Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO “KIMIYYA” ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CIM

Stampa
PDF

Il presidente Michele Capasso, Capofila della Rete Italiana e fondatore della Fondazione Anna Lindh (FAL) ha illustrato ai partecipanti all’Assemblea Generale della CIM - Commissione intermediterranea - che si è riunita nella sede del Museo della Pace - MAMT (ove ha sede il Centro documentazione della FAL) - le prossime attività dell’azione interrete “KIMIYYA” che si svolgeranno a Napoli dall’11 al 14 settembre 2017.
I partecipanti hanno espresso compiacimento per questa azione importante per riaffermare il ruolo delle donne nel processo di dialogo e di pace.
La CIM, la CRPM e le principali regioni dell’Europa e del Mediterraneo hanno assicurato la loro partecipazione ed il loro sostegno a questa iniziativa.

Leggi tutto...

PLAUSO ALLA FONDAZIONE MEDITERRANEO DALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CIM – CRPM

Stampa
PDF

I 60 delegati delle Regioni europee e mediterranee aderenti alla CIM (Commissione Intermediterranea della CRPM) hanno espresso plauso ed apprezzamento per l’organizzazione dell’Assemblea Generale e del Seminario Internazionali nella sede della Fondazione Mediterraneo e del Museo della PaceMAMT.
“Un oasi di saperi e di valori”, ha commentato il presidente della CIM Apostolos Katsifaras al quale si sono associati i delegati ed i rappresentanti di organismi europei ed internazionali.
L’Assessore della Regione Campania Serena Angioli ha espresso il proprio apprezzamento per questa collaborazione che rafforza legami di antica data tra la Regione Campania e la Fondazione Mediterraneo e che continueranno, consolidandosi sempre di più, nel futuro.

Leggi tutto...

PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA ENI CBC MED E DELLE “CALLS” SUI PROGETTI STANDARD

Stampa
PDF

Luca Palazzo, esperto dell’Autorità di gestione del programma ENI CBC Med, assegnata da tempo alla Regione Sardegna, ha illustrato i punti salienti del nuovo programma e delle prossime “call” dedicate a progetti standard.
In questa occasione ha esposto le varie tappe di presentazione del programma nei paesi partner svoltesi o programmate a Nicosia, Atene, Valencia, Malta, Lisbona, Marsiglia, Amman, Beirut, Roma, Il Cairo, Tuisi, Gerusalemme e Ramallah.
L'obiettivo di questi incontri è quello di fornire ai potenziali partner tutte le informazioni necessarie per la presentazione delle proposte di progetto nell'ambito della prima “call”  il cui importo ammonta a 84,6 milioni di euro. I seguenti punti sono discussi ed esaminati:

  • Obiettivi e priorità della “call”;
  • Partecipazione e regole di ammissibilità regole;
  • Criteri di valutazione sulle proposte progettuali;
  • Compilazione del modulo di domanda e degli altri documenti che compongono l'offerta.

Partecipando a questi eventi, si ha la possibilità di porre domande ai rappresentanti delle strutture di gestione dei programmi ed alle autorità nazionali.
In un incontro con il presidente Capasso è stata analizzata la proposta della Fondazione Mediterraneo di diffondere con le sue reti il programma la fine di rafforzarne la partecipazione e di promuoverlo nel Museo della PaceMAMT attraverso i sistemi video e di comunicazione multimediale.

Leggi tutto...

LA FONDAZIONE MEDITERRANEO “HUB” DEI PRINCIPALI PROGRAMMI EUROPEI

Stampa
PDF

Dopo quasi 30 anni di attività la Fondazione Mediterraneo diventa per due giorni “hub” dei principlai programmi comunitari: dall’Unione per il Mediterraneo ad Horizon2020, da Panoramed ad Interreg, da ENI CBC Med ad Erasmus e via per un lungo elenco vengono presentati nella sede della Fondazione Mediterraneo i risultati dei principali programmi ma, soprattutto, le linee guide delle prossime “call”.
Apprezzamento dei partecipanti per la continuità e la qualità del lavoro svolto dalla Fondazione per promuovere il dialogo e la cooperazione tra i popoli.

Leggi tutto...

IL PRESIDENTE DELLA CIM APOSTOLOS KATSIFARAS IN VISITA ALLA FONDAZIONE MEDITERRANEO

Stampa
PDF

Apostolos Katsifaras, presidente della regione Dytiki Ellada e presidente della Commissione.
Intermediterranea della CRPM, ha visitato la Fondazione Mediterraneo accolto dal presidente Michele Capasso e da altri membri del sodalizio.
Katsifaras ha espresso parole bellissime sulla Fondazione definendola “Un oasi di valori, una bottiglia di ossigeno per i cittadini dell’Europa e del Mediterraneo. Un faro di speranza sulle questioni comuni della solidarietà, del dialogo, del rispetto reciproco, del vivere e dell’esistere insieme”.

Leggi tutto...

