminario di formazione che sarà curato da Open Med.
È intervenuto il presidente Michele Capasso, capofila della Rete Italiana ALF, che ha avuto un meeting con la Direttrice Generale del programma ENI – CBC MED  dott.ssa Anna Maria Catte ed i suoi collaboratori: in questa occasione sono state  illustrate le linee operative del prossimo programma che sarà presentato nei prossimi giorni in vari Paesi euromed ed illustrato nei dettagli al seminario di Napoli.

Leggi tutto...

LEB SARD AD IGLESIAS

Stampa
PDF

Preceduto dalla conferenza stampa del 12 marzo 2017, si è svolta ad Iglesias la seconda tappa conclusiva di LEB-SARD FESTIVAL: l’iniziativa sostenuta dalla Fondazione Anna Lindh che vede la partecipazione di membri delle reti libanese e italiana in un festival in cui la musica costituisce il “Ponte” per il dialogo tra diverse culture.
LEB-SARD Festival è un progetto di cooperazione transfrontaliera, finanziato dalla Fondazione Anna Lindh, finalizzato a supportare e promuovere la cooperazione e il dialogo tra i popoli del Mediterraneo nonché a contribuire alla creazione e distribuzione di un progetto artistico nel quale la MUSICA sia concepita quale strumento di dialogo culturale tra diversi popoli. Coinvolge la Sardegna e il Libano e si basa sulla creazione e la diffusione di produzioni artistico-culturali frutto della contaminazione tra le due diverse culture.
Il progetto ha avuto la durata complessiva di un anno e il capofila è la Casa Produttrice libanese “Zico House”. E’ stato realizzato grazie alla partnership con L’Associazione Culturale Anton Stadler di Iglesias, il Comune di Iglesiase l’associazione “Open med”: membri della Rete Italiana della Fondazione Anna Lindh.
LEB - SARD Festival si è articolato in due eventi principali: il 1 Maggio 2017 a Beirut, presso la chiesa di Saint Louis ed il  20 Maggio 2017 ad Iglesias, presso la Miniera di Monteponi dove è stato realizzato uno spettacolo finalizzato alla condivisione e alla compenetrazione tra due culture dell’area Euro-Mediterranea, che ha coinvolto due importanti artisti: Hiba Al Kawas, soprano e compositrice (LIBANO) e Fabio Furìa, bandoneonista e compositore (SARDEGNA).
Il presidente Michele Capasso, capofila della Rete italiana e tra i sostenitori del progetto, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa e dei luoghi prescelti, in particolare la miniera di Monteponi con il suo carico di “memorie”.
“Questa iniziativa - ha sottolineato Capasso - contribuisce alla diffusione della musica quale mezzo di sviluppo socio-economico  per la valorizzazione de luoghi periferici, mettendo in risalto il patrimonio culturale di entrambe le società e dando visibilità al ruolo dei giovani: il coinvolgimento di 70 studenti della Rafic Hariri Foundation Choir in Libano e del Conservatorio di Cagliari testimonia lì importanza di questa iniziativa per i giovani che, attraverso le contaminazioni musicali, diventano “cacciatori del positivo”.

Leggi tutto...

LA RETE ITALIANA DELLA FONDAZIONE ANNA LINDH PROTAGONISTA ALLA BIENNALE DEI GIOVANI ARTISTI DELL’EUROPA E DEL MEDITERRANEO

Stampa
PDF

Grande sinergia e collaborazione tra membri della Rete Italiana che hanno partecipato a “Mediterranea 18 Young Artists Biennale” che si conclude oggi a Tirana.
Dal capofila “Fondazione Mediterraneo” ad “ARCI”, da “Teatro koreja” all’”Accademia del Mediterraneo”: corale e sinergica è stata la partecipazione con tanti eventi tra i quali le installazioni selezionate da ARCI con il coordinamento di Carlo Testini.
Splendida la rappresentazione di “Teatro Koreja” de “KATER I RADES.IL NAUFRAGIO” che ha coinvolto i giovani artisti provenienti da tanti paesi sul tema delle migrazioni.

Leggi tutto...