Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)

LECTIO MAGISTRALIS “NUOVE SCIENZE PER UNA NUOVA ERA” DELLO SCIENZIATO ITALO-AMERICANO PROF. RUGGERO MARIA SANTILLI

Imprimer
PDF

Il prof. Ruggero Maria Santilli ha svolto una "Lectio Magistralis" sul tema “Nuove Scienze per una Nuova Era”.
Sono Intervenuti: Michele Capasso Presidente della Fondazione Mediterraneo, Carmine Nardone Presidente di Futuridea e il Dr. Salvatore Càlleri Assessore della Regione Siciliana.
Tra i partecipanti, scienziati e ricercatori di vari paesi.

Lire la suite...

IL PRESIDENTE CAPASSO IN VISITA AL SERMIG

Imprimer
PDF

Il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso, accolto da Ernesto Olivero ed Andrea Bisacchi, ha visitato la sede dell’Arsenale della Pace di Torino realizzata dal Sermig.
“E’ un’emozione poter toccare con mano il BENE FATTO BENE - ha affermato Capasso – e l’opera di Ernesto Olivero e degli amici del Sermig – in Italia, Brasile e Giordania – è la riprova della “Potenza dell’Amore”.

Lire la suite...

ALLA FONDAZIONE SUDD SI PRESENTA IL LIBRO "L'ALGERIA DELLE DONNE" DI GLORIA MARINA BELLELLI

Imprimer
PDF
Antonio BassolinoGianfranco Verderame ed Enzo Amendola presentano alla "Fondazione Sudd" il libro di Gloria Marina Bellelli "L'Algeria delle donne".
La Fondazione Mediterraneo sostiene questo evento.

"Nella prefazione di Anna Maria Cossiga si legge come il libro ripercorra la storia tormentata dell’Algeria vista dagli occhi delle donne: “la lotta per porre termine al colonialismo francese; il periodo socialista e quello, drammatico, del terrorismo islamista; la politica di riconciliazione nazionale avviata nel 2005. Eppure non si limita a questo ma aggiunge una sfaccettatura nuova e particolarmente rilevante sottolineando il contributo irrinunciabile delle donne algerine che, sfidando la rigida tradizione musulmana e, spesso, le proprie famiglie, hanno imbracciato le armi e si sono date alla clandestinità per amore del proprio Paese.
Sono queste donne a ri-raccontarci la storia algerina, attraverso frammenti di memoria personale ora gioiosi e nostalgici, ora carichi della violenza che, purtroppo, spesso accompagna le lotte per la liberazione e la democrazia. Le eroine di queste pagine provengono da vari settori della società e narrano non solo la storia di un Paese, ma quella della stessa condizione femminile in patria. Torturate e violentate in nome della libertà e dei diritti, sono state dimenticate da quella stessa politica cui tanta parte delle loro vite hanno dedicato."

LA FONDAZIONE MEDITERRANEO ADERISCE E SOSTIENE L'APPUNTAMENTO DEI GIOVANI DELLA PACE

Imprimer
PDF

La Fondazione Mediterraneo – con le sue reti, le sedi distaccate, le sezioni autonome, la “Casa della Pace”, la “Casa del Maghreb Arabo”, la “Maison de la Méditerranée” - aderisce e sostiene il “4° Appuntamento Mondiale dei Giovani della Pace”, organizzato dal Sermig a Napoli il 4 ottobre 2014, Festa di San Francesco.
Nel corso di un incontro a Torino con Ernesto Olivero - in occasione del 50° anniversario del Sermig - il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso e la responsabile dell'area “Giovani e Creatività” Pia Molinari, hanno condiviso lo spirito di questo importante appuntamento che vedrà a Napoli migliaia di giovani di vari Paesi del mondo diffondere il proprio pensiero, la propria denuncia ai governanti e potenti spesso incuranti di quanto accade oggi.
“Il nostro scopo – afferma Ernesto Olivero – è dare voce ai giovani, ai loro bisogni, alle loro paure, alle loro speranze. Leggeremo una “Lettera alla coscienza” che nasce dall'incontro con la sofferenza: è il grido dei giovani che hanno perso fiducia nelle istituzioni e si sentono umiliati dalla storia. Questa lettera nasce dal pianto di chi ha paura di vivere in una società senza principi, ideali e valori condivisi; dal dolore delle persone senza tetto accolte nei nostri Arsenali; dalla rabbia di chi è stato costretto ad andarsene dal proprio Paese; dall'umiliazione dei rifiutati, dei calpestati, dei senza-volto. Di chi ha perso ogni speranza nella vita e nel prossimo”.
“La Fondazione Mediterraneo – afferma Michele Capasso – non poteva non “affratellarsi” ad Ernesto Olivero ed al Sermig, condividendone valori, azioni, prospettive e speranze. Ciò che accade in questi giorni in Iraq, Siria, Palestina ed in altre parti del mondo è il segno di una decadenza etica e morale e di una crisi di valori, prima che economica: in tutto il mondo, dall'Europa agli Stati Uniti, al Medio Oriente, all'Asia, individui corrotti, avidi, amorali diffondono il loro Potere, calpestando la dignità umana. Il nostro obiettivo comune deve essere quello di trasformare questo “Amore per il Potere” nell'indispensabile “Potere dell'Amore”: come afferma Ernesto “Coscienza è testimoniare con la vita prima che con le parole”. L'Appuntamento di Napoli è una tappa fondamentale di questo percorso per restituire ai giovani il ruolo di “Produttori e protettori del nostro futuro”.