LA FONDAZIONE OSPITA L’ASSEMBLEA GENERALE DELLA COMMISSIONE INTERMEDITERRANEA DELLA CRPM

Stampa
PDF

La Fondazione Mediterraneo ed il Museo della PaceMAMT hanno ospitato l’Assemblea Generale della Commissione Intermediterranea della CRPM (Conferenza Regioni Periferiche Marittime).
Le sfide importanti di questo momento storico per l'Europa obbligano le Regioni a prendere una serie di posizioni, in quanto quello che sta accadendo è sicuramente una rinazionalizzazione delle politiche che non tiene sempre conto adeguatamente dell'impatto sui territori. La situazione che si sta creando nel Mediterraneo ha avuto un impatto fortissimo sull'allontanamento dei cittadini rispetto all'Europa. E il ruolo della CRPM in questo momento è strategico.
Hanno partecipato i delegati di 60 regioni europee e mediterranee.
Apostolos Katsifaras, presidente della regione Dytiki Ellada e presidente della Commissione Intermediterranea della CRPM, nel suo indirizzo di saluto ha detto di sentirsi a casa in questa sede – Fondazione Mediterraneo – che ha visto nascere tanti organismi internazionali ed ospitato riunioni della CRPM e della CIM. Profonda emozione ha espresso sui legami tra Raffaele Capasso e Andreas Papandreou rappresentati nell’apposita sezione del Museo della Pace - MAMT.
L'assessore campano ai Fondi Europei, Gioventù, Cooperazione europea e Bacino Mediterraneo, Serena Angioli ha affermato: "Questa due giorni è stata una prima occasione per confrontarsi sulle prospettive aperte anche per le Regioni dalla Strategia europea del Mediterraneo Occidentale, dalle sfide che pesano sul futuro della politica di coesione europea e sulla cooperazione multilivello nel Bacino Mediterraneo che in questi giorni, dinanzi alla grande sfida dei fenomeni migratori, acquisisce una rilevanza strategica anche rispetto al mondo Sub-Sahariano. La CIM si muove su due piani: uno politico, vale a dire il posizionamento rispetto  ai decisori politici di altri livelli governativi, l'altro attraverso l'attuazione di progetti tra regioni e tra territori che creino coesioni di fatto. Dunque una grande sfida post 2020 per le Regioni della cosiddetta 'sponda Sud' dell'Europa".
Il presidente Michele Capasso nel suo intervento ha presentato il progetto “Kimyya” della Rete italiana FAL ed illustrato il Centro di documentazione FAL compiacendosi per la citazione nella Dichiarazione finale da parte dei partecipanti all’Assemblea.

Leggi tutto...

LA FONDAZIONE OSPITA I PARTNER DEL PROGETTO “PANORAMED” PROVENIENTI DA 13 PAESI

Stampa
PDF

Si è svolta dal 5 al 7 luglio presso la sede della Fondazione  Mediterraneo  la riunione dei partner del progetto PANORAMED finanziato nell'ambito dell'asse IV del Programma di Cooperazione Transnazionale Interreg Mediterranean 2014-2020. Il progetto ha l'obiettivo di individuare strumenti condivisi di governance nei settori strategici del turismo costiero e marittimo e della sorveglianza marittima.
Partner del progetto sono i 13 paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo, dal Portogallo a Cipro, partecipanti al programma e rappresentati nella riunione svolta nel Museo della PaceMAMT, sede della Fondazione Mediterraneo a Napoli.
L'incontro, promosso dall'Agenzia per la Coesione territoriale - Area progetti e strumenti, Ufficio 6, parte della Country Coordination Unit italiana, insieme alle Regioni Marche e Lazio, si prefigge l'obiettivo di condividere strategie ed attività del progetto, in vista dell'emanazione di un bando per progetti strategici che sarà lanciato a partire dal 2019.
Il progetto PANORAMED è ritenuto strategico dell'Agenzia per la Coesione territoriale ed intende inserirsi nell'attuale dibattito sul futuro dell'Unione Europea, sulla definizione del periodo di programmazione della politica di coesione post 2020 e sul ruolo delle politiche per il Mediterraneo che l'Unione Europea e i paesi membri dovranno attuare nei prossimi anni.
L'ambizione che i paesi partner del progetto perseguono, grazie anche all'attuazione del progetto PANORAMED, che ha preso avvio proprio in questa occasione, è quella di promuovere una visione sistemica delle iniziative, dei programmi e dei progetti che interessano il Mediterraneo al fine di individuare orientamenti condivisi per lo sviluppo sociale ed economico sostenibile dell'intera area.
Le conclusioni dei lavori sono state illustrate nella Commissione Intermediterranea della CRPM che ha svolto i lavori nella medesima sede.

Leggi tutto...

I PARTECIPANTI AL CORSO DELL'ODG IN VISITA AL MUSEO MAMT

Stampa
PDF

I partecipanti al corso dell'ODG hanno visitato il Museo della Pace - MAMT accompagnati dal presidente Michele Capasso.
In questa occasione hanno espresso apprezzamento per questa iniziativa unica finalizzata a promuovere il positivo e ciò che ci unisce.

Leggi tutto...

IL GIORNALISTA FRANCESCO GIORGINO IN VISITA AL MUSEO DELLA PACE - MAMT

Stampa
PDF

Francesco Giorgino - giornalista professionista, conduttore del Tg1 delle 20, studioso di scienze sociali e di Sociologia della Comunicazione – accompagnato dal presidente Michele Capasso ha visitato il Museo della PaceMAMT esprimendo “mille emozioni per questo tempio della pace, della cultura e del dialogo”.
Il dott. Giorgino si è fatto interprete affinché, anche attraverso i media, questo luogo possa essere visitato dal maggior numero di visitatori, soprattutto i giovani.

Leggi tutto...

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “GIORNALISMI E SOCIETÀ” DI FRANCESCO GIORGINO (Mondadori)

Stampa
PDF

In collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Campania è stato presentato il libro di Francesco Giorgino “Giornalismi e società” edito da Mondatori.
Tra i relatori: Massimo Lo Cicero, Massimiliano Musto, Massimo Deandrels, Domenico Falco e Giovanni A. Forte.

Leggi tutto...