Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

MAMT - Museo Mediterraneo dell'Arte, della Musica

Il MAMTMuseo Mediterraneo dell'Arte, della Musica e delle Tradizioni è uno spazio creato dalla Fondazione Mediterraneo al fine di “vivere”, in maniera interattiva, le emozioni positive del Nostro Mare attraverso le Arti, la Musica e le Tradizioni.

Il MAMT è una delle principali iniziative della Fondazione Mediterraneo: uno spazio attivo per far dialogare Arti, Musica e Tradizioni del Mediterraneo all’interno della società contemporanea. La consapevolezza del passato di antiche tradizioni è la base per la costruzione di un’umanità di razionalità e relazioni: la grandezza del Mediterraneo unisce infatti l’ingegno, la fatica e l’intelligenza insieme alla capacità di condividere spazi e culture. Oggi più che mai il senso del futuro è dato dalla consapevolezza della sofferenza, dei conflitti e allo stesso tempo dalla capacità di condividere le gioie e i legami.

L'Arte e la Musica sono da sempre lo strumento di comunicazione e condivisione dell’umanità che, in un particolare percorso “Mediterraneo”, ci permettono di attraversare la violenza dell’essere umano che ha trovato in Bosnia, Palestina, Siria ed altri luoghi  l’espressione della sua più grande efferatezza: di ciò sono testimonianza le Mostre Bosnia, per non dimenticare e Sofferenza e Speranza nel mondo allestite all’interno del Museo.

Allo stesso tempo simboli che invitano all’incontro e alla speranza compaiono nelle terre della desolazione e del silenzio: Il Presepe di Ferrigno, la mostra Un Mare, tre Fedi, la Pace e L’ultima Cena napoletana fanno parte del patrimonio  espositivo del Museo.

Intorno al Totem della Pace ed alle altre opere di Mario Molinari, scultore del colore, accompagnano il solitario percorso di libertà Il Mondo Onirico di John Crown e la voglia di partecipazione e riconoscimento delle donne del Mediterraneo nella Mostra Stracciando i veli, donne artiste del Mondo Islamico.
Il Fado, il Flamenco, il Tango, il Sirtaki, il Canto di Napoli, le Grandi Opere liriche, la Musica Araba ed i Classici di tutti i tempi catturano il visitatore con la perfezione acustica della “Music Hall” del Museo.
Particolare significato assume la sezione dedicata a Pino Daniele.
Il calore della natura mediterranea e la consapevolezza di doverne preservare la memoria, la ricchezza e la fertilità trovano nella "Sezione Architettura" – con le presenze di Alvaro Siza, Pica Ciamarra Associati, Vittorio Di Pace, Nicola Pagliara, Marco Introini ed altri - e nelle Voci dei Migranti un ulteriore e raffinato punto di forza.
Le opere di Pietro e Rino Volpe tracciano segni mediterranei in cui la cultura e la letteratura si mescolano con la creatività costituendo una collezione unica.
Un insieme di video al altissima definizione sui siti più significativi della Regione Campania accoglierà i crocieristi ed i visitatori in tutto l'edificio: unico nel suo genere l'info point al piano terra prospiciente sulla piazza Municipio.

Il MAMT è, inoltre, un articolato sistema di servizi nel cuore della città di Napoli: la biblioteca, l’emeroteca, la music hall, le sale convegni, i ristoranti, l’Euromedcafé, le residenze e il book‑shop accolgono il visitatore con simpatia e calore: del Mediterraneo!

SANTA MESSA AL MUSEO DELLA PACE CON I GIOVANI VOLONTARI DEL SERVIZIO CIVILE

Stampa
PDF

Momenti di grande emozione al Museo della PaceMAMT con i volontari del Servizio Civile assegnati all’Istituto delle “Figlie di Maria Ausiliatrice”.La Santa Messa è stata officiata da Don Mario Maritano, Salesiano di Don Bosco.
I giovani, prima della celebrazione, hanno ascoltato il messaggio di Madre Yvonne Reungoat, Superiora Generale delle FMA.

Leggi tutto...

IL REGALO DELLE SUORE FMA

Stampa
PDF

Le suore dell’Istituto delle “Figlie di Maria Ausiliatrice” (Salesiane di Don Bosco) hanno fatto dono al Museo della Pace di una tovaglia albanese e di una grande conchiglia.

Leggi tutto...

AL MUSEO DELLA PACE - MAMT LE POESIE DAI 5 CONTINENTI

Stampa
PDF

Si è svolto al Museo della Pace di Napoli uno speciale reading poetico internazionale con liriche per la pace provenienti dai 5 continenti, declamate da Edoardo Elisei, direttore artistico di “Poeti per la Pace”.
Presenti, tra gli altri, il Professor don Mario Maritano, della facoltà di Teologia dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, e la direttrice del Museo dott.ssa Maria Pia Balducci Molinari.
Molto sentito l’intervento del presidente Michele Capasso, presidente della Fondazione Mediterraneo, che ha sottolineato l’importanza dello “stare insieme” per “costruire” e, soprattutto, per “mantenere” la Pace, presentando l’impegno della Fondazione e le molteplici attività culturali negli ultimi 30 anni.
L’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli ha parlato “dell’angoscia per la Pace” e dell’importanza della poesia come strumento di rinascita sociale. Dopo aver ricordato il monito di Papa Francesco sulla terza guerra mondiale in corso, il dott. Daniele ha rivendicato il ruolo della città di Napoli sulla poesia, citando La Ginestra di Leopardi, scritta alle pendici del Vesuvio.
Vincenzo De Lucia, vice Presidente di “Poeti per la Pace”, ha dichiarato: “I nostri tempi sono ancora contrassegnati da sanguinosi conflitti, minacce di guerra e milioni di dollari spesi in armamenti. Ma questa innata vocazione umana di impegnarsi in opere sociali e di misericordia, ci fa realizzare che il desiderio di pace non può essere invocato solo come diritto. E’, forse, prima di tutto, un impegno sociale, un dovere”.
Al messaggio di Pace si sono uniti i consoli della Repubblica Ceca, Islanda e Norvegia, oltre al sindaco di Lumbini (Nepal), città natale del Buddha.

Leggi tutto...

AL MUSEO DELLA PACE CON I GIOVANI VOLONTARI DEL SERVIZIO CIVILE

Stampa
PDF

Momenti di grande emozione al Museo della PaceMAMT con i volontari del Servizio Civile assegnati all’Istituto delle “Figlie di Maria Ausiliatrice”.
Hanno visitato il Museo e visionato i video emozionali dedicati specialmente ai giovani.
La visita si è conclusa con il “motto” del Museo: “VOGLIAMO VIVERE A COLORI CON IL CUORE DI DON BOSCO E DI MADRE MAZZARELLO”

Leggi tutto...

IL PRANZO DELLA PACE IN ONORE DI MADRE YVONNE

Stampa
PDF

La Superiora generale dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA), Madre Yvonne Reungoat, l’Ispettrice Suor Maria Rosaria Tagliaferri e le rappresentanti dell’Ispettoria Meridionale delle FMA (provenienti dall’Italia meridionale, dall’Albania e da Malta) sono state ospiti del presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e dalla direttrice del Museo della Pace - MAMT Pia Molinari al “pranzo della pace”: realizzato dalla signora Giulia con prodotti semplici e naturali della Regione Campania.
A conclusione, dopo la preghiera, il “grazie” in coro gioioso da parte di tutte !

Leggi tutto...