Lire la suite...

MESSA DI RINGRAZIAMENTO PER I 50 ANNI DEL SERMIG

Imprimer
PDF

Martedì 16 settembre l’Arcivescovo di Torino mons. Cesare Nosiglia durante la Celebrazione eucaristica di ringraziamento per i 50 anni del Sermig, ha consegnato a Ernesto Olivero il decreto di approvazione dello Statuto Ecclesiale con cui la Fraternità del Sermig viene riconosciuta come Associazione privata di fedeli.
Per la Fondazione Mediterraneo sono intervenuti Michele Capasso e Pia Molinari che hanno espresso ad Ernesto i sentimenti della loro fraternità e la condivisione della Fondazione.
A conclusione della cerimonia, durante un incontro con Ernesto Olivero, sono state discusse le prossime iniziative comuni quali la denominazione universale del termine “PACE” ed il 4° Appuntamento mondiale dei giovani in programma a Napoli il 4 ottobre 2014.

Lire la suite...

INCONTRO TRA ERNESTO OLIVERO E MICHELE CAPASSO

Imprimer
PDF

Alla vigilia del 50° anniversrio del SERMIG - fondato da Ernesto Olivero - ed del 25° anniversario della Fondazione Mediterraneo - fondata da Michele Capasso - si sono incontrati i due fondatori condividendo un comune percorso per costruire la Pace.
In questa occasione Capasso ha annunciato ad Olivero l'assegnazione al Sermig del "Premio Mediterraneo di Pace" 2014 e l'adesione ed il sostegno della Fondazione al "4° Appuntamento Mondiale dei Giovani" che si svolgerà a Napoli il 4 ottobre 2014.

Lire la suite...

CERIMONIA DI ASSEGNAZIONE DEL MARE NOSTRUM AWARD 2014

Imprimer
PDF

Si è svolta a Roma la cerimonia di assegnazione della VII Edizione del  “Mare Nostrum Award 2014”.
Creato da “Grimaldi Magazine” Mare Nostrum Awards è dedicato alla promozione delle Autostrade del Mare. L’obiettivo è quello di valorizzare questa eccezionale opportunità di scambi, collegamenti e sviluppo sostenibile per tutti i paesi dell’area Mediterranea. Il montepremi di Mare Nostrum Awards ammonta, come ogni anno, a 50.000 euro suddiviso tra i primi cinque classificati.
La Giuria Internazionale del Premio è composta da esponenti di spicco del giornalismo e della cultura. Il Presidente Folco Quilici è infatti affiancato, tra gli altri,  da Vassiliki Armogeni, giornalista greca della rivista Efoplistis, Michele Capasso, Presidente della Fondazione Mediterraneo, Diana De Feo, giornalista RAI, Mimmo Jodice, fotografo, Paul Kyprianou, già Presidente Associazione Armatori RoRo Europei. Segretario del Premio è Luciano Bosso, giornalista e direttore della rivista Grimaldi Magazine Mare Nostrum.
Durante la serata il presidente Michele Capasso è stato intervistato da Massimo Giletti sulle sue recenti missioni ad Erbil e a Gaza.

I 6 premiati sono:

  1. Massimo Minella per l’articolo “Ingorgo Mediterraneo - Si restring e il Mare Nostrum” pubblicato sul quotidiano “Repubblica”;
  2. Giovanni Capozzoli per il servizio televisivo “Autostrade del Mare, autostrade d’amare” andato in onda sull’emittente SeiTV;
  3. Marco Molino per la mostra fotografica “L’onda di pietra” svolt asi a Procida (Na) presso la Scuola per l’Alta Formazione dell’Univers ità “L’Orientale”;
  4. Danilo Mainardi per l’articolo “Guizzo tra le onde” pubblicato sul settimanale “Sette-Corriere della sera”;
  5. Claudia Bonasi e Antonio Dura per la mostra fotografica “Salerno-Tunisi, viaggio sulle rotte della ceramica mediterranea”, tenutasi presso l’Arco catalano di Palazzo Pinto, Salerno;
  6. Kostas Syligardos per il reportage televisivo dal titolo “Autostrade del Mare” andato in onda sul portale greco flashnews.gr.

Lire la suite...

LA FONDAZIONE MEDITERRANEO SOSTIENE IL FILM DI PINO TORDIGLIONE "IL BACIO AZZURRO"

Imprimer
PDF

La Fondazione Mediterraneo fin dalla sua costituzione si è impegnata nella difesa dell'acqua come valore e bene insostituibile dell'umanità. Nell'ambito dei suoi programmi la FM sostiene e promuove il film di Pino Tordiglione.

Lire la suite